Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Paul Frölich

Autobiografia. Dalla Lipsia operaia di fine '800 all'azione di marzo del 1921

di Paul Frölich

Libro: Copertina rigida

editore: Pantarei

anno edizione: 2010

pagine: 254

20,00

Guerra e politica in Germania. 1914-1918

di Paul Frölich

Libro: Libro rilegato

editore: Pantarei

anno edizione: 2009

pagine: 348

Il primo conflitto mondiale si abbatté come un uragano sulle classi sfruttate, anche perché in pochi giorni l'edificio politico che i lavoratori avevano costruito, l'Internazionale Socialista, si dissolse come neve al sole. I partiti socialisti si schierarono con le rispettive borghesie, arrivando a teorizzare che l'Internazionale doveva essere considerata strumento per i periodi di pace e andava «sospesa» nei periodi bellici. Come poté accadere? Quali le premesse, quale la dinamica? Su un tema di questo spessore il contributo di Paul Frölich è notevole. L'autore ci fornisce un'impietosa e documentata cronaca politica di quegli avvenimenti: dalla genesi della guerra al «trionfo della follia» innescato a Sarajevo il 28 giugno 1914; dalle posizioni internazionaliste e antimilitariste della Seconda Internazionale, alla «socialdemocrazia imperiale», alla pace sociale imposta mediante i sindacati, alla sospensione delle leggi a tutela del lavoro; dalle lotte di classe che comunque si svilupparono, all'azione dei radicali di sinistra e del gruppo Spartakus. Un'esperienza densa di insegnamenti per l'odierna epoca di nuove crescenti contese tra vecchie e nuove potenze imperialistiche di stazza continentale.
15,00

1789. La grande svolta. Dalla burocrazia dell'assolutismo al parlamento della rivoluzione

di Paul Frölich

Libro: Libro Cartonato

editore: Pantarei

anno edizione: 2008

pagine: 326

Della ricerca di Paul Frölich sulla Rivoluzione francese spicca l'originalità, con la particolare attenzione dedicata alla dinamica sociale rivoluzionaria. Sullo sfondo di un inevitabile riferimento a Marx, l'autore presenta la Rivoluzione come una necessità, risultato dello stato delle forze produttive e dei rapporti di classe che ne derivano, ma insiste anche, con la consapevolezza della sua fedeltà al pensiero di Marx, sul concetto che le forze materiali non spiegano tutto, che è necessario far intervenire al giusto livello altri parametri. Tra questi, le strutture dell'apparato statale gli sembrano avere un ruolo fondamentale, descritto a partire dal fenomeno burocratico. L'attualità del testo è accresciuta da una rilettura della Rivoluzione francese nutrita dalla riflessione sulle rivoluzioni del Novecento. Per l'autore la Rivoluzione non è divenuta un'illusione. Essa rimane una sequenza creatrice, la cui cadenza è data dai fatti sociali e dalla volontà collettiva degli uomini
15,00
20,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.