Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di S. Tettamanti

Il viaggio di Gulliver. Verso una (im)possibile cultura europea (1961-1963)

di Valeria Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: Pendragon

anno edizione: 2021

pagine: 222

Scopo di questo libro è portare alla luce un'esperienza di intercultura europea, il progetto Gulliver, promosso da Elio Vittorini e da Maurice Blanchot negli anni 1961-1963. Le élite intellettuali di sinistra di quegli anni, in particolare francese, italiana e tedesca, elaborarono il progetto di una Revue internationale nel tentativo di rifondare un'identità culturale europea, nel segno dell'Unità, con ambizioni pari a quelle che avevano costituito la politica sancita dai Trattati di Roma del 1957. Gli scambi epistolari, i testi preparatori, le discussioni non si tradussero, però, nella realizzazione di una nuova rivista internazionale, soprattutto a causa di difficoltà pratiche (logistiche ed editoriali) e di divergenze ideologiche. Parte degli articoli che avrebbero dovuto costituire il primo numero della rivista verranno pubblicati nel settimo numero del «Menabò» (1964), diretto da Vittorini. Attraverso l'analisi delle Correspondances, dei Textes préparatoires e del «Menabò 7», la presente ricerca vuole tracciare i contorni della posture collettiva della "comunità" intellettuale, reale o soltanto immaginata, e riflettere sugli enjeux politici, sociali e culturali legati al "sogno" di una comunità di scrittori europei alle prese con le contraddizioni dell'engagement.
20,00

Biochimica medica strutturale metabolica e funzionale

di Noris Siliprandi, Guido Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: Piccin-Nuova Libraria

anno edizione: 2018

pagine: 1110

75,00

Quale Europa? Una polemica liberale

di Tito Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: IBL Libri

anno edizione: 2020

pagine: 340

Il processo di unificazione europea è una speranza o una minaccia per le libertà individuali e, soprattutto, per la libertà economica? Nella vita di ognuno di noi, l'Europa è un mercato unico nel quale scambiare beni e servizi o un potere intrusivo che arriva a regolamentare i campi più disparati di attività? Pensatori e osservatori di ispirazione liberale hanno dato, nel tempo, risposte molto diverse a questi interrogativi, che non perdono d'attualità con l'evoluzione del progetto europeo. Tito Tettamanti da anni conduce una battaglia fortemente critica nei confronti degli aspetti più distorsivi del progetto europeo e sulle ambizioni neo-centralistiche di Bruxelles. Una battaglia che in primo luogo riguarda il rapporto fra Confederazione elvetica e Unione europea, ma che chiama anche in causa scelte politiche e valori fondamentali. Questo volume presenta una selezione dei suoi scritti sul tema e alcune reazioni di protagonisti della vita economica e della discussione pubblica, che testimoniano un'esigenza di confronto, sia nell'adesione che nella critica, con le tesi di Tettamanti.
20,00

Il cervello sintattico

di Marco Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2020

pagine: 127

Le parole delle frasi che produciamo non sono ordinate a caso, bensì secondo vincoli dettati dal cervello sintattico. Questi vincoli riflettono la capacità del cervello di acquisire e computare - per lo più in modo inconsapevole - le intricate connessioni che legano una parola all'altra. Il libro presenta le scoperte più importanti della psicolinguistica e della neurolinguistica riguardo ai meccanismi che sottendono la competenza sintattica, offrendo una panoramica approfondita dei principi che governano la sintassi delle lingue naturali, dell'acquisizione delle relative abilità in età evolutiva, del normale funzionamento del cervello sintattico e della sua compromissione nelle patologie neurologiche. Il quadro che ne emerge fa luce su alcuni dei più misteriosi e affascinanti meccanismi cerebrali che permettono alla specie umana di comunicare attraverso il linguaggio.
12,00

Tuffarsi nell'altrui personalità. Il lavoro di editor di Grazia Cherchi

di Giulia Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: Unicopli

anno edizione: 2019

pagine: 212

Instancabile, spregiudicata eppure paziente, Grazia Cherchi per oltre un trentennio ha parlato di libri attraverso la realtà e di realtà attraverso i libri. È stata per un'intera generazione di scrittori la "zarina della letteratura": Stefano Benni, Alessandro Baricco, Maurizio Maggiani la ricordano come un'amica generosa, una zia premurosa e invadente, ma soprattutto come una editor di eccezionale talento. Dalle pagine di "Linus", de "Il Manifesto", "Panorama" e "l'Unità", dagli anni Sessanta agli anni Novanta, Grazia Cherchi ha consigliato e sconsigliato letture e autori di ogni genere, smorzando i facili entusiasmi dell'industria editoriale in difesa dei lettori per una letteratura di qualità. Il lavoro di Giulia Tettamanti offre un ritratto, per tanti aspetti inedito grazie anche alle interviste e ai documenti qui pubblicati per la prima volta, di un personaggio, e del suo lavoro, che è stato fondamentale nella letteratura italiana contemporanea.
15,00

Cose che so. Libri, pesci combattenti, scaloppine al limone, ancora libri e poco altro

di Stefano Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: L'Amico Ritrovato

anno edizione: 2019

pagine: 144

Per Socrate tutto ciò che l'uomo saggio sa è di non sapere. Lo abbiamo imparato al liceo e da allora non lo abbiamo più dimenticato. Ma si arriva a un'età in cui ci si accorge che ci sono anche tante cose che non sapevamo di sapere. E che per non dimenticarle può essere utile - utile solo a se stessi e forse alle persone più care - scriverle. Le cose che sa Stefano Tettamanti sono state pubblicate per la prima volta nel blog letterario di Chicca Gagliardo "Ho un libro in testa" nel corso del 2014 o del 2015, e questa è una cosa che nessuno sa più.
13,00

