Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Salvatore La Porta

Elogio della rabbia. Perché dovremmo incazzarci di più e meglio

di Salvatore La Porta

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2019

pagine: 178

Viviamo tempi bui. Da sempre. Invidia, rancore, oppressione e gelosia assorbono le nostre energie come una spugna, lasciandoci esausti e rassegnati davanti ai nostri infiniti fallimenti. Un lavoro che non ci soddisfa e il nostro capo che non la smette di umiliarci. L'amore che ci piega con le sue malsane incomprensioni, spingendoci a immaginare mille amanti. Nel frattempo, il telegiornale ci sbatte in faccia vittime e morti di guerre che non capiamo e i partiti politici si fanno forza sparando proiettili di odio verso il nemico, l'intruso, lo straniero. Basta galleggiare per qualche secondo nell'abisso di Facebook, scansando momentaneamente le foto di gattini, per rendersi conto di quanto il mondo sia violento: i commenti sotto i post sono un tripudio di offese e auguri di morte, di razzismo e sessismo; legioni di annoiati e troll si compattano, fanno gruppo per spruzzare sugli altri tutta la loro anonima bile. Eppure non dovrebbe essere così, la rabbia. Questo sentimento luminoso, carico di coraggio, di speranza, che ha permesso a popoli oppressi di conquistare la libertà, a uomini e donne cresciuti ai margini del mondo di diventare santi, artisti, presidenti, e a migliaia di volenterosi di dare voce, ogni giorno, alla loro protesta d'amore. "Elogio della rabbia" è un manifesto audace: un invito a scrollarci di dosso la catasta di preoccupazioni, ossessioni e isterie che bruciano le nostre vite; ad abbandonare quel bisogno di controllo che esercitiamo verso tutto e tutti - i nostri figli, la nostra poltrona, il telefono della persona che amiamo -; e, infine, a trasformare quell'energia repressa in un'arma per difendere e riconquistare il futuro. All'insegna della giustizia, però, e non del sopruso. In un coro umano che non si faccia confondere da un esercito improvvisato di solitudini avvelenate.
16,00

Less is more. Sull'arte di non avere niente

di Salvatore La Porta

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2018

pagine: 176

Apri il tuo portafoglio. Cosa vedi? Scontrini, tessere della palestra, del discount, fotografie di tuo figlio, della donna o dell'uomo di cui sei innamorato, la patente, il documento d'identità, la carta di credito, i biglietti da visita. Tutti oggetti che descrivono perfettamente chi sei, cosa fai, che persona ambisci a essere. Anche la tua casa, se ci pensi bene, dice molto di te: hai una tv nuova, i quadri di un artista che credi ti rappresenti, sul balcone hai costruito un piccolo orto verticale - va di moda, e poi è un'ottima strategia per risparmiare qualche euro sulla spesa. Da anni desideravi avventurarti in qualche località esotica e pericolosamente sperduta: hai già ricaricato la prepagata, scelto il volo più economico, confermato la stanza di un albergo a due stelle, ma con piscina. Ricorda di chiedere le ferie, ma prima devi pagare le bollette, il mutuo, l'assicurazione, il tagliando, la benzina. Quando sarai partito, non dimenticarti di scrivere a mamma e papà: non farli preoccupare. Il prossimo mese comincia il corso di nuoto: hai fatto l'iscrizione? Hai prenotato la visita medica? Lo stipendio ha iniziato il suo inesorabile countdown: il cinema, il sushi all-you-can-eat, i giochi per i bambini, la crema per la pelle liscia, il sapone per la pelle grassa. Beni indispensabili che dicono tutto di te. Oppure no? Forse sei intrappolato dalle cose che desideri, lettore, e sfortunatamente non ho trucchi da mostrarti. Non ti insegnerò a vivere con pochi euro al giorno, e comunque non ti basterebbe. Però posso fare molto di più per te: farti conoscere l'arte di non avere niente. È una pratica antica professata da filosofi e mistici orientali, pellegrini e cantori. Ed è l'unico sentiero che può condurti a riscoprire la vita nella sua essenza, sotto il velo delle illusioni, della nostalgia, delle maschere, dei rimorsi e dei bisogni indotti. Solo cosi potrai riconquistare la tua libertà, vivere senza rimpianti e rispondere alla più antica e impossibile delle domande: Chi sei?
16,00

I racconti di Azina: bicicletta e partigiana

di Salvatore La Porta

Libro: Libro in brossura

editore: Villaggio Maori

anno edizione: 2016

pagine: 110

"Io ero la bici di Bogart. Non era un gran bel nome da partigiano. Ma tant'è. Bogart era un torinese secco come una corda, e dove ti saresti aspettato un gran naso adunco trovavi invece il volto piatto d'un gatto, dalle labbra minuscole". Un gioco narrativo che reinterpreta la letteratura del dopoguerra attraverso un punto di vista sorprendente: quello di una bicicletta comunista e partigiana. I racconti di Azina descrivono la lotta antifascista attraverso l'Europa invasa, da Parigi ad Alba, con malinconia ed un po' di amarezza, ma anche con nostalgia per uno dei pochi episodi della vita nazionale che vale la pena ricordare con orgoglio.
12,00

Il giradischi trascendente

di Salvatore La Porta

Libro: Libro in brossura

editore: Villaggio Maori

anno edizione: 2016

pagine: 120

Il giradischi è un prodotto tecnologico ormai superato da decenni: nuovi formati e dispositivi digitali hanno rimpiazzato l'analogico. Tuttavia, per i fedeli amanti del suono, la riproduzione analogica di un brano musicale conserva ancora una "magia" altrimenti perduta. Con l'aiuto della filosofia, della scienza e dell'ironia letteraria, La Porta tenta di dimostrare che dietro quella magia si annida in realtà il concetto stesso di "trascendenza". Qualcosa che non possiamo misurare, ma che ci emoziona e che ci porta al di là del numerabile. Un nuovo tentativo di raccontare quel che è più antico: l'infinità che c'è nello spazio tra l'"uno" e il "due".
13,00

L'antieroe

di Salvatore La Porta

Libro: Libro in brossura

editore: LA CARAVELLA EDITRICE

anno edizione: 2012

pagine: 122

"... il ritratto dell'opposto, il profilo dell'uomo tutt'altro che perfetto, l'anti-eroe appunto! Con una buona dose di autoironia e sarcasmo, si srotolano esempi di vita, episodi e accadimenti efficaci per mettere a nudo nervi e debolezze dell'uomo moderno alle prese con le prodezze del vivere quotidiano..." Pagine terapeutiche: se è vero che un solo minuto di riso irrefrenabile equivale a quarantacinque minuti di relax, leggere questo libro vi allungherà la vita!
10,00

Un posto asciutto

di Salvatore La Porta

Libro

editore: Villaggio Maori

anno edizione: 2011

pagine: 40

Mario ha aperto un bar in Sicilia, è un despota che per due euro venderebbe anche la madre ed ha una cicatrice che gli sconvolge il viso, ricordo di un cliente insoddisfatto. In quel bar si alienano le vite dei suoi sottoposti, Seby che ha visto il cadavere di una bambina e non riesce più a dormire e Alfio, marinaio mancato. Le loro esistenze si annientano giorno dopo giorno, tutte uguali, tra clienti atipici e situazioni imbarazzanti.
3,00

In morte di Turi

di Salvatore La Porta

Libro: Libro in brossura

editore: Villaggio Maori

anno edizione: 2008

pagine: 128

7,20

L'organizzazione delle libertà sociali

di Salvatore La Porta

Libro

editore: Giuffrè

anno edizione: 2004

pagine: 186

15,00
0,99

Il giradischi trascendente

di Salvatore La Porta

Libro: Copertina morbida

editore: Villaggio Maori

anno edizione: 2018

pagine: 142

15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.