Acquista libri e DVD su GoodBook: libreria online comoda ed economica

Libri di Valerio Callieri

È cosi che ci appartiene il mondo. Genova 2001, caserma di Bolzaneto

di Valerio Callieri

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2021

pagine: 112

A vent'anni dal G8 Valerio Callieri racconta una storia vera, la sua. A mezzogiorno del 21 luglio 2001 viene arrestato e rinchiuso nella caserma di Bolzaneto. Dalla cella assiste ai pestaggi e alle minacce di stupro. E sente le risate sormontare le grida. Perché aspettare tanto? Perché ci sono domande che richiedono molte stagioni. Nelle risate di Bolzaneto, sottofondo feroce e sinistro del racconto autobiografico di Callieri, già risuonava l'onda lunga che avrebbe portato la nuova destra, la risata dell'angelo restauratrice dell'ordine e, soprattutto, quella del diavolo che lo sovverte. L'ordine da restaurare è quello del vecchio Occidente bianco che spadroneggia nel mondo. L'ordine da sovvertire è quello nato a Seattle nel 1999, un'atipica manifestazione che fermò la Wto e infiammò il mondo. Da decenni non esisteva un movimento politico globale, capace di lottare per un altro mondo possibile. Cosa resta di un evento epocale che, al prezzo di una violenza disumana, ha aperto la strada ai movimenti che conosciamo oggi, fino a Greta Thunberg? Rimangono ferite e domande: "Com'è possibile infliggere dolore a un essere umano immobile, com'è possibile riderne, cosa succede quando rimani fermo di fronte a un massacro, cosa significa veramente giustizia. Le domande notturne del mistero che siamo. Ci permettono di perdere pericolosamente le nostre certezze. E di dare parola al dolore. In fondo è così che ci appartiene il mondo".
12,00

Le furie

di Valerio Callieri

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2021

pagine: 240

Cosa succede quando riveliamo una violenza subita in un passato lontano? Quali sono le emozioni e le forme di una possibile giustizia? E nel frattempo, che persona è diventato il colpevole? Clementina, alla guida della sua auto in compagnia del figlio Matteo, colpisce lo scooter di una ragazza e si allontana senza prestare soccorso. Disorientata dall'improvvisa apparizione di Leonardo, a trent'anni dal loro ultimo incontro, non si è accorta del semaforo rosso. In pochi attimi l'uomo riporta a galla in lei abusi che non è mai stata in grado di riconoscere come violenza. Ma anche Leonardo vede Clementina, e nota quel ragazzo sul sedile del passeggero di cui, intuisce dalla somiglianza, non può che essere il padre. Matteo intanto, preoccupato per la ragazza, si mette sulle sue tracce. I due iniziano a frequentarsi e a poco a poco si avvicinano, attratti anche dal loro essere così diversi: ironico e smarrito Matteo, operatrice in un centro antitratta e impegnata politicamente Giulia. Nonostante Clementina schernisca le idee "buoniste" della ragazza, lo scontro fra le loro visioni del mondo le permette di affrontare la sua ferita rimossa, e Leonardo. Sullo sfondo, con l'obiettivo di trovare l'assassino di una prostituta nigeriana scomparsa nei dintorni, agiscono le Furie: un gruppo misterioso che punisce gli uomini accusati di violenze sessuali ispirandosi al contrappasso dantesco. Valerio Callieri conferma la sua capacità di chiamare in causa, nelle "questioni private" dei suoi personaggi, quelle roventi che attraversano la nostra società - le violenze esplicite contro le donne così come quelle più difficili da riconoscere, non meno tragiche e dolorose, e la loro complicata memoria.
17,00

Teorema dell'incompletezza

di Valerio Callieri

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2017

pagine: 348

Due fratelli indagano sulla morte del padre, ex operaio Fiat ucciso nel suo bar di Centocelle durante una rapina. A raccontare è il più giovane, che scopre una misteriosa dedica in codice - "Non lasciarmi sola, Clelia1979" - sul retro di una cornice. Si apre così uno spiraglio sul passato insospettabile del padre. Dietro all'immagine del barista ironico e tifoso della Roma emerge uno sconosciuto segnato da segreti e contraddizioni che affondano negli anni della contestazione e della lotta armata. Tito, il primogenito, di quel passato è certo: ha raccolto con scrupolo le prove che dimostrano come il padre abbia sempre fatto la scelta più onorevole, dalla parte dello Stato. Il minore invece, tormentato dai dubbi, si trova a fare i conti con il fantasma del padre, che gli appare in forme e visioni sempre più allucinate per dire la sua storia e mostrare una strada verso la possibile verità sul suo omicidio. I due fratelli - che da anni non si parlano, schierati su versanti ideologici opposti - sono costretti a collaborare, diffidano l'uno dell'altro, si rinfacciano colpe, si passano alcune informazioni ma ne omettono molte altre. Il maggiore, un poliziotto convinto protagonista dei fatti avvenuti alla Diaz e a Bolzaneto, è aiutato dall'accesso a documenti riservati dei servizi segreti attorno agli anni di piombo; il minore ha al suo fianco due amici scalcagnati e irresistibili. E poi c'è Elena, un'hacker che lo accompagna con intuito e rigore matematico nella ricerca dell'assassino, sciogliendo la sua cronica incapacità di decidere e spingendolo oltre l'indolenza e la paura. Per svolte inaspettate, supposizioni e disvelamenti, la domanda "chi ha ucciso il padre?" trascina il lettore in un groviglio di colpe e responsabilità dove, in un crescendo hitchcockiano, sembra impossibile giungere alla verità. E, più che mai, essere in grado di dimostrarla.
18,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento