Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Mario Rondi

Avventure di un seduttore mancato

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Genesi

anno edizione: 2021

pagine: 280

Questi venti racconti, che sono riuniti sotto il titolo di "Avventure di un seduttore mancato", sono legati insieme dalla comune tematica afferente all'eros, ma va subito chiarito che si tratta di un amore per lo più disastrato e bislacco, ancor più del celeberrimo contrasto d'amore di Cielo D'Alcamo o della sfortuna in galante patita dallo spadaccino poeta Cyrano De Bergerac. Qui siamo di fronte a una geremiade di anonimi personaggi maschili, quasi tutti già un po' avanti negli anni, con un iter erotico alle spalle da Miles gloriosus, cioè un poco fanfarone, più illusorio che non reale. A volte ci sono anche matrimoni falliti, compagne che abbandonano il nostro protagonista lasciandolo a leccarsi le ferite. Il racconto si apre quasi sempre con la presentazione del nome e della professione del protagonista, come se fosse l'apparizione sul boccascena del personaggio teatrale, cui è affidata la pièce che verrà recitata.
18,00

Il canto del luì

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Fermenti

anno edizione: 2020

pagine: 218

"... Eppure, il nostro Rondi procede allo stesso modo, come un corpo in stato di imponderabilità, prosciolto cioè da obblighi diegetici. Ogni spunto è buono per consentirgli di dirottare, di svoltare per strade incognite, che tali sono anche al "lui" cui è istestato l'intero percorso, forse il primo a stupirsi delle deviazioni incontrate a ogni passo. Il tutto, se si vuole, ci ricorda l'esperienza onirica, quando, è mia convinzione, siamo tutti grandi creatori di trame, che sarebbero da raccogliere religiosamente sia in versioni scritturali sia in termini visivi. Ma purtroppo, come si sa e si dice, i sogni muoiono all'alba, però c'è chi riesce a ricostruirli anche a occhi aperti, e il nostro Rondi appartiene a questa fortunata categoria." (Dall'introduzione di Renato Barilli)
19,50

Un mondo di stramberie

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Genesi

anno edizione: 2020

pagine: 164

Ci sono sette sezioni nel libro di poesia "Un mondo di stramberie". Verrebbe automatico pensare che questa ricostruzione ebdomadaria del mondo abbia qualcosa di biblico, che demandi al libro della Genesi: i sette giorni della creazione. A ben guardare, le sezioni avrebbero potuto essere tre oppure nove, comunque un ammiccamento cabalistico, se non proprio biblico, è di certo nelle corde del poeta, il quale ama i numeri e più ancora le misurazioni, il conteggio metrico, anzi la metrica della Poesia: Mario Rondi è un poeta in rima. Lui rima con esteta: alla bellezza della forma ci tiene. Sembra quasi ci sia una deriva aristotelica, per cui è la forma che determina la sostanza, nel senso che è la forma a fare sì che un cane sia altra sostanza da un cavallo, che altrimenti sarebbero indistinguibili.
15,00

Stramberie d'amore

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Lubrina Bramani Editore

anno edizione: 2019

pagine: 48

"Prosegue, più indefesso che mai, Mario Rondi nella sua mirabolante delineazione, in versi e in prose, del multiforme teatrino di 'presenze', un tempo vegetali e animali e ora umane, teso a rappresentare la Commedia della Vita, riprendendo toni e movenze già riscontrate in passato, tra 'Cabaret' del 2014 e 'Gran varietà' del 2016: dopo il mondo di grottesca concretezza e visionarietà, che dal 1985 lo aveva visto impegnato, come una sorta di abate Meli postmoderno, a occultarsi e mimetizzarsi dietro paradossali quinte e cortine campestri, eccolo ora rinchiudersi tra pareti di domestica quotidianità e grigiore, consapevole sempre di dover distillare e suggerire, per il tramite del gran pullulare di figure convocate in scena, quale che sia la loro natura, sensi di volta in volta velenosi o sorridenti ma anche ammiccanti e allusivi, come di chi sta a osservare dal buco della serratura, senza interrompere e disturbare, avventure galanti e sensuali di un mondo sempre in amore, vuoi per boschi e prati in fiore vuoi in compiacenti alcove borghesi o proletarie. È proprio quest'ultimo aspetto che riscontriamo nei 16 testi che compongono le 'Stramberie d'amore'." (dalla prefazione di Vincenzo Guarracino)
12,00

