Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Paola Panarese

Pubblicità e comunicazione integrata. Modelli, processi e contenuti

di Francesco D'Amato, Paola Panarese

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 2016

pagine: 279

La pubblicità è un ambito comunicativo importante per imprese, organizzazioni, sistemi economici e sociali e uno strumento necessario per sostenere politiche di marketing sfidate, da qualche decennio, da cambiamenti repentini e radicali. Alle trasformazioni di rapporti economici, dinamiche competitive e pratiche di consumo, la pubblicità ha risposto con l'integrazione di mezzi e azioni diversificate, l'attenzione alla relazione, l'articolazione di retorica e narrazione. Partendo da tale premessa, il libro ha una duplice ambizione: descrivere l'evoluzione verso una forma di comunicazione più complessa e dai contorni meno definiti che in passato, individuando le trasformazioni durature e le costanti del sistema, e offrire strumenti teorici e pratici utili alla progettazione di campagne di comunicazione pubblicitaria e integrata, fornendo le competenze di base necessarie a chi intenda intraprendere la professione di comunicatore o pubblicitario. Il volume è arricchito da materiali iconografici e video, disponibili sul sito dell'editore.
27,00

Quel che resta della pubblicità. La comunicazione di marketing nell'epoca post spot

di Paola Panarese

Libro: Copertina morbida

editore: Fausto Lupetti Editore

anno edizione: 2011

pagine: 333

Proiettata da un radicale cambiamento di scenario in una dimensione nuova, la comunicazione di .marketing si trova oggi in un tempo che qualcuno definisce "post-pubblicitario", in cui gli attori, i processi e i formati dell'advertising tradizionale vengono ridefiniti e ridimensionati. I mercati sfumano sempre più le loro caratteristiche fisiche per divenire luoghi di conversazione. Le aziende vendono prodotti, ma i consumatori acquistano marche. E le marche che più hanno successo si configurano come opere aperte, leggibili e comprensibili alla luce della cooperazione testuale degli utenti e del loro coinvolgimento cognitivo ed emotivo. Di qui la necessità di comprendere la recente evoluzione del settore, in un'epoca in cui il dibattito teorico è adombrato dalla vecchia idea della morte della comunicazione pubblicitaria e dallo spettro della crisi. In realtà, che la pubblicità sia ancora viva è un fenomeno piuttosto evidente. Che anche il marketing goda di buona salute è un fatto altrettanto certo. Che entrambi vivranno a lungo è una previsione piuttosto condivisibile. Che abbiano attraversato e stiano attraversando una fase di cambiamento è una constatazione inevitabile, così come è certo che non possano sfuggire a un'ulteriore revisione.
18,00

Piccoli inviati speciali. Leggere e scrivere il giornale in classe

di Paola Panarese, Emanuela Tumolo

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2005

pagine: 126

Come utilizzare il giornale in classe in modo innovativo? Qual è la sua storia e quali gli elementi fondamentali che ne caratterizzano la struttura? Come scoprire e raccontare le notizie? Come coinvolgere i bambini in una piccola redazione scolastica? Questi i temi trattati in un libro agile e di facile consultazione, che unisce l'approfondimento teorico a originali percorsi di laboratorio. Uno strumento pensato per i docenti delle scuole primarie, in grado di animare le attività didattiche e sviluppare nuove capacità di gestione comune, di immagini e parole.
10,30

Oltre il senso del limite. Giovani e giochi pericolosi

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2012

pagine: 160

Sembra maturata, negli ultimi anni, l'idea che i giovani abbiano deciso di dedicare il loro tempo libero a inseguire l'ultima moda in fatto di giochi pericolosi. A cadenza periodica, assistiamo all'invasione di servizi giornalistici che raccontano - tra condanna morale e curiosità folkloristica gli orientamenti estremi più in voga tra gli adolescenti di tutto il mondo, dagli Stati Uniti all'Indonesia. Le immagini e i resoconti di pratiche come balconing, binge drinking, choking game, eyeballing o ghost riding si mescolano così dentro uno stesso calderone, dove svago e azzardo si confondono, divertimento e disagio si sovrappongono e i giovani appaiono, contemporaneamente, vittime e carnefici delle più folli tendenze del momento. Tuttavia il gioco pericoloso non è il semplice frutto di incoscienza o ignoranza del pericolo, né può essere relegato alla sola sfera del disagio o, peggio ancora, del comportamento patologico. Al contrario, è l'ultima declinazione di un linguaggio del rischio a cui i giovani attingono per reclamare quelle esigenze personali e collettive che la realtà sociale non sembra più in grado di garantire. I giovani, allora, usano il rischio come una risorsa per esprimere se stessi, per rafforzare la coesione sociale e l'appartenenza a un gruppo, per affermare il proprio ideale di stile, gusto, consumo e tempo libero.
20,00

I nodi etici della rete. Condivisione e proprietà intellettuale

di Paola Panarese

Libro: Copertina morbida

editore: GUERINI E ASSOCIATI

anno edizione: 2007

pagine: 255

I significati associati alle architetture di Internet offrono alla riflessione scientifica un'efficace lente di ingrandimento del protagonismo del soggetto moderno. Le nuove tecnologie diventano il tramite per una comunicazione che si sottrae all'invadenza dell'emittenza e supera la separatezza tra fonte e destinatario, In questo senso, il Web esibisce i tratti di una nuova grammatica dell'intelligenza collettiva, visibile in quel nodo etico che contrappone la condivisione della conoscenza alla proprietà intellettuale. Le reti plurali e democratiche di Internet minacciano paradossalmente nuovi scarti e disuguaglianze sul piano del capitale cognitivo e della mobilità culturale degli individui. Per questo, l'accostamento tra la problematica etica e la Rete contribuisce ad innovare il dibattito richiedendo una diversa disponibilità intellettuale e l'ancoraggio dell'esercizio interpretativo a nuove coordinate. Rivisitando l'utilizzazione della Rete come spazio di produzione, consumo e condivisione culturale, l'autrice aiuta a porre le basi teoriche per discutere temi che cominciano a movimentare il dibattito, offrendo un interessante quadro interprétativo delle reti cibernetiche, senza lasciarsene "irretire".
22,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.