Architettura

La città agita. Nuovi spazi sociali tra cultura e condivisione

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 250

I contributi teorici e i casi studio che compongono questo volume mettono in scena un progetto dello spazio che si produce nell'agire, nei processi di riappropriazione e ri-significazione della città da parte delle comunità di prossimità. Un palinsesto eterogeneo, sia dal punto di vista degli obiettivi che dei metodi, che evidenzia la necessità per studiosi e progettisti di oggi di abbandonare gli approcci manualistici, per adottare un pensiero creativo e un agire collaborativo. La città contemporanea è sempre di più il prodotto di un'interazione dinamica, plurale e imprevista tra spazio e società. Le dicotomie tradizionali su cui si sono costruite politiche e progetti urbanistici risultano oggi superate, al punto da mettere in crisi linguaggi e strumenti disciplinari consolidati, spingendo studiosi e practitioners a creare nuove categorie di significato che raccontino come la città si produce oggi. Il libro parte dell'agire situato degli attori urbani nello spazio della città, quale punto di vista privilegiato. Lo spazio è il naturale dispositivo di espressione di conflitti e di innesco di collaborazioni, attraverso il quale leggere e interpretare le domande sociali del vivere urbano contemporaneo. I contributi teorici e le narrazioni di casi che compongono questo scritto mettono in scena un progetto dello spazio che si produce nell'agire, nei processi di riappropriazione e ri-significazione della città da parte delle comunità di prossimità. Un palinsesto eterogeneo, sia dal punto di vista degli obiettivi che dei metodi, che evidenzia la necessità per studiosi e progettisti di oggi di abbandonare gli approcci manualistici, per adottare un pensiero creativo e un agire collaborativo. La prima parte del testo approfondisce il rapporto fra pratiche, processi e città contemporanee, la seconda si sofferma sul ruolo che la cultura assume all'interno del complicato e multiforme panorama della trasformazione di parti di città, mentre la terza presenta 28 casi studio, tra loro volutamente molto eterogenei, approfonditi attraverso immagini, indicatori e sintetiche parti descrittive. Ne emerge un panorama fortemente differenziato e la necessità di immaginare politiche e azioni di sviluppo declinate a partire dalle caratteristiche specifiche di ciascun bene e del contesto in cui esso è collocato.
39,00

In paglia, naturalmente. Case di paglia, wabi sabi e medici dell'architettura

di Maurizio Allegranza

Libro: Copertina morbida

editore: GIULIANO LADOLFI EDITORE

anno edizione: 2020

pagine: 178

Una casa sana può cambiarci la vita? Partendo dall'esperienza personale e professionale, attraverso un percorso che sconfina nella filosofia, nella storia recente dell'architettura, nell'antroposofia e nelle discipline orientali, il testo procede alla ricerca di un possibile approccio sano e sostenibile rispetto al tema del progettare, del costruire, del recupero edilizio e dell'abitare in generale. Due libri in uno. La prima parte riflette sui problemi delle case presenti nel nostro territorio, per capire come si sia giunti all'attuale situazione di degrado e scarsa qualità economica ed ecologica. La seconda sezione contiene le informazioni sintetiche per chi desiderasse avventurarsi nella costruzione di un edificio in legno e paglia, una tecnologia nata negli Stati Uniti circa un secolo fa e ormai diffusa in parecchi paesi. Vengono illustrati i vizi e le virtù che la caratterizzano e la differenziano da quelle tradizionali a noi più note. Un viaggio di ricerca multidisciplinare ricco di domande e di spunti di riflessione sul futuro del costruire. Un breve saggio, un piccolo manuale tecnico, un racconto semi-autobiografico, un contributo per riflettere su questo tempo storico di grande fermento dove le vecchie certezze ormai vacillano e quelle nuove stentano a manifestarsi. In un'epoca dove la questione ecologica sarà sempre più centrale e condizionerà tutte le scelte, anche in campo economico, se vorremo che vi sia ancora un futuro dovremo prenderci cura della terra, la nostra prima casa, ormai satura di inquinanti e rifiuti e avvolta da onde elettromagnetiche sempre più invasive e velenose per tutte le forme di vita. Il fine ultimo di questo lavoro è il benessere, per gli esseri umani e per il pianeta, da perseguire partendo dalla pratica quotidiana dell'abitare e del costruire attraverso la creazione di salubrità, bellezza e armonia.
15,00

