Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Tom Stoppard

L'invenzione dell'amore

di Tom Stoppard

Libro: Copertina morbida

editore: Sellerio Editore Palermo

anno edizione: 2021

Tutti realmente esistiti (ad eccezione di uno) i personaggi de "L'invenzione dell'amore", considerata dal critico Harold Bloom l'opera migliore di Tom Stoppard. Alfred Edward Housman (1859-1936), latinista, filologo e raffinato poeta arriva nell'Ade. Caronte deve traghettarlo ma nel corso della navigazione lo Stige si incrocia con il Tamigi della giovinezza del professore. In una Oxford di fine Ottocento si susseguono gli incontri con amici, colleghi e insegnanti mentre riecheggiano le voci dei poeti che hanno inventato la poesia d'amore: da Ruskin a Jerome K. Jerome a Oscar Wilde.
14,00

Rosencrantz e Guildenstern sono morti

di Tom Stoppard

Libro: Copertina morbida

editore: Sellerio Editore Palermo

anno edizione: 2019

pagine: 153

«"Rosencrantz e Guildenstern" sono morti è innanzitutto una commedia. Intendevo creare un testo comico e se il risultato non fosse stato divertente riterrei di aver fallito» (Tom Stoppard). Rosencrantz e Guildenstern sono due personaggi minori dell'"Amleto" di Shakespeare. Una fugace apparizione, qualche battuta e via; ma alla fine del dramma l'altisonante annuncio: «Rosencrantz e Guildenstern sono morti». Da qui il titolo di questa tragicommedia, celebrato capolavoro del teatro dell'assurdo. Esso mostra cosa accade dietro la scena ai personaggi. Così i due rappresentano la totale insensatezza, la casualità del tutto, il vuoto: stanno lì, non fanno e non sanno niente, certe volte confondono perfino i propri nomi, si sfidano a testa o croce e si scambiano vaneggiamenti, doppi sensi, insinuazioni, giochi di parole. Come se fossero alla mercé di un impenetrabile mistero. Quelli che li incontrano sembrano sempre prenderli sottilmente in giro a sottolineare la loro inutilità; e se hanno una notizia, un'informazione, non li mettono a parte. Ma più che angoscia suscitano, come vuole l'autore, comicità, divertimento. E questo torna a confermare l'assunto filosofico pessimistico. L'opera è diventata un film, nel 1990, diretto dallo stesso Tom Stoppard, Leone d'Oro a Venezia.
13,00
26,11

La sponda dell'utopia

di Tom Stoppard

Libro: Copertina morbida

editore: Sellerio Editore Palermo

anno edizione: 2012

pagine: 408

Gli anni fervidi e appassionati del rivoluzionario Bakunin, del filosofo Herzen, del critico Belinskij, del romanziere Turgenev. Il quartetto dell'intellighenzia della remota Russia dispotica venuto a infervorare l'Ottocento europeo, con la foga delle idee e i dibattiti accaniti. Il drammaturgo Tom Stoppard li mette in scena penetrando attraverso le pieghe umane nella nebulosa delle nascenti idee che avrebbero toccato i nervi di due secoli. L'intellighenzia russa fu un'energia trascinante: così, intorno alla cerchia dei quattro amici, prende voce e azione la costellazione umana delle barricate liberali, radicali, socialiste. In più o meno tutti, i cospiratori compaiono sul palcoscenico di casa Bakunin o di casa Herzen: c'è Marx, Mazzini, Louis Blanc, Ledru-Rollin, Kossuth, Arnold Ruge, Cemysevskij, più la folla degli eroi d'un momento, intellettuali anonimi, comparse. È la sponda dell'utopia; sull'altra sponda giganteggia la personalità di Aleksandr Herzen: e forse la trilogia di Stoppard può vedersi come la storia umana della presa di coscienza di questo ardito anticipatore dell'antitotalitarismo. "La sponda dell'utopia" si articola in tre tempi: "Viaggio", dal 1833 al 1844, nella tenuta russa dei Bakunin (quando Michail e gli amici Belinskij, Herzen e Turgenev sono intorno ai vent'anni); "Naufragio", nell'esilio tra il 1846 e il 1852, a Parigi (del 1848), Dresda, Nizza; "Salvataggio", nell'emigrazione dal 1853 al 1868, a Londra e Ginevra.
15,00

Rock'n'roll

di Tom Stoppard

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2011

pagine: 108

Una Praga in cui la ribellione più radicale all'oppressione e alle ipocrisie del governo filo-sovietico è espressa dal bisogno di libertà dei giovani underground e rockettari. Una Cambridge in cui s'intrecciano utopie marxiste, cultura universitaria e istanze libertarie del movimento hippy. A partire dagli anni Sessanta fino alle disillusioni degli anni Ottanta, i protagonisti di Rock 'n' Roll attraversano questi due mondi in un'incessante esplorazione di cosa voglia dire essere liberi e condividere un'identità per chi voglia coniugare "la teoria e la pratica", di quali costi comporti "vivere nella verità in una società che mente a se stessa". Un teatro di idee che Stoppard riesce a incarnare in personaggi indimenticabili, Jan, Max, Eleanor, Esme; mentre su tutto aleggia come una misteriosa divinità il fantasma di Syd Barrett, fragile genio dei Pink Floyd. Ma un teatro anche di straordinarie invenzioni linguistiche, che Evelina Santangelo ha cercato il più possibile di rendere in tutta la loro creatività ed efficacia teatrale.
11,50

L'invenzione dell'amore

di Tom Stoppard

Libro

editore: Sellerio Editore Palermo

anno edizione: 1999

pagine: 192

9,30

Teatro delle parodie: Acrobati-Mostri sacri

di Tom Stoppard

Libro: Copertina morbida

editore: COSTA & NOLAN

anno edizione: 2005

pagine: 190

Fra gli autori più brillanti della scuola contemporanea di drammaturghi inglesi, Tom Stoppard si diverte (e ci diverte) nel raccontare storie fatte di commistioni di generi, stili, registri; storie che citano, recuperano, giocano con modelli e stereotipi propri della nostra cultura. Storie che servono quasi da pretesto per mettere in mostra l'abilità del drammaturgo che con fare scanzonato, ammicca al lettore, complice arguto e smaliziato. Stoppard non racconta nulla se non il suo modo di raccontare; attraverso la lente dissacrante della parodia ci offre una prospettiva nuova, che non aggiunge nulla di nuovo al nostro bagaglio conoscitivo, ma che fa piazza pulita del contenuto, in secondo piano rispetto alla godibilità della costruzione.
9,60

Arcadia

di Tom Stoppard

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2003

pagine: 115

La commedia è ambientata in due spazi temporali diversi, Ottocento e Novecento. Septimus Hodge, tutore di Tommasina Coverly, ripone in un libro da recensire tre lettere in cui si parla di duelli e adulteri. Il volume finisce nelle mani di Lord Byron, ospite di passaggio. Due secoli dopo il libro viene ritrovato da un accademico che crede che le lettere siano appartenute a Lord Byron stesso ottenendo grande successo da questa "scoperta". Ma qualcuno rivelerà che non è vero...
10,80

Rosencrantz e Guildenstern sono morti

di Tom Stoppard

Libro

editore: Sellerio Editore Palermo

anno edizione: 1998

pagine: 164

9,30

Teatro delle parodie: Acrobati-Mostri sacri

di Tom Stoppard

Libro

editore: COSTA & NOLAN

anno edizione: 1996

pagine: 176

9,30

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento