Il tuo browser non supporta JavaScript!

Arti, cinema e spettacolo

Cinema e pubblicità

di Giuseppe Mazza

Libro: Copertina morbida

editore: Editrice Bibliografica

anno edizione: 2019

pagine: 200

26,00

Gio Ponti e Milano. Guida alle architetture 1920-1970

di Lisa Licitra Ponti

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2019

pagine: 261

In questo libro sono raccolte le architetture che Gio Ponti ha progettato dal 1925 al 1971 a Milano. In tutto sono una quarantina di edifici. A parte alcune architetture che hanno subito alterazioni radicali, queste case, chiese, uffici sono rimasti come una felice eredità ai milanesi che ci vivono, vi lavorano e le contemplano da quasi un secolo.
22,00

Leonardo da Vinci. Studi e disegni del periodo francese dal Codice Atlantico (1516-1518 circa)

di Pietro C. Marani

Libro: Copertina morbida

editore: Silvana

anno edizione: 2019

pagine: 128

Il volume raccoglie gli oltre ottanta fogli del Codice Atlantico che si situano nel periodo francese di Leonardo, dalla fine del 1516 al 1518: benché l'artista muoia il 2 maggio del 1519 nel Castello di Clos Lucé ad Amboise, l'ultima data scritta su un foglio del Codice Atlantico, il 673 recto qui pubblicato, è infatti il 24 giugno 1518, estremo riferimento temporale in assoluto in tutto il lascito vinciano. Nei tre anni di permanenza presso Francesco I, Leonardo si dedicò soprattutto a studi teorici di geometria, architettura e idraulica, oltre che a rispondere alle esigenze della corte allestendo feste e apparati teatrali. Delle altre commissioni che le fonti antiche ci dicono essere state ricevute dal maestro, il corpus di studi e disegni qui raccolto - quasi il dieci per cento dell'intera compagine del Codice Atlantico, contando anche i versi dei fogli - testimonia delle anamorfosi create per il re, del leone meccanico che apriva il petto mostrando i gigli di Francia, degli studi idraulici per la "fontana di Amboise" e, soprattutto, dei "progetti" per una nuova residenza reale da erigersi a Romorantin, dove spesso viveva la madre del sovrano, Luisa di Savoia, o, più probabilmente, proprio ad Amboise, come evidenzia Pietro C. Marani con nuovi argomenti nel catalogo dei primi 24 fogli. Nuovo è anche lo studio di Claudio Calì - pubblicato in Appendice - sulle carte di epoca francese, in cui si segnalano inedite filigrane mai prima rilevate, e dove si ipotizza la provenienza di molti fogli da un'officina di Tours, città non distante da Amboise.
23,00

Mezzo secolo di ritornelli. Le canzoni più presenti nelle classifiche di vendita italiane

di Stefano Cilio

Libro

editore: ARCANA

anno edizione: 2019

pagine: 288

"Mezzo secolo di ritornelli" è una rassegna delle canzoni italiane e straniere che hanno segnato maggiormente la storia delle classifiche di vendita del nostro Paese, una vera e propria raccolta che conduce il lettore in un viaggio attraverso 60 anni di musica, dai 45 giri ai compact disc, fino ad arrivare all'era digitale. Un accurato studio su oltre 3.000 classifiche settimanali e oltre 4.000 canzoni entrate in top ten ha portato l'autore a realizzare una sorta di classifica delle classifiche composta di 200 posizioni, affiancate dai dati storici e statistici più interessanti. Inoltre le prime 100 posizioni sono accompagnate da una pagina di commento con approfondimenti sul brano, sul genere musicale e sull'interprete. "Mezzo secolo di ritornelli" è in primis un racconto delle canzoni che sono entrate nelle case di numerose generazioni di italiani, ma offre anche una parentesi storica sulle classifiche più importanti, un elenco di tutti i brani arrivati per almeno una settimana al numero uno, aneddoti e curiosità sugli interpreti più amati dal pubblico, uno sguardo d'insieme sui risultati dello studio effettuato dall'autore e infine un ampio confronto con il mercato discografico internazionale.
22,00

Antonio Ligabue. Gli anni della formazione (1899-1919)

di Renato Martinoni

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2019

pagine: 243

La vita e la carriera di Antonio Ligabue (1899-1965) vengono fatte coincidere con i luoghi, le pianure emiliane, dove l'artista ha vissuto dai vent'anni in poi. In realtà il pittore, figlio di un'operaia emigrata, è nato a Zurigo ed è cresciuto in Svizzera. Viene affidato a una famiglia del luogo, che fa di tutto per dargli un'esistenza dignitosa. Ma il ragazzo è problematico: prima è ospite di un istituto speciale, poi è ricoverato in una clinica psichiatrica. Nel 1919 viene espulso dalle autorità elvetiche perché giudicato «un individuo mentalmente minorato e socialmente pericoloso». Arriva così in Italia senza conoscere una sola parola di italiano. Vive nella miseria, deriso, abbandonato al proprio destino. Eppure Ligabue (il suo vero nome, ereditato dal patrigno, è Laccabue), il «tedesco», il «matto», è un uomo tutt'altro che privo di educazione e di cultura. Negli anni dell'adolescenza e della giovinezza ha frequentato, pur tra mille difficoltà, le scuole elvetiche. È là che i metodi di insegnamento e i progressi della pedagogia curativa hanno lasciato in lui un terreno fertile, insieme ai semi di una operosità creativa che presto faranno germinare opere indimenticabili che recano, profonde, le impronte nostalgiche del paese che il «van Gogh svizzero», fra molte sofferenze e contro la propria volontà, ha dovuto abbandonare.
22,00

Faber in Sardegna. Raccontato da amici e colleghi

di Gianfranco Cabiddu, Enzo Gentile

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 64

Quando, a metà degli anni Settanta, Fabrizio De André credeva di aver esaurito la vena creativa, scelse di lasciare Genova per ritrovare la campagna che aveva conosciuto