August Tales. Progetti per Zante. Ediz. italiana e inglese

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2020

pagine: 268

A partire dal secondo dopoguerra la costruzione di villaggi turistici, complessi alberghieri e seconde case, ha portato a una radicale trasformazione delle fasce costiere. Questi nuovi insediamenti hanno importato in questi territori tipologie, morfologie e linguaggi architettonici della modernità; laddove ancora resistevano prassi edificatorie tradizionali quanto spontanee. L'attività di ricerca August Tales desidera occuparsi di aree del Mediterraneo e inizia con un confronto sul territorio greco svolgendo sopralluoghi, conferenze, dibattiti e attività di progettazione nell'isola di Zakynthos. Un'occasione per un confronto diretto sui temi del Paesaggio/Turismo sostenibile, Tradizioni locali/Patrimonio, Memorie/Identità.
28,00

La ricostruzione di L'Aquila. Dal modello ai progetti

di Fabio Andreassi

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 196

A dieci anni dal violento terremoto che ha colpito L'Aquila e il territorio montano abruzzese, è possibile misurare gli effetti della ricostruzione sul sistema insediativo e relazionarli con gli strumenti e gli obiettivi dichiarati dall'azione pubblica nel corso del tempo. La ricerca esplora il modello L'Aquila di ricostruzione ed espone alcune sperimentazioni polisemiche che interessano prevalentemente la città pubblica. L'analisi comparativa tra alcune recenti ricostruzioni avvia alcune riflessioni sulla presenza o meno di una idea di città che qualifica e tematizza l'impegno di riorganizzare l'insediamento urbano colpito dal sisma. In seguito, è esplorato il modello di ricostruzione L'Aquila con i suoi effetti sulla città. Si espongono infine alcune sperimentazioni progettuali polisemiche che riguardano la città pubblica, la ricostruzione sociale e la ridefinizione partecipata degli assetti urbanistici. Il volume è corredato da un video scaricabile gratuitamente dall'area Biblioteca multimediale del sito www.francoangeli.it o dal canale youtube della Franco Angeli edizioni.
24,50

La resilienza urbana nella pianificazione di emergenza. Un framework di metodo per gli elementi urbani strategici

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 188

Partendo da una riflessione teorica sugli orientamenti pianificatori attuali e sul concetto di resilienza urbana, il volume sostiene un nuovo approccio metodologico che tenta di offrire ai Piani di Emergenza una caratterizzazione maggiormente strutturale e non solo operativa. L'analisi delle relazioni fisiche e funzionali che intercorrono tra i diversi elementi strategici del territorio sposta il focus dell'emergenza da un approccio puntuale a uno maggiormente integrato, capace di indirizzare in modo più opportuno le future decisioni relative all'assetto urbanistico del territorio, proprie della pianificazione spaziale. Attraverso il focus tematico sulla viabilità strategica, l'approccio performance-based proposto offre una procedura formale per la sua individuazione sul territorio, al fine di pianificare già in "tempo di pace" le alternative migliori da percorrere per giungere in sicurezza alle aree preposte dalla Protezione Civile in caso di evento.
21,00

Chapels in roman churches of the Cinquecento and Seicento. Form, function, meaning

Libro: Copertina morbida

editore: Officina Libraria

anno edizione: 2020

pagine: 256

Fin dal primo Rinascimento le cappelle delle chiese di Roma furono decorate con ricchi corredi. Ma fu nel Cinquecento e nel Seicento che le cappelle diventarono gli spazi dove le grandi famiglie patrizie e l'alta borghesia romana poterono dimostrare il proprio prestigio sociale. Nella ricchezza degli apparati trionfò l'autorappresentazione di compagnie, casate e grandi uomini. Spesso le cappelle venivano concepite come parti di un sistema più complesso, allargato alla navata e alle altre cappelle, in un dialogo tra le arti e i committenti dei diversi ambienti. La «voce» individuale di ogni cappella (i suoi fini e significati) rispondeva in questo modo al più vasto «discorso» corale delle arti all'interno della chiesa, con esiti sempre più articolati e spettacolari negli anni del Barocco. Il volume indaga questo fenomeno - così rilevante, ed esclusivo della capitale pontificia - nell'esame di diversi casi tra XVI e XVII secolo. Diversi anche i tagli e gli approcci dei contributi, dai riflessi storici, filologici, iconografici, che aprono ad uno sguardo nuovo i penetrali delle chiese più venerate di Roma.
40,00

The Canada pavilion at the Venice biennale

Libro: Copertina rigida

editore: 5 CONTINENTS EDITIONS

anno edizione: 2020

pagine: 192

45,00

L'eredità romanica. La casa europea in pietra

di Santino Langé

Libro: Copertina rigida

editore: JACA BOOK

anno edizione: 2020

La pietra è il gesto più ampio e misterioso dell'abitare e del costruire e lo scenario che rappresenta il processo dell'edificare la dimora umana nel mondo. Il lavoro del grande architetto e storico dell'urbanismo scomparso un anno fa vuole cogliere il rapporto che, attraverso l'atto del costruire la casa o il villaggio, l'uomo istituisce con la natura data, traendo da una struttura primordiale la misura dell'abitare. Questo fenomeno viene rappresentato in quell'area geografi ca europea dove l'uso della pietra, come materiale simbolico, è più evidente e diffuso; la forma e le caratteristiche delle case sono messe in relazione con le strutture aggregative della società - la famiglia, la comunità locale e le formazioni sociali popolari - in modo da poter leggere, in termini non solamente geografi ci, la logica che sottende alla forma dei villaggi, alla loro distribuzione sul territorio e alla rete di collegamenti. Ne emerge un quadro che collega gli aspetti dell'abitare nella vasta area dell'Europa occidentale, nella quale la valenza simbolica della casa e del villaggio è in ultima istanza la rappresentazione formale di una cultura e di un sistema di rapporti umani e dell'uomo con l'ambiente naturale, basati su una posizione di solidarietà simbolica che permane nel tempo a definire il volto europeo.
90,00

Storia del paesaggio agrario italiano

di Emilio Sereni

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2020

pagine: 500

Dall'epoca della colonizzazione greca ed etrusca fino ai tempi nostri, la storia del paesaggio agrario italiano nella quale, con un magistrale lavoro di sintesi, gli elementi storici, sociologici e tecnici si integrano con l'immaginario letterario e visivo. Un classico della storiografia italiana che continua ad affascinare per la ricchezza delle intuizioni e la gradevolezza del racconto e che trova un continuo riscontro visivo nella riproduzione di mosaici, tele, affreschi, dipinti e disegni.
24,00

Città e interesse pubblico. Analisi e proposte per le città

di Gastone Ave

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2020

pagine: 304

Il libro tratta dello sviluppo delle città italiane tra il 1989 e il 2020, influenzato da grandi eventi quali la caduta del Muro di Berlino, la nascita dell'euro, il blocco della TAV e di altre infrastrutture nel primo governo Conte. Mette in luce come l'urbanistica delle città dipenda dal peso attribuito all'interesse pubblico nelle decisioni. Visto l'obiettivo dell'Unione Europea di impatto ambientale nullo entro il 2050, presenta la certificazione energetica delle città e Italia 2030: un piano strategico territoriale mirato a ridurre il rischio geologico nazionale, completare la TAV all'interno del Paese e verso l'estero, agevolare la sostituzione edilizia nella rigenerazione urbanistica delle città per contenere la dispersione urbana, primaria causa di spreco energetico.
32,00

Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli

Libro

editore: ELECTA

anno edizione: 2020

26,00

L'architettura del paesaggio

di Michael Jakob

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2020

pagine: 48

«Per conferire una base solida all'insegnamento di teoria dell'architettura del paesaggio bisogna iniziare con la creazione di un atlante critico delle opere realizzate durante la breve storia della disciplina. Occorre identificare, analizzare e interpretare queste opere, cioè svolgere un vero e proprio lavoro ermeneutico. Le attività di ricerca nel campo dell'architettura del paesaggio dovrebbero partire proprio da qui, dalla storia non ancora scritta della disciplina. Quest'attività dovrà procedere in modo comparatistico e aperto, scrutando a vasto raggio tutto ciò che potrà entrare in un repertorio (argomentato) dell'architettura del paesaggio. Finché un tale strumento mancherà, un insegnamento della disciplina rimarrà sempre riduttivo e approssimativo. Non si tratta comunque soltanto di un'opera teorica, sviluppata all'interno dell'istituzione accademica e solo ad essa rivolta. Finché un tale catalogo ragionato delle opere paesaggistiche non verrà elaborato, anche la prassi (svolta nel nome di una disciplina definita in modo carente) ne pagherà il prezzo, indebolendo di fatto il peso e le possibili competenze professionali dell'architetto paesaggista.» (L'autore)
10,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.