Arti, cinema e spettacolo

Il grande cinema di Federico Fellini

di Pino Farinotti

Libro

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2020

20,00

Nick Cave. Bad seed. La ballata di re inkiostro

di Massimo Paladino

Libro: Copertina morbida

editore: Odoya

anno edizione: 2020

pagine: 224

Nick Cave il menestrello. Nick Cave il malato d'amore. Nick Cave lo scontroso figlio di puttana à la Bukowski. Nick Cave il lirico cantore dell'interiorità. E poi, ci sono mille altri Nick Cave che emergono dall'ascolto attento delle sue canzoni, e soprattutto dei suoi profondissimi testi. Perché l'Australiano, che esordì alla fine degli anni Settanta e poi militò in una band seminale come gli orgiastici Birthday Party, ha messo in fila, assieme ai suoi fidi Bad Seeds, canzone dopo canzone, dal 1984 in poi - ossia dall'epoca del suo esordio a 33 giri, From Her to Eternity, fino allo spettrale ed epico Ghosteen, 2019 - un canzoniere che rivaleggia in potenza e bellezza con quello dei vari Leonard Cohen, Johnny Cash e Bob Dylan. Scampoli di Antico Testamento. Reminiscenze acute e dolorose della narrativa di Faulkner. L'inossidabile e struggente dolorosità delle murder ballads. L'eterna sfida fra il capitano Achab e la balena bianca Moby Dick. Nick Cave è il filtro attraverso cui mille stimoli, letterari, colti e incolti, si trasformano in canzoni, talvolta dall'afflato lirico, talvolta dallo humor contorto, talaltra violente e parossistiche fino al dolore fisico.
16,00

Romanzo di vita vera. La regina del circo

di Liana Orfei

Libro: Copertina morbida

editore: Baldini + Castoldi

anno edizione: 2020

pagine: 416

Quella di Liana Orfei non è stata certo una vita ordinaria: nata "per miracolo" dentro un caravan in una notte di tempesta, di salute gracile e precaria, da bambina ha sofferto a causa di una malattia che l'ha costretta a letto per molti anni. Tuttavia, il suo temperamento e la sua buona stella (è nata con la cosiddetta "camicia della Madonna") non le hanno mai permesso di lasciarsi andare e anzi l'hanno portata a cimentarsi in sfide sempre nuove. Dal mondo del circo, suo ambiente naturale, insieme ai fratelli Nando e Rinaldo, alla vita difficile durante la guerra; dall'esperienza del cinema, quando Fellini la scoprì, al teatro e alla televisione; dall'Europa al Nuovo Mondo e all'Oriente, sempre alla ricerca di nuove avventure e di stimoli per il suo amato circo. Oggi, guardandosi alle spalle, Liana Orfei si racconta con minuzia di particolari e un misto di tenerezza e nostalgia. In questo memoir, come in un romanzo, appunto, scorre la storia di una donna tan- to reale quanto, al tempo stesso, iconica, una vicenda in cui perdersi e ritrovarsi.
20,00

La nuova arte magica. Illusionisti, trucchi e magie di tutti i tempi

di Silvan

Libro: Copertina morbida

editore: La nave di Teseo +

anno edizione: 2020

pagine: 416

Silvan, uno dei più importanti maghi del mondo, racconta che cos'è veramente la magia, la sua storia, il suo sviluppo ed evoluzione da un'epoca all'altra. Un'arte che, dall'inizio dei tempi, si è mescolata e sovrapposta ad altre pratiche e credenze, nel tentativo di interpretare di volta in volta il senso della curiosità e dello stupore. Tuttavia la magia, che nasce come miracolo, paradosso, fenomeno assurdo, conserva in sé una spiegazione razionale e per questo dev'essere considerata un'arte. Dall'antichità al Medioevo, dai primi tentativi di prestidigitazione e illusionismo ai grandi interpreti della Belle Époque, dallo scetticismo illuminista fino ai giorni nostri: quella della magia è una storia fatta non soltanto di ispirazione, leggerezza e gioco, ma di professionalità e grandi personaggi da riscoprire. La magia, però, non può prescindere dalla sua esecuzione: questo libro contiene anche le preziosissime schede, firmate dall'autore, in cui i trucchi più bizzarri, suggestivi, emozionanti di sempre trovano (o quasi) spiegazione. Introduzione di Vittorio Sgarbi.
22,00

