Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Vincenzo Cerami

Fattacci. Il racconto di quattro delitti italiani

di Vincenzo Cerami

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2020

pagine: 240

Fino a che punto le disavventure che ci capitano le abbiamo cercate? Basta uno stupido scambio di persona o un piccolo gesto dissennato per trovarsi di colpo in un giallo o per finire in prigione tra violentatori e despoti. È quanto racconta in questi fattacci di sangue Vincenzo Cerami: quattro delitti famosi realmente avvenuti nella seconda metà del Novecento, accomunati da un'evidente quanto inconsapevole complicità tra vittime e carnefici e consumati da personaggi che si possono incontrare sotto casa, tutte persone - fino al giorno prima - perbene. Indagando su questa attrazione inconscia del male, Cerami ci conduce in un « viaggio nella sporcizia prodotta dall'Italia borghese del dopoguerra», per farci scoprire che a tutti può toccare in sorte di aprire la porta a un assassino insospettabile, specie se ci somiglia. E spesso è solo il caso a non farcelo incontrare. Prefazione di Sandro Veronesi.
14,00

L'incontro

di Vincenzo Cerami

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2020

pagine: 241

Ludovico ha quasi vent'anni e una passione smisurata, una malattia, per l'enigmistica. Quando un'estate gli capita tra le mani una poesia in versi strampalati intitolata "Chi cerca trova" e firmata Il nastro di Möbius, per lui è impossibile resistere alla tentazione di risolvere il gioco. Comincia così una vera e propria caccia al tesoro fatta di alfabeti calligrafici, anagrammi sintetici, versetti diabolici, sciarade e frasi doppie, crittografie e rebus. Ma più Ludovico cerca il bandolo della matassa più questa si ingarbuglia: tutto sembra infatti ricondurre all'improvvisa scomparsa, qualche mese prima, di un celebre professore della Sapienza. E così quello che sembrava soltanto un innocente indovinello tra le pagine di una stravagante rivista diventa un lungo viaggio indietro nella memoria, che lo porterà a prendere coscienza dei fatti più drammatici che hanno segnato gli ultimi quarant'anni del secolo scorso, a scoprire le laceranti inquietudini degli anni Sessanta, il sangue degli anni di piombo, il dramma del terrorismo che percorse e devastò l'intero Paese. Prefazione di Stefano Bartezzaghi.
14,00

La vita è bella

di Vincenzo Cerami, Roberto Benigni

Libro

editore: Einaudi

anno edizione: 1996

pagine: 189

Questo libro è la sceneggiatura, ricca come un racconto, del film scritto da Roberto Benigni e Vincenzo Cerami, "La vita è bella". Una storia che, come afferma lo stesso Benigni, "fin dal primo momento mi ha fatto battere molto forte il cuore... Perché la vita è bella, e anche nell'orrore c'è il germe della speranza, c'è qualcosa che resiste a tutto, a ogni distruzione... Il film è un inno al fatto che siamo condannati poeticamente ad amare la vita per forza: perché la vita è bella."
10,00

Tra la gente. Audiolibro. CD Audio

di Vincenzo Cerami

Audio: Audiolibro

etichetta: Full Color Sound

anno edizione: 2017

Fusioni di musica e letteratura, narrazioni parallele offerte da grandi talenti, capaci di restituire non solo il senso e il significato, ma anche l'anima dei racconti più belli. L'amicizia costa, Dopo tanti anni, La castagna, Lettera d'amore, Colonna sonora: racconti molto diversi, ma legati da un sottile filo rosso sospeso al confine indistinto che separa la vittoria dalla sconfitta. Storie vissute da personaggi estremi e a un tempo comuni, come estrema e comune è la vita.
9,90

