Libri di Stefano Cerati

I 100 migliori dischi Doom

di Stefano Cerati

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 197

Doom, la parola inglese che identifica il fato, il destino avverso, è anche il nome di un genere musicale composto di tutti gli elementi che caratterizzano il lato più tetro sia della cultura albionica che di quella nordamericana. Ascoltare questo tipo di rock è come immergersi nei racconti di Arthur Conan Doyle, Edgar Allan Poe, Lord Byron e Mary Shelley: storie di castelli maledetti, orrori indicibili, antichi rituali, religioni occulte, maghi e chiese. Oppure muoversi nelle paludi della Louisiana, con un effetto più stregonesco e ipnotico, affondando le radici nella tradizione del blues. Un suono che è fatto per scavare a fondo negli angoli oscuri della natura umana e farci correre un brivido lungo la schiena, mentre i nomi suggestivi di alcune band come Paradise Lost, Cathedral, Candlemass o Electric Wizard preparano già l'ascoltatore alle sensazioni che potrà provare. "I 100 Migliori dischi doom" è un viaggio seguendo un fil noir che si dipana lungo gli album più significativi del genere, collegando antiche culture e tradizioni a sonorità dure e cupe, esaltando quel concetto di "paura" nel rock inventato dai padrini dell'heavy metal, i Black Sabbath.
18,00

Heavy metal. 50 anni di musica dura

di Stefano Cerati

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 383

Per l'uomo della strada, per molti anni l'Heavy Metal è stata quella musica grezza e rumorosa suonata da brutti ceffi ricoperti di cuoio e borchie, ma questa è solo la superficie e non arriva a capire il cuore di un genere che non è solo musica, quanto un vero e proprio linguaggio espressivo fatto di vestiti, immagini, riferimenti letterari e cinematografici. L'Heavy Metal infatti è prima di tutto un atteggiamento, un modo di intendere la vita. L'Heavy Metal è una porta su mondi reali e immaginari dove si parla di epic fantasy, di fantascienza, di guerra, di morte, di politica e di Satana e lo si fa con cognizione di causa e profondità di intenti che hanno un solo, grande filo conduttore: l'esplorazione del lato oscuro della natura umana. Fin dai tempi di Led Zeppelin e Black Sabbath, padri fondatori del genere e nati entrambi nel 1968, quella Heavy Metal è stata una musica scomoda, bistrattata e aspramente ridicolizzata dalla critica impegnata, ma è diventata presto la beniamina di una o più generazioni di ribelli, di persone che si sentono realmente "contro" e che sono appagate dallo sfoggio di potenza eroica e da un volume insostenibile. Nel tempo, il genere si è evoluto, trasformato e rinnovato attraverso molte correnti diverse, cambiando faccia ma rimanendo sempre vitale grazie non solo a grandi interpreti che ne perpetuano l'eccellenza - come Iron Maiden, Metallica, Slayer, AC/DC o Rammstein - ma anche a migliaia di altre formazioni più piccole e meno note, ma non meno importanti. Questo libro racconta idealmente tutte le sfumature dell'Heavy Metal ma non ne vuole essere una mera cronistoria, quanto un'analisi delle sue caratteristiche, dei suoi tanti contatti con l'arte, il teatro, la letteratura, il cinema e i fumetti...
23,00

A Sud del paradiso. Canzoni, testi e musica degli Slayer

di Stefano Cerati

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2014

pagine: 256

Se il rock è la musica del diavolo, allora siete nel posto giusto perché nessuno ha saputo evocare il demonio come gli Slayer. La loro musica è veloce e cattiva ed i loro testi sono spietati. Sono un occhio malefico ed implacabile sui difetti e sulle deviazioni della razza umana, che loro amplificano in maniera terrorizzante. Cantori della distruzione e dell'apocalisse, sono amati e odiati, ma sicuramente non possono essere ignorati. Controversi e pericolosi per la morale comune, sono passati attraverso ogni genere di critica per trent'anni uscendone sempre vincitori. Questo libro dovrebbe essere letto come un insieme di ottimi racconti horror, infatti possiamo trovare i temi più raccapriccianti del genere: Satana, vampiri, zombie, demoni, serial killer, psicopatici, depravati, streghe, necrofili e poi ancora guerre, sangue, malattie, fuoco, fiamme, Inferno e soprattutto tanta, ma tanta morte. Tutto però dovrebbe essere preso con un sorriso e con la leggerezza con cui guardiamo un film di George Romero o leggiamo un libro di Stephen King, perché in fondo è solo rock'n'roll... O no?
16,00

Black Sabbath. Masters of reality. Dischi, musica e testi dell'era Ozzy (1969-1978)

di Cerati Stefano

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2012

pagine: 208

Dischi, musica e testi dell'era Ozzy (1969-1978). La band è il più grande equivoco della storia del rock. Accusati di essere satanisti, Ozzy Osbourne e soci erano invece pacifisti convinti ed indagavano temi spirituali, sociali e surreali nello stile crudo, metafisico ed horror tratteggiato da Geezer Butler. Ma erano soprattutto dei musicisti coraggiosi e sperimentali che venivano dal jazz e dal blues e che hanno forgiato addirittura un nuovo genere musicale, l'heavy metal.
15,00

I 100 migliori dischi Death metal

di Stefano Cerati, Barbara Francone

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2012

pagine: 216

I 100 migliori dischi Death Metal selezionati per voi ed elencati in ordine alfabetico con tutte le copertine a colori. Una guida indispensabile per i cultori del genere ma anche per chi vuole avvicinarsi ad una delle correnti più estreme del metal.
17,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.