I tatuaggi sacri e profani della Santa Casa di Loreto

di Caterina Pigorini Beri

Libro

editore: OM

anno edizione: 2020

pagine: 59

Nell'andare raccogliendo le superstizioni, le fiabe, le leggende e le credenze dell'Appennino Marchigiano, attorno al XV secolo gli abitanti e i pellegrini che arrivavano in queste zone avevano l'uso di tatuarsi le mani o l'avambraccio vicino ai polsi. Erano tatuaggi di colore blu di figure, motti, croci, simboli sacri, cuori trafitti, teschi e ancore. Questa popolazione così semplice, gentile e intelligente nella quale pare si siano confuse e quasi adagiate le civiltà umbra ed etrusca, ha l'uso di tatuarsi; gli uomini singolarmente: ed è facile di scoprirlo, perché si tatuano in generale le braccia verso il polso. L'osservatore rimane sorpreso di vedere nei lavoratori dei campi, colle maniche rimboccate, questi segni simbolici di colore turchino: una figura, un motto, una croce e i simboli della Passione col sole e la luna, o quello dello Spirito santo, e uno o due cuori sopra un globo, talvolta ad una stella; poi un millesimo, eterno, incancellabile non ti scordar di me, come dice la canzone. Le origini di questa tradizione venivano dal Santuario di Loreto, probabilmente era un atto di devozione o forse di riconoscimento.
10,00

Picasso

di Patrick O'Brian

Libro: Copertina morbida

editore: TEA

anno edizione: 2020

pagine: 576

Pablo Picasso appartiene a quella ristretta cerchia di personalità capaci di segnare con il proprio passaggio un'intera epoca. Così nel panorama artistico del '900 sembra quasi rappresentare l'emblema, l'essenza stessa della pittura. Pure, proprio da una fama tanto largamente diffusa può nascere il rischio di una conoscenza che tende a cristallizzarsi nello stereotipo. Merito di Patrick O'Brian, che alla personale conoscenza di Picasso unisce un sicuro dominio della letteratura sull'argomento e uno sguardo critico sorprendentemente originale, essere riuscito ad articolare in un avvincente racconto l'immensa quantità di materiale a sua disposizione. Infanzia e adolescenza in Catalogna, i primi soggiorni a Barcellona e Parigi, le tappe che segnano l'evoluzione artistica, gli affetti, le amicizie, gli incontri decisivi con Braque, Matisse, Apollinaire, Max Jacob, Cocteau, Aragon, Malraux, tutto concorre a delineare la trama di un'esperienza creativa strepitosamente longeva, vissuta con un'intensità al limite dello spasimo.
16,00

The Queen. Diario a colori della regina Elisabetta

di Sali Hughes

Libro: Copertina morbida

editore: Vallardi A.

anno edizione: 2020

pagine: 208

In un mondo in cui i colori sono sinonimo di frivolezza e la serietà sembra vestire sempre di grigio o nero, la regina Elisabetta ci insegna che resilienza, dedizione e discrezione possono essere espressi da tutte le sfumature dell'arcobaleno. Questo libro è un viaggio nell'eleganza - e nella stravaganza - della regina più amata: una collezione di foto che abbracciano in un arcobaleno un secolo di stile. Scelte e commentate dalla giornalista e presentatrice Sali Hughes, che coltiva fin da bambina quella che lei stessa definisce «un'insana passione per questa regina magnetica», le immagini di questo libro celebrano la sovrana più iconica della storia, in un omaggio al suo stile ma anche alla sua fermezza, resilienza, temerarietà.  Dai castigati twin-set ai kilt da matrona, dai giudiziosi tacchi squadrati alla fidata borsa Launer sempre al suo fianco, Elisabetta II ammalia grazie a un guardaroba che ha finito per diventare il simbolo non solo di una monarca, ma anche di una monarchia.  Un libro vibrante di colore, un'esplosione che cattura lo sguardo, alla scoperta dei mille colori della regina e di come sono stati indossati nelle occasioni fondamentali che hanno segnato la nostra storia recente. Un esempio da imitare! Con la Prefazione di Rossella Migliaccio.
14,90