Pedagogia dell'Oltre. Lineamenti per il fondamento di una pedagogia a orientamento neo-esistenziale

di Valentina Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2019

pagine: 136

La Pedagogia, in quanto scienza dell'educazione, necessita di un profondo rinnovamento al suo interno. Per diventare punto di riferimento e guida nel cammino evolutivo di ogni individuo deve modificare i propri paradigmi e farsi "antropologia" pedagogica. A tale scopo è necessario volgere lo sguardo verso e nuove acquisizioni scientifiche e filosofiche e giungere a un punto di vista nuovo sull'uomo e sul mondo. Si ritiene necessario oltrepassare gli attuali limiti di un'educazione incapace di offrire strumenti adeguati allo sviluppo delle immense potenzialità che ogni essere umano (concepito "unico" e "irripetibile") possiede al suo interno. La prospettiva di riferimento da cui parte l'autrice è quella dell'Antropologia neo-esistenziale che diviene qui fondamento metodologico per la nascita di una pedagogia a orientamento neo-esistenziale.
10,00

Restare a casa. Piccolo alfabeto del contagio

di Valentina Tettamanti, Fabio Gabrielli

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2020

pagine: 108

Queste pagine non hanno la pretesa di un discorso apocalittico sul momento virologico che stiamo vivendo, neppure intenti edificatori o consolatori, ancora meno finalità accademiche, pregne di tecnicismi filosofici. In realtà, cercano di intercettare in qualche modo, alla luce di pudiche briciole di filosofia, il segno aspro, duro, profondo che ci ha lasciato questo tempo. Una riflessione che muova dal modo di vivere casalingo l'angoscia del contagio, sulla base delle cose, delle posture, dei volti, delle dinamiche relazionali attorno a cui si coagulano le nostre case, proponendone la lettura per voci. Un esercizio filosofico che richiede un pathos che lo animi e lo sostanzi: lo stupore, una sorta di stordimento, di ammirazione mista a sgomento, da cui germina la nostra apertura sulle cose e il senso che attribuiamo loro.
10,00

Oltre il tonal. Riflessioni antropologiche sul «Nagualismo Tolteco»

di Valentina Tettamanti, Ferdinando Brancaleone

Libro: Copertina morbida

editore: Aracne

anno edizione: 2020

pagine: 208

Il saggio propone riflessioni, considerazioni e puntualizzazioni circa alcuni peculiari aspetti del Nagualismo Tolteco, originate da un'accurata "ri-lettura" della letteratura sull'argomento. Ma chi sono i "Toltechi" e cosa significa "Nagualismo"? Soprattutto, com'è possibile affrontare tale tematica alla luce della prospettiva sollevata dall'Antropologia neo-Esistenziale? L'intento è di mostrare come la saggezza tolteca possa offrire importanti elementi di riflessione a tutti coloro che vogliono "accedere" a punti di vista differenti e alternativi su quella che comunemente viene chiamata "realtà".
12,00

Flash

di Tito Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 144

«Avendo girato abbastanza il mondo, ho raccontato (magari più volte) qualche divertente fatto accadutomi, ho illustrato caratteri di persone incontrate, ho ripetuto pettegolezzi raccolti, suscitando l'ilarità degli amici. Li ho memorizzati quasi fossero dei flash e li presento qui senza nessun ordine né logica temporale. Non sono altro che istantanee, a me sono servite quali ricordi, e alla mia età i ricordi sono importanti e un poco danno il gusto delle cose vissute e passate per sempre. E riempiono le giornate. Ma ancor più mi servono per sottrarmi allo stucchevole, pomposo e inutile rito della biografia, nella quale alcuni cari diavoli tentatori mi esortavano a cimentarmi».
12,50

L'eone della cosa. Saggio filosofico da Aristotele a Carl Schmitt

di Giorgio Tettamanti

Libro

editore: Mimesis

anno edizione: 2016

pagine: 230

Il testo può essere diviso in due parti: la prima di carattere filosofico-teoretico sul concetto di "cosa" sinora mai veramente pensato sul versante delle lingue neolatine; nella seconda parte viene innestato il termine nel lessico e nella prassi politica, con l'emersione della romanità come momento centrale in cui il termine "res" come "publica" comincia a dominare la prassi e la teoresi occidentale. La concretizzazione di "res" avviene nel Novecento, momento in cui la "res" si fa "corpo" usato dalla politica nelle due Grandi Guerre. Oggi si pensa al superamento del concetto di "politica".
20,00

Tristezza. Dalla rassegnazione alla creatività fragile

di Fabio Gabrielli, Valentina Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: la Bussola

anno edizione: 2021

pagine: 132

Gli autori, nel libro precedente, "Restare a casa. Piccolo alfabeto del contagio", avevano affrontato la pandemia a partire dal modo con cui l'abbiamo vissuta e attraversata nel chiuso delle case. Una sorta di alfabeto delle cose come riproduzione carnale dei codici dell'anima. In questo nuovo contributo, essi cercano di offrire al lettore una chiave interpretativa della permanenza e della recrudescenza del tempo pandemico alla luce di due diverse modalità di vivere la tristezza. Adesione a una tristezza rassegnata e impotente, oppure a una tristezza intesa come creatività fragile, capace di ergersi contro l'orrore come energia di vita, di promozione della bellezza, dell'operosità, nella consapevolezza, e proprio per questo, dell'incolmabile mancanza, della irriducibile finitezza, della continua esposizione alla vulnerabilità che abitano gli umani.
10,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.