Libri di POSTIGLIONE

Popolo e populismo. Dalla crisi dell'Europa alla rinascita della democrazia. Come ricostruire insieme un'Italia migliore

di Angelo Bruscino, Alessio Postiglione

Libro: Copertina morbida

editore: Cairo

anno edizione: 2019

pagine: 170

Dove stanno andando l'Italia e l'Europa? Le politiche del rigore degli ultimi anni hanno creato un diffuso malcontento nei vari Paesi del vecchio continente e la crisi economica iniziata nel 2008 ha dato la spinta definitiva al risentimento contro i tagli operati dalla Commissione europea, identificata come l'origine di tutti i mali. I partiti socialisti sono stati travolti dal nuovo populismo antiestablishment. L'euro ha favorito prevalentemente il mercato tedesco, mentre l'austerità «espansiva» è stata la regola nelle politiche economiche europee, con tagli alla spesa pubblica anche nei momenti di crisi: queste politiche hanno aggravato la recessione anziché mitigarla, riducendo i consumi e il PIL. Il surplus commerciale tedesco si regge dunque sui debiti degli altri Stati europei, provocando effetti devastanti come la crisi greca e la nascita del populismo su scala globale. Molti Paesi sentono la necessità di un nuovo realismo politico. La globalizzazione ha favorito una convergenza tra economie del Primo e del Terzo Mondo, per esempio con l'ascesa della Cina, aumentando le diseguaglianze all'interno dei singoli Stati, soprattutto ai danni della classe media. Senza dimenticare, sullo sfondo, i cambiamenti dell'America di Trump, con la fine dell'atlantismo come lo abbiamo conosciuto negli ultimi settant'anni. "Popolo e populismo" affronta con metodo e attenzione tutte queste problematiche, e racconta con lucidità la situazione politica italiana e internazionale, gettando uno sguardo sul futuro che ci attende.
14,00

Sahara, deserto di mafie e Jihad

di Massimiliano Boccolini, Alessio Postiglione

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2017

pagine: 187

Il deserto del Sahara è un crocevia di traffici di armi, droga ed esseri umani. Rotte carovaniere di un'economia criminale che salda il narco-jihadismo alle mafie internazionali. Con un obiettivo: destabilizzare il pianeta. I problemi dell'Italia nascono qui, in un lembo fra deserto e Golfo di Guinea, dove s'incontrano narcos sudamericani e narco-jihadisti. Il libro spiega tutto questo, partendo dal racconto di piccole storie di cronaca.
18,50
8,00

I DIRITTI DELL'UOMO NELL'ISLAM

di POSTIGLIONE, AMEDEO

Libro

editore: ARACNE

anno edizione: 2017

14,00

L'albero dei diritti e dei doveri umani

di Amedeo Postiglione

Libro: Copertina morbida

editore: CANTAGALLI

anno edizione: 2020

pagine: 288

L'autore, magistrato e noto studioso e promotore del diritto umano all'ambiente, anche nella dimensione internazionale, prende atto realisticamente, a distanza di anni, che aver puntato sulla categoria dei diritti umani per la promozione del valore ambiente si è rivelata una scelta corretta ma molto più difficile del previsto. Si apre così, in queste pagine, una nuova prospettiva: senza doveri i diritti non possono vivere e svilupparsi con stabilità e coerenza. Quando i diritti hanno un contenuto collettivo, come pace, sviluppo e ambiente, la dimensione personale è importante ma non sufficiente: per assicurare la loro effettività, diventa necessaria una filosofia in positivo di doveri comuni di tutti i soggetti sociali e pubblici coinvolti. Il libro, ispirato all'immagine di un albero, simbolo di vita e radicamento nella realtà, invita ad una lettura critica complessiva della categoria dei diritti umani; sostiene che esiste una crisi di coerenza ed effettività; pone all'attenzione dei governi, delle Nazioni Unite e della società civile una proposta innovativa: una Dichiarazione universale dei doveri dell'uomo e dei popoli, integrativa e rafforzativa della Dichiarazione del 1948 sui diritti umani.
20,00

Gli effetti delle politiche di bilancio sul patrimonio netto: il confine del falso in bilancio

di Annalisa Postiglione

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Scientifiche Italiane

anno edizione: 2017

pagine: 168

L?autrice analizza quali possano essere le conseguenze delle politiche di bilancio sul patrimonio netto e sul capitale sociale della società, con particolare attenzione alla responsabilità che tali scelte possono comportare per chi le ha effettuate e per chi le abbia avvalorate o consentite. Prendendo le mosse da una possibile definizione delle politiche di bilancio, si traccia il confine tra l?arbitraggio conseguente alla presenza di diversi criteri di valutazione e la falsità o l?incompletezza dell?informazione societaria.
21,00