Pazzo per l'opera. Istruzioni per l'abuso del melodramma

di Alberto Mattioli

Libro: Copertina rigida

editore: Garzanti

anno edizione: 2020

pagine: 216

Chi non ci va, la provi; chi ci va, perseveri; chi le vuole male cambi idea e chi la ama si stringa a coorte per difenderla. «Di tutte le seccature inventate dall'uomo, l'opera è la più costosa», diceva Molière. Ma per Alberto Mattioli questa geniale invenzione italiana è soprattutto una magnifica e folle ossessione. Ha assistito infatti a quasi 1.800 recite in tre continenti, decine di Paesi e centinaia di teatri; ovunque si alzi un sipario, per lui vale il viaggio perché l'opera lirica mantiene intatto il suo misterioso potere emozionale, la sua capacità di parlare al cuore e al cervello degli spettatori. Raccontando della sua inguaribile passione - o, a suo dire, malattia - l'autore descrive questo affascinante mondo non solo per chi all'opera ci va, ma anche per chi ci vorrebbe andare o ne è solo incuriosito: dai teatri italiani che hanno reso nazionalpopolare il melodramma, quando Rossini, Verdi e Puccini erano la colonna sonora della vita di molti, all'opera di oggi, fenomeno globale e multimediale. Mattioli ci mostra le ragioni di un amore irrazionale e sfrenato per uno spettacolo capace con i capolavori del passato di leggere il nostro presente e di continuare a farci piangere, ridere e riflettere. Perché finché c'è opera c'è speranza.
16,00

Il cielo della luna. Un film di Massimo Fagioli

Libro

editore: L'Asino d'Oro

anno edizione: 2020

"Il cielo della luna" è il racconto di un viaggio. Un viaggio all'interno di un'opera cinematografica, legata ad una ricerca unica e originale sulle immagini, che chiedono allo studioso di andare ben oltre l'osservazione di quanto appare manifesto, e di costruire la sua indagine, confrontandosi con un nuovo linguaggio il quale, abolendo i meccanismi della narrazione classica, costringe ad andare a scoprire l'immagine e a vedere cosa c'è sotto di essa. Girato tra il 5 agosto 1997 e il 18 aprile 1998, tra Roma e Firenze, il film muove i suoi passi in una maniera del tutto originale, non essendo stato preceduto dalla stesura di un soggetto, né tantomeno di una sceneggiatura, che ne potesse in qualche modo tracciare preventivamente una via, un percorso; inoltre, non è stato redatto un piano di produzione - e conseguentemente un piano di lavorazione - che potesse guidare, orientare, verso una costruzione ideale della storia. Il volume accoglie, al suo interno, insieme ai materiali d'archivio - come il video del backstage, parte dei testi relativi agli importanti dibattiti che hanno fatto seguito alla proiezione della pellicola, il materiale fotografico di scena e alcuni estratti della rassegna stampa legata all'uscita del film - uno scritto inedito di Massimo Fagioli, La doppia vita di Veronica o il Doppio sogno di Schnitzler, oltre al contributo di alcuni collaboratori che hanno preso parte alle riprese e che hanno potuto ricostruire alcuni dei momenti più significativi legati al confronto con il regista, al suo percorso creativo.
40,00