Due passi all'inferno, con un occhio al paradiso

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Fermenti

anno edizione: 2019

pagine: 210

"Il grande merito e l'originalità di 'Due passi all'inferno, con un occhio al paradiso' è di presentare un indegno assolutamente consapevole e capace di autodefinirsi tale. Voluttuosamente sebbene orribilmente impegnato a sperimentare tale indegnità in una fenomenale sfilata di grottesche situazioni, elucubrazioni e propositi ora mortiferi ora quasi teneri, di rapporti patologici e puntualmente disastrosi (tutto vero o immaginario? lo si scoprirà alla fine ma non importa, perché le realtà dell'anima hanno la stessa pregnanza di quelle oggettive), l'uomo non si fa alcun problema a dichiarare, fin dall'inizio, il nucleo della propria infelicità..." (Dall'introduzione di Susanna Schimperna)
18,50

Passaggi

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Lubrina Bramani Editore

anno edizione: 2018

pagine: 48

"È una mitologia tutta personale quella di Mario Rondi, che annoda in versi e confonde in rima i passaggi tra il terrestre, il celeste, l'umano, il ferino, l'agreste, e ctonio. Spodestati dall'Olimpo e dal mondo degli eroi, gli antichi protagonisti della storia e del pensiero dell'uomo, gli dèi, ripiegano tra noi in forma di demoni dell'ultima ora... Il poeta, frugando tra le pieghe dei nostri quotidiani affanni o "nello spacco del cielo" tra le nuvole, stana svelte silhouette di naiadi, menadi, ninfe, sirene, fauni, e ne subisce la fatale attrazione. A queste creature di fiaba e di sogno Rondi affida il suo canto per smorzare il dolore, per esorcizzare le ansie di un mondo pieno di suadenti insidie e di amari e spinosi disincanti. (...) Alfa Pietta, capace come pochi di tradurre sulla carta il sentimento di un tempo sospeso, lascia parlare l'assenza, appuntando in queste pagine pochi grafismi vibratili, meditati e raccolti, in spazi soffusi di ombra e di luce. Disegni che evocano nel breve tracciato di un segno vitale le energie latenti nel testo, senza mai perdere il legame indiziale, spirituale o simbolico con i versi del poeta". Dalla prefazione di Stefania Burnelli.
12,00

Il cartiglio del vento (2016-2017)

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Fermenti

anno edizione: 2018

pagine: 180

Il tocco gentile e insieme maliziosamente sapienziale che il direttore d'orchestra sa dare a questa "performance" botanico-zoologica non ha nulla di artificioso o virtuosistico, poiché ciò che si avverte fin dalla prima lettura è un grande e puro amore per le manifestazioni più spontanee del mistero della vita in tutte le sue forme.
17,50

66 storielle

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Fermenti

anno edizione: 2017

pagine: 236

18,00

Il mondo alla rovescia

di Mario Rondi

Libro

editore: Campanotto

anno edizione: 2016

9,30

Gran varietà

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Genesi

anno edizione: 2016

pagine: 164

13,00

Amori effimeri

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Genesi

anno edizione: 2015

pagine: 176

La Giuria del Premio I Murazzi attribuisce la dignità di stampa al libro di racconti "Amori effimeri" che rappresentano un riuscito esempio di drammatizzazione dei nonsensi della vita moderna con rappresentazioni di tic e di nevrosi, di situazioni comiche o improbabili, di gioie e di dolori inopinati e sovente irragionevoli, splendidamente sviluppati in un'atmosfera di garbata indagine da parte dello scrittore, che ancora una volta fornisce prova convincente della sua vena di umorismo dolceamaro.
14,00

Presenze

di Mario Rondi

Libro: Copertina morbida

editore: Lubrina Bramani Editore

anno edizione: 2015

pagine: 40

"Un mondo gremito di presenze (vegetali, animali), un mondo fatto di concretezza e insieme di visionarietà, che prende corpo e consistenza per forza di scrittura in forme ritmicamente e stilisticamente controllate, quello che Mario Rondi è andato costruendo negli anni, a partire addirittura dall'85, da quell'Erbario immaginario, per il quale si era speso in uno dei suoi ultimi testi critici Adriano Spatola, che del Rondi sperimentalista degli esordi era stato un convinto estimatore ed editore (Corpo & poesia, 1978, Edizioni Geiger), e fino a questo prezioso mannello di Presenze. [...] Le tavole di Alfa Pietta (un nome fiabesco, di selenica astralità, da sembrare inventato), che bastano anch'esse a se stesse: non commentano o illustrano ma dall''incanto' delle parole del poeta sembrano polverizzarsi e librarsi in minime scaglie di segni, in un febbrile pulviscolo di sogno, che disintegra ogni realismo per immettersi in una dimensione luminosa e senza tempo: come una 'preghiera notturna' o una 'festa' in cui s'incontrano spiriti fraterni." (dalla prefazione)
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.