Libri di Massimiano Bucchi

Io & tech. Piccoli esercizi di tecnologia

di Massimiano Bucchi

Libro: Copertina morbida

editore: Bompiani

anno edizione: 2020

pagine: 128

La tecnologia è una presenza costante nella nostra vita quotidiana. Le notifiche scandiscono le nostre giornate, i servizi offerti dai colossi dell'economia digitale selezionano le informazioni a cui possiamo accedere, propongono i temi da discutere, suggeriscono nuovi contatti e reti sociali. Ma vivere con la tecnologia non significa comprenderla. A scuola non se ne parla quasi mai. Nei media se ne parla perlopiù per esaltarla, o per demonizzarla. Con il tono spigliato e ironico di chi conosce molto bene la materia, in questo libro Massimiano Bucchi ci accompagna tra sette semplici lezioni, dialoghi immaginari con le nostre App ed esercizi rivelatori da fare con lo smartphone. Per capire che la soluzione non è né accantonare o rifuggire le tecnologie né sottovalutare l'impatto che hanno su di noi, ma riconoscerne tanto i benefici quanto le controindicazioni. Non c'è rosa tecnologica senza spine. Prenderne coscienza è un primo passo, e nemmeno troppo piccolo.
12,00

Sbagliare da professionisti. Storie di errori e fallimenti memorabili

di Massimiano Bucchi

Libro: Copertina rigida

editore: RIZZOLI

anno edizione: 2018

pagine: 222

Perché si sbaglia? Come si sbaglia? Si sbaglia in modi diversi in ambiti diversi (nella scienza, nel mondo aziendale, nella comunicazione)? E che cosa hanno in comune gli errori che portano a un tragico incidente aereo, quelli che conducono al fallimento di un nuovo prodotto o di una potenziale innovazione, il rigore sbagliato che costa la sconfitta in una finale della Coppa del Mondo di calcio? Dal flop dei Google Glass a quello ciclico della videotelefonia; dal più grande abbaglio nella storia dello spettacolo al fallimento più colossale della Silicon Valley; dall'errore di comunicazione che aprì una breccia nel muro di Berlino agli errori di battitura costati milioni di dollari, Massimiano Bucchi parte da storie avvincenti e inaspettate per invitarci a riflettere sul nostro rapporto con gli errori. Perché studiare gli errori, quelli capitali, memorabili, epici o quelli più banali e quotidiani, significa parlare soprattutto del nostro modo di guardare agli errori, di comprenderli e interpretarli, di riconoscere che, in fondo, siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i nostri sbagli.
18,00

Come vincere un Nobel. Il premio più famoso della scienza

di Massimiano Bucchi

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2017

pagine: 236

Raccontando la storia e le storie del Premio Nobel, le singolari vicende, controversie e i conflitti legati al più prestigioso premio scientifico del mondo, i loro riflessi e intrecci con la società, la politica e la cultura, Massimiano Bucchi riflette sull'immagine pubblica della scienza e sui suoi cambiamenti dal primo Novecento a oggi. Un percorso originale e avvincente per comprendere il ruolo sociale della scienza, attraverso le storie e i personaggi che hanno segnato il suo premio più famoso. Dall'appassionante e tormentata vicenda del Nobel a Einstein, ai «fantasmi» dei Nobel clamorosamente mancati; dalle assegnazioni più discusse alle scoperte premiate in seguito rivelatesi errate; dai premi Nobel che sono divenuti celebrità a quelli quasi completamente dimenticati. Il volume si basa su una ricca documentazione, frutto di oltre dieci anni di ricerche presso la Fondazione Nobel e l'Accademia Reale delle Scienze di Svezia, dove è custodito l'Archivio storico delle proposte e decisioni sui premi Nobel.
17,50

