Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Vladislav F. Chodasevic

Non è tempo di essere. Testo russo a fronte

di Vladislav F. Chodasevic

Libro: Copertina morbida

editore: Bompiani

anno edizione: 2019

pagine: 400

Secondo Nina Berberova "ci sono dieci nomi senza i quali la poesia russa non esisterebbe". Chodasevic è l'undicesimo. Era il più giovane tra coloro che esordirono all'inizio del ventesimo secolo e ha conosciuto fulgore e declino: per età apparteneva alla generazione che non ebbe il tempo di esprimersi appieno prima del 1917 e che, ammutolita dall'Ottobre e dall'emigrazione, non poté poi più farsi ascoltare. Considerato da Nabokov uno dei maggiori lirici russi del secolo scorso, è stato riscoperto tardi dai giovani poeti degli anni settanta e solo con la perestrojka la sua opera è potuta tornare a essere letta in patria. Questo volume costituisce la più ampia scelta finora offerta al lettore italiano dell'opera poetica di Vladislav Chodasevic.
20,00

Necropoli

di Vladislav F. Chodasevic

Libro

editore: ADELPHI

anno edizione: 1985

pagine: 253

22,00

Quarantun poesie. Testo russo a fronte

di Vladislav F. Chodasevic

Libro: Libro in brossura

editore: GIULIANO LADOLFI EDITORE

anno edizione: 2014

pagine: 138

A Chodasevic si potrebbe applicare l'aforisma di Kafka: aveva trovato il punto archimedico, a patto di usarlo contro se stesso; esso si sostanzia nell'analisi spietata alla quale sottopone tanto il proprio io quanto il mondo che gli scorre dinnanzi; la sua cifra è la franchezza, che non è solo pulizia morale, ma doloroso bisogno di verità. Egli contempla la faccia ippocratica del proprio universo, cercando di mantenere alto, nel suo palpito lieve, il vessillo della poesia.
15,00

L'indovinello

di Vladislav F. Chodasevic

Libro

editore: Interlinea

anno edizione: 1998

pagine: 40

Nella notte di Natale, tra i regali intorno all'albero, Volodja, un bambino russo che ama troppo i dolci e le caramelle, trova un libro di indovinelli. Ben presto, complici la magica atmosfera della notte, la solitudine e un pacchetto di dolci, il libro comincia a rivelarsi in possesso di strani poteri... Così comincia questa favola natalizia che, come osserva Vittorio Strada nell'introduzione al volume, è un vero e proprio indovinello, tanto meno facilmente decifrabile se si conosce l'opera in versi e in prosa di questa eccentrica figura della poesia russa novecentesca.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.