Alla luce del sole

di Vincenzo Cerami

Libro: Libro in brossura

editore: MONDADORI

anno edizione: 2013

pagine: 148

La preziosa stoffa del narratore, di quel grande affabulatore che è Vincenzo Cerami, si ritrova nei mille rivoli e nella folla di sentimenti che percorrono queste poesie, "Alla luce del sole". Cerami è volta a volta cupo, solare, aggressivo, gioioso, risentito, tenero... Vive con passione nel presente, ma porta in sé il senso debordante di un passato carico di eventi e storie, di circostanze ritagliate da una memoria personale sempre attiva. Eppure, ci dice, in versi di singolare energia concreta: "la memoria è una casa inabitabile con tartarughe morte, orologi rugginosi, tovaglie di perline stinte, frottole di legno marcito, sedie rovesciate, stemmi caduti dal chiodo, e una panca rimasta intatta, di legno greggio". Un campionario di residui, di oggetti ai quali il poeta peraltro non vuole affatto solo abbandonarsi, lontanissimo com'è da ogni possibile cedimento crepuscolare. E infatti afferma: "Ogni mattina di me amo i più remoti futuri e a sera rimpiango i futuri remoti". Insomma, questi nuovi versi di Cerami sono attraversati da una vitalità quanto mai intensa, anche se il suo è sempre un atto d'amore, nei confronti della vita, perfettamente consapevole della sua provvisorietà, del suo rapido andarsene: "ho bisogno d'olezzo di morte per parlare della vita". La quale, del resto, è da lui intesa come "tabula lusoria", e dunque come un formidabile quanto sempre rischioso puzzle, come un gioco senza soste fino al definitivo alt.
16,00

Italia mia

di Vincenzo Cerami

Libro

editore: PROMO MUSIC

anno edizione: 2012

pagine: 123

"Italia mia" è un testo in versi concepito sulle orme della tradizione della nostra poesia patriottica. Il titolo è lo stesso che Petrarca dà alla canzone politica dove auspica di vedere pacificata la sua terra natia. Il poeta si rivolge a una ragazza, ha un tono sornione, è in parte seduttivo e in parte malinconico come un amante abbandonato. È lei l'Italia. L'ha conosciuta negli anni del boom, l'ha incontrata di nuovo negli anni di piombò) adesso l'ha smarrita in questa sbrindellata seconda repubblica, governata da un Riccardo III, eroe alla rovescia e vittima dei miti da lui stesso creati.
6,99

La gente

di Vincenzo Cerami

Libro: Copertina morbida

editore: MONDADORI

anno edizione: 2010

pagine: 178

Storie fulminanti, vicende quotidiane con personaggi che mostrano le fragili impalcature su cui si sorregge una precaria normalità. Squarci di vita percorsi da brividi di stranezza, giocosità e dolore in un'Italia che senza clamori continua a digerire i suoi mali. Sono i racconti - di cui due inediti -che compongono questa nuova edizione de La gente. Sotto il duplice segno del "soave poeta satirico" Persio, crudele quanto acuto fustigatore dei propri contemporanei, e di Edgar Allan Poe, che dedicò un racconto alla folla, Cerami in queste pagine si abbandona a "un'emozione deliziosa e nuova per i mesti uomini in grigio che si agitano senza troppo costrutto in spazi angusti e rumorosi". Lo scrittore lancia strali fatti di "povere parole"; e nella narrazione dal ritmo sempre serrato, sospesa in un'atmosfera oscillante tra la satira e l'enigma, sottili inquietudini si affacciano e si insinuano disseminando di colpi di scena ogni racconto.
9,00

Consigli a un giovane scrittore

di Vincenzo Cerami

Libro: Copertina morbida

editore: MONDADORI

anno edizione: 2010

pagine: 243

Vincenzo Cerami è narratore, sceneggiatore, librettista, drammaturgo: chi meglio di lui può aprire ai lettori le porte del laboratorio creativo dello scrittore e svelarne meccanismi, trucchi, espedienti? In queste pagine, già di grande successo, l'autore spiega le leggi nascoste che producono la naturalezza del racconto, le tecniche per costruire dialoghi convincenti, gli effetti che si possono ottenere scegliendo di narrare in prima o terza persona etc. Oltre ai capitoli già editi su come scrivere romanzi, racconti e sceneggiature cinematografiche, in questa nuova edizione Cerami aggiunge un capitolo inedito sul fumetto. Uno strumento per chi desidera cimentarsi con la letteratura, ma anche una guida per diventare lettori più consapevoli.
10,50