Per un pugno di idee. Storie di innovazioni che hanno cambiato la nostra vita

di Massimiano Bucchi

Libro: Copertina morbida

editore: Bompiani

anno edizione: 2016

pagine: 359

Di che cosa parliamo quando parliamo di innovazione? Massimiano Bucchi ci racconta come dietro questa parola abusata vi siano percorsi concreti, tortuosi e molto affascinanti. Dalla forchetta al kalashnikov, questo libro intreccia le storie delle intuizioni che hanno cambiato le nostre vite, dimostrando la loro natura di processi non lineari e collettivi, che non possono essere ricondotti all'intuizione di un genio isolato ma che nascono da contributi spesso inaspettati. Storie di innovazioni concettuali, come la sequenza QWERTY sulle tastiere che tutti usiamo quotidianamente; di innovazioni nello sport, dal contropiede italiano al salto alla Fosbury; o nell'universo culturale, dal Monopoli allo spaghetti western. Storie di percorsi innovativi sorprendenti, come quello che portò un fisico a inventare il primo videogioco della storia o un regista a introdurre il "conto alla rovescia" che tutti oggi identifichiamo con l'esplorazione spaziale. Dalla cultura alla tecnica, dallo sport al cinema e alla tavola, il racconto curioso e istruttivo di piccole svolte diventate grandi cambiamenti.
13,00

Nature immaginate. Immagini che hanno cambiato il nostro modo di vedere la natura

di Massimiano Bucchi, Elena Canadelli

Libro: Copertina morbida

editore: ABOCA EDIZIONI

anno edizione: 2017

"Nature immaginate" raccoglie numerosi esempi che dimostrano come la dimensione visuale abbia avuto un impatto significativo sulle concezioni e percezioni sociali e culturali della natura. Sono molte le immagini divenute una convenzione visiva - e in certi casi una vera e propria icona - su temi quali, ad esempio, l'evoluzione umana o la struttura dell'atomo. Con oltre 250 fotografie e illustrazioni a colori, il volume ripercorre la storia di ciascuna immagine e ne documenta l'impatto sociale e culturale attraverso la pittura, il cinema, il fumetto, la comunicazione pubblicitaria.
24,00

Scientisti e antiscientisti. Perché scienza e società non si capiscono

di Massimiano Bucchi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2010

pagine: 121

Che si parli di cellule staminali, di situazioni di fine vita o di Ogm, il dibattito pubblico è prigioniero di uno schema consolidato che vede contrapporsi i fautori di uno sviluppo illimitato della tecnoscienza e coloro che invocano degli argini all'invasione di campo della ricerca in ambiti tradizionalmente appannaggio di scelte e pratiche sociali, politiche o religiose. Paradossalmente i due fronti condividono una retorica della scienza, intesa come un blocco monolitico impermeabile a qualsiasi discorso che non sia quello della razionalità scientifica, quando in realtà i rapporti tra scienza e società sono molto più compromissori e frastagliati. Il cortocircuito tra dibattito specialistico e opinione pubblica, tra interessi economici, sensibilità sociali e priorità della ricerca erode i confini mentre entrambi i fronti sono attraversati da posizioni "contraddittorie": si può essere contro gli Ogm e a favore della ricerca sulle cellule staminali, negare il cambiamento climatico e sostenere l'energia nucleare o viceversa. È questo intreccio che alimenta l'antagonismo tra gli opposti scientismi in un illusorio gioco delle parti che impedisce di cogliere la vera natura delle sfide che si pongono oggi alla tecnoscienza e di valorizzarne il ruolo insostituibile.
11,50

Scienza e società. Introduzione alla sociologia della scienza

di Massimiano Bucchi

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2010

pagine: 207

Quali sono il ruolo e le responsabilità degli scienziati nella società contemporanea? Come può la ricerca scientifica mantenere la propria autonomia di fronte a sempre più pressanti esigenze sociali, vincoli politici, pressioni economiche? E come affrontare le sfide del rapporto tra scienza e società in un'epoca in cui temi come la clonazione o il cambiamento climatico polarizzano l'attenzione della politica e dell'opinione pubblica? Discutere di scienza porta inevitabilmente a interrogarsi sui rapporti tra la ricerca, i suoi risultati e il più ampio contesto sociale. Del resto, non si può comprendere la società contemporanea senza tener conto della scienza e delle sue più recenti trasformazioni. In una nuova edizione riveduta e aggiornata e con numerosi esempi concreti, il volume costituisce una preziosa introduzione a tali temi, facendo il punto su un dibattito sempre più vivace e attuale.
19,50

Scegliere il mondo che vogliamo. Cittadini, politica tecnoscienza

di Massimiano Bucchi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2006

pagine: 190

Energia nucleare, Ogm, cellule staminali, treni ad alta velocità: quanto più la scienza e la tecnologia avanzano rapidamente, tanto più la società sembra fare resistenza. Questo libro sostiene che simili questioni non tollerano né una "risposta tecnocratica" (la delega agli esperti), né una "risposta etica" (il rinvio ai valori morali dell'individuo). Quella che si rende necessaria è piuttosto una "risposta politica": poiché ogni tecnologia incorpora una visione dell'uomo, della natura, della società, diventano indispensabili sedi, istituzioni e procedure trasparenti e affidabili attraverso cui giungere a una scelta pubblica tra alternative possibili.
12,00

XTC. A school guide to

di Massimiano Bucchi

Libro

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2000

pagine: 84

14,00

Sociologia della salute

di Federico Neresini, Massimiano Bucchi

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 2001

pagine: 324

Il volume intende offrire al lettore, più che un'esaustiva - e probabilmente quasi impossibile - panoramica sulla letteratura sociologica nel campo della salute, una serie di strumenti concettuali e metodologici, organizzati attraverso "parole chiave" (corpo, comunicazione, organizzazione, rischio, cultura, gravidanza, morte) per cercare di comprendere come la salute vive oggi dentro la società e viceversa.
26,50

Il fucile del poeta

di Massimiano Bucchi

Libro: Libro in brossura

editore: GUANDA

anno edizione: 2015

pagine: 192

Di che cosa parliamo quando parliamo di innovazione? Dell'innovazione che si riempie la bocca di app, venture capital, start-up e spin off? O di quella reale, che in realtà è insieme più casereccia, più casuale, più complessa, e infinitamente più affascinante? In questo libro, Massimiano Bucchi raccoglie una ricca scelta di "momenti di innovazione", sottolineandone la natura di processi non lineari, collettivi, che non possono essere ricondotti all'intuizione di un genio isolato né all'introduzione di una singola "nuova tecnologia". Storie di innovazioni che dobbiamo agli utilizzatori, come il kalashnikov (1947), perfezionato da un soldato sovietico con un obiettivo semplice e insieme impellente: avere un'arma più potente per restare vivo il più a lungo possibile. Storie di innovazioni che potevano andare in altre direzioni, come i mille prototipi della bicicletta (1890). Storie di innovazioni concettuali, come la sequenza QWERTY sulle tastiere che tutti usiamo quotidianamente (1868). E che dire delle molte innovazioni nello sport, dal contropiede italiano (1934) al metodo Fosbury (1968); o nell'universo culturale, dal Monopoly (1903) allo spaghetti western (1964)? Una carrellata nella storia delle invenzioni che ci hanno cambiato la vita.
17,00

Scienza e società. Introduzione alla sociologia della scienza

di Massimiano Bucchi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2002

pagine: 196

Ogni giorno la scienza, nel tentivo di offrire risposte, pone nello stesso tempo alla società nuove domande, veri e propri dilemmi morali. Quali sono le responsabilità degli scienziati? E come può la ricerca scientifica mantenere la propria autonomia rispetto all'intreccio di esigenze sociali, vincoli politici e pressioni economiche? Il volume guida il lettore alla comprensione dei rapporti tra ricerca scientifica e contesto sociale, politico ed economico. Utilizzando numerosi esempi concreti, l'autore fa il punto su un dibattito che ha assunto recentemente una rilevanza prioritaria e toni fortemente polemici.
11,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.