Cover and over again. 100 canzoni, (più di) 200 versioni

di Joyello Triolo

Libro: Copertina morbida

editore: CRAC Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 250

Lo sapevate che "Girls Just Want To Have Fun" di Cindy Lauper è la cover di un brano inciso da certo Robert Hazard? E che "The Best" fu un flop per Bonnie Tyler solo qualche mese prima che Tina Turner la portasse al primo posto delle classifiche? Per caso anche a voi è capitato di inciampare su un oscuro brano di tali Curtiss Maldoon che sembra somigliare moltissimo a "Ray of Life" di Madonna per poi scoprire che si tratta proprio della sua origine? Prendendo in esame cento canzoni pop, questo libro affronta un curioso viaggio nell'universo delle cover attraverso brani resi immortali proprio dai rifacimenti. Alcuni di questi cento pezzi (85 internazionali e 15 italiani) sono diventati noti al grande pubblico proprio attraverso le loro autorevoli reinterpretazioni in grado, in qualche caso, di oscurare definitivamente le versioni originali. Brani prestigiosi portati finalmente al grande pubblico nonostante la tiepida accoglienza riservata alla prima registrazione, rimodernamenti operati al fine di conferire la dignità negata da produzioni approssimative del passato e pezzi oggi ritenuti immortali che hanno conosciuto il successo commerciale solo grazie alla personalità dell'interprete che dimostra così di non essere (quasi) mai un requisito secondario.
16,00

L'urlo. I suoni senza voce di Luciano Cilio

Libro: Copertina morbida

editore: CRAC Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 92

Luciano Cilio è stato un musicista e un compositore d'avanguardia, che ha operato a cavallo tra gli anni 70 e 80 a Napoli. Eco di un universo assente, la musica di Cilio non ha tempo nonostante i leggendari "Dialoghi del Presente" del 1977 siano l'unico disco pubblicato in vita; quei brani erano una proposta di rivoluzione radicale del minimalismo, toccati dal fuoco ma originati dal silenzio. Un'opera paragonata per l'intensità abissale al Nick Drake di "Pink Moon" da Jim O'Rourke e un artista che suonò per Demetrio Stratos, con Shawn Philips e in "Aria" di Alan Sorrenti. Misuratosi con l'insuccesso che tocca in sorte a chi è fuori dal coro, scopertosi senza voce e lasciato solo dalla sua città, Cilio si tolse la vita a 33 anni, senza aver mai scritto la sua musica. E sarebbe potuto essere l'oblio sui suoi suoni se Girolamo De Simone, Eugenio Fels ed altri amici non avessero deciso di tenere in vita la sua memoria attraverso decine di pubblicazioni - su tutte la raccolta "Dell'Universo Assente" e la ricerca trentennale dei "Nastri Ritrovati".
12,00

Una nuova modella. Il vero volto della fiducia in se stesse, della bellezza e della forza di farsi valere

di Ashley Graham

Libro

editore: Il Punto d'Incontro

anno edizione: 2020

Come prima modella taglia 46 ad apparire sulla copertina della rivista Sports Illustrated, Ashley Graham ha abbattuto una barriera che sembrava indistruttibile. E poi ha continuato a farlo, spazzando via tutti i muri che la moda aveva eretto attorno alle modelle "curvy", a dimostrazione che quando si parla di bellezza la taglia è solo un numero. Oggi Ashley è una delle voci più autorevoli della "body positivity". Con il suo esempio, incoraggia le donne a riconoscere la loro bellezza personale, indipendentemente dal tipo di corpo, dalla forma o dal peso. Grazie a persone come Ashley, le idee preconcette sulla fisicità stanno cambiando e le donne riescono ora a mettere in discussione i rigidi canoni del settore della moda, scoprendo sempre più che essere belle e sicure di sé è una questione di consapevolezza e accettazione, non di numeri. In "Una modella senza modelli", Ashley racconta la storia della sua vita e della sua carriera di modella, demolendo stereotipi e trasformando gli standard fisici sui quali la società valuta ciò che è bello o meno. Narrando la sua esperienza nel mondo della moda, i suoi successi e le battute d'arresto, i momenti di scoraggiamento, i "no" ricevuti, ma anche il sostegno della famiglia e degli affetti più cari, Ashley è un esempio per tutte le donne che vogliono imparare ad accettarsi, a sviluppare l'autostima e a risplendere in tutta la loro bellezza.
11,90

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.