Tutti cattivi

di Vincenzo Cerami

Libro

editore: MONDADORI

anno edizione: 2009

pagine: 1

"Con il romanzo 'Tutti cattivi' (1981) ho sfidato un ambiente come quello del Luna Park, per definizione cupo e crepuscolare. Questa sorta di artificiale paese dei balocchi è però fotografato non già nel suo sfarzo di smalti colorati, ma nelle macchine e negli unti ingranaggi che lo fanno funzionare, nascosti sotto i pavimenti di latta. Protagonista è Giustino, proprietario di giostre. Il ritratto che ho voluto fare di lui e di quelli che gli girano intorno (a cominciare da un incongruo maestro elementare e da sua figlia, una simpatica e dispettosa ragazzina), mette in scena un'umanità che vive nel fondo di una regressione. Giustino, di questa regressione, è per metà vittima e per metà complice. Vorrebbe uscire da quel mondo di giochi e di faccioni dondolanti, che per lui è come l'utero materno, un rifugio contro le paure, ma nulla di tutto ciò che sta fuori gli fa venire voglia di evadere dalla sua chiassosa prigione. Finché incontra appunto Esmeralda, un piccolo demone che gli scombussola la vita." (Vincenzo Cerami)
9,00

L'ipocrita

di Vincenzo Cerami

Libro

editore: MONDADORI

anno edizione: 2009

pagine: 1

9,00

La sindrome di Tourette. Storie senza storia

di Vincenzo Cerami

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2007

pagine: 206

Storie esemplari, protagonisti indimenticabili, schegge di verità soffocate: sono i frammenti di realtà che Vincenzo Cerami ha ricomposto in un autentico tesoro di affabulazioni. La sindrome di Tourette cataloga un repertorio ampio di personaggi e atteggiamenti rubati alla vita e ricreati in una variegata gamma di stili. Questi racconti brevi si inseriscono in uno dei filoni più gloriosi della letteratura italiana, da Boccaccio a Moravia. Nati dalla vena di un autentico narratore, che sa trovare ogni volta il tono e la voce più adatti, con sorprendente talento mimetico e un assoluto controllo formale. E nella loro costellazione di sintomi e insofferenze, di fantasie e invenzioni, tracciano una radiografia dell'anima credibile ma impietosa.
10,00

Fattacci. Il racconto di quattro delitti italiani

di Vincenzo Cerami

Libro: Copertina morbida

editore: MONDADORI

anno edizione: 2006

pagine: 235

Sull'attrazione inconscia del male si basano i fattacci di sangue che coinvolgono persone fino al giorno prima perbene. A tutti può toccare in sorte di dar credito a un assassino insospettabile, specie se ci somiglia. Solo il caso non ce lo fa incontrare. Questo libro è una sorta di "resoconto psicologico" di quattro delitti famosi avvenuti in Italia nella seconda metà dell'altro secolo. La scelta è basata sulla forte diversità dei moventi, ma anche su una evidente quanto inconsapevole complicità tra vittime e carnefici. Quattro delitti che hanno "fatto epoca" perché consumati da personaggi che si possono incontrare sotto casa. Dietro il loro destino, quasi a determinarlo occultamente, i miti evanescenti, beffardi di un'epoca. Cerami ricostruisce le trame di questi crimini dopo aver spulciato resoconti giudiziari, verbali di interrogatori, articoli di cronaca, perizie psichiatriche, lettere, diari, confessioni, testimonianze: "Tutte le volte che mi sono immedesimato nelle vittime e nei carnefici per poterli raccontare meglio, ho avuto paura".
9,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.