Formazione professionale, didattica accademica. Concetti, intersezioni, applicazioni

di Rocco Marcello Postiglione

Libro: Copertina rigida

editore: Anicia (Roma)

anno edizione: 2018

pagine: 176

Lavoro, adulti, università. Grandi sfide per l'educazione e la pedagogia. Si cerca qui, in primis, di sistemare le definizioni concettuali di quel versante del mercato del lavoro che è la formazione professionale, mettendo in luce le proprietà fondamentali della nozione principale di cui si occupa: la qualifica professionale. Una serie di schemi concettuali, chiarificano il funzionamento di questi ambiti delle società umane e offrono spunti per un'analisi delle politiche formative che tengono conto di dati e informazioni statistiche ed euristiche esistenti ma non si fermano a essi: l'intento è anzi di favorire l'avvio di indagini empiriche su basi ipotetiche più solide e la costruzione di set di dati in grado di integrare quelli oggi disponibili. In secondo luogo, si affronta un'intersezione tra le più importanti e feconde: quella tra formazione professionale e vita adulta. Si tratterà soprattutto di definire differenzialmente l'educazione degli adulti come campo di studio, e di intendere a quali fenomeni e a quali pratiche concrete esso si rivolga e possa contribuire. Rifiutando quell'identificazione tra studi di educazione degli adulti e metodologia didattica delle attività formative rivolte ad adulti, che prevale nella letteratura sul tema. Si prova a ripartire ab imis, identificando i fenomeni e, tramite la loro definizione, si mostra l'estensione e la problematicità di un campo di studi che interroga la frontiera aperta dell'umano in questo crinale tra intelligenze meccanizzate e collettive e fragili individualità. Infine, si tenta un'applicazione di quanto elaborato al caso della didattica accademica. Campo interessante quant'altro mai per i pedagogisti, messi alla prova più dura: mostrare coerenza tra quanto professano e quanto realizzano. La sfida è di applicare dottrine e teorie sull'insegnamento, sulla formazione e sull'educazione, a quanto si fa e si realizza concretamente nell'attività quotidiana con gli studenti. Senza compromessi che attenuino la forza teoretica e metodologica dei concetti, e senza velleitarismi che ne metterebbero a rischio la preparazione agli studi, al lavoro, alla vita. Assumendo infine, come punto d'attacco concreto e come terreno di proposta, il tirocinio, vero banco di prova per i corsi di studio pedagogici.
20,00
40,00

Diritto internazionale dell'ambiente

di Amedeo Postiglione

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2013

pagine: 588

Con la presente pubblicazione viene offerto un contributo innovativo sul diritto internazionale dell'ambiente che nasce da una reale, lunga e diretta esperienza dell'autore, sia come magistrato della Corte Suprema di Cassazione, sia come fondatore e direttore della Fondazione ICEF (International Court of the Environment Foundation), operante da oltre 20 anni per la promozione di una vera Governance Globale Ambientale incentrata su due nuove istituzioni: una di tipo esecutivo - un'Agenzia delle Nazioni Unite per l'ambiente - ed una di tipo giudiziario - una Corte Internazionale dell'Ambiente con accesso sociale di carattere obbligatorio. L'autore sostiene che il diritto internazionale generale, non solo in tema ambientale ma anche nei settori dei diritti umani e della sicurezza, oltre che nell'economia, si è già aperto a due nuovi soggetti (la comunità internazionale e l'individuo) mentre la sovranità degli Stati è da una parte limitata e dall'altra rafforzata in un ruolo di solidarietà ed integrazione.
32,00

La privacy per «designati» e «autorizzati» al trattamento dei dati personali

di Federico Bergaminelli, Mario Postiglione

Libro: Copertina morbida

editore: Polis SA Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 78

Il decreto legislativo 101/2018, che adegua l'ordinamento italiano alla privacy europea (Regolamento 2016/679) introduce la figura del «designato per specifici compiti e funzioni» connessi al trattamento dei dati e risolve un po' di problemi organizzativi. La Legge Privacy (Codice Privacy e il Regolamento Europeo Privacy UE/2016/679 GDPR), impone al Titolare del Trattamento e al Responsabile del Trattamento di pianificare interventi di formazione privacy periodici per tutti i dipendenti e collaboratori, che nell'ambito delle proprie mansioni lavorative vengono a conoscenza o possono trattare dati personali. L'art. 29 del GDPR prevede che il datore di lavoro debba obbligatoriamente designare un Incaricato Privacy e formare ogni lavoratore addetto a compiere operazioni di trattamento di dati personali di clienti, fornitori e dipendenti. Con l'acquisizione dei contenuti di questo testo, anche in caso di sopralluoghi e attività ispettive, sarai in grado di dimostrare di aver dato seguito al "principio di accountability" e di aver correttamente adempiuto agli obblighi di formazione privacy imposti dalla normativa vigente.
17,90

Trattamenti e scelte di fine vita. Un percorso, de jure condendo, tra bioetica e biodiritto

di Giuseppe Postiglione

Libro: Copertina morbida

editore: Cerebro

anno edizione: 2012

pagine: 356

Questo lavoro, analizzando i trattamenti e le scelte di fine vita, mette alla prova dei diritti alcuni temi cruciali, sia attraverso l'esperienza italiana de iure condendo, sia de iure condito con quella estera. Non può essere considerato elemento dirimente qualcosa di assolutamente accidentale, come l'essere affetto da una patologia che richieda o meno il sostegno di macchinari, per poter distinguere nettamente una condotta punita dal diritto penale, ed una viceversa, protetta dal diritto costituzionale. Sono queste le programmatiche indicazioni che, ragionevolmente, emergono dai principi costituzionali. Il lavoro, muovendosi nel difficile crogiolo dei diversi articolati di legge, si spinge oltre la mera speculazione nel campo del diritto costituzionale, civile e penale, affrontando anche i maggiori casi che hanno interessato il dibattito pubblico italiano ed internazionale, mettendo in evidenza l'incidenza del fattore religioso e l'aspetto laico, la bioetica e il biodiritto: un caleidoscopio complesso d'idee, molto spesso confuse, sia sul piano etico che su quello giuridico.
20,00
9,90

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.