Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Nicola Pice

Ovidio la voce del mito

di Nicola Pice

Libro: Libro in brossura

editore: Quorum

anno edizione: 2019

pagine: 230

Questo libro intende far cogliere la briosa fabulazione di Ovidio, il suo universo poetico fatto di luci, di colori, di forme in movimento, la sua concretezza nell'esprimere quel che di vero è dentro ciascuno di noi. Sono riportati in traduzione alcuni miti tratti dalle "Metamorfosi", il più grande compendio della mitologia classica che l'antichità ci ha tramandato, un'opera a volte definita "il grande poema delle passioni e delle meraviglie", a volte interpretata come "storia mitologica universale narrata dal punto di vista del cambiamento", a volte classificata come "epica dello spirito umano". A raccontare in una sorta di narrazione frammentaria il materiale fantastico è lo stesso Ovidio, costretto a vivere in esilio sotto un cielo bizzarro e livido, ormai vittima dell'eterno scontro tra cultura e potere. Non sono futili i racconti che egli narra: in fondo ci racconta come siamo, col carico delle nostre ansie e delle nostre inquietudini, delle nostre attese e delle nostre speranze. Il mito si pone come rinascita, come riscoperta di sé, come riappropriazione di una identità perduta o smarrita. Prefazione di Giovanni Cipriani.
18,00

Bitonto è in un mare di ulivi

di Nicola Pice

Libro

editore: Laterza

anno edizione: 2014

12,00

Alcesti e le Alcesti. Storie, forme e fortuna di un mito

di Nicola Pice

Libro: Libro in brossura

editore: Il Castello Edizioni

anno edizione: 2011

pagine: 354

La specificità del racconto di Alcesti è diventato nel corso del tempo il "luogo" del racconto della maschera e della morte, di un distacco dal talamo che racchiude in sé eros e thanatos, del rapporto tra i sessi, degli equilibri della vita coniugale, della dissoluzione dei legami familiari, della confusione e del rovesciamento tra vita e morte, dei confini e dei contrasti, delle sottrazioni e delle dilazioni, del dominio incontrastato della necessità che impone la sottomissione alla morte, della riscoperta di sé, che è poi come dire la consapevolezza della limitatezza del proprio essere. Alcesti e le Alcesti, perché ogniqualvolta di nuovo raccontato, il racconto mitico, tra i più ambigui di sempre, analogicamente impone la riflessione sulla esistenza e sulla esperienza dell'uomo.
20,00
23,00

Cultura dialettale e civiltà contadina. Un'indagine demologica a Bitonto

di Nicola Pice, Carmela Minenna

Libro: Copertina morbida

editore: EDIPUGLIA

anno edizione: 2008

pagine: 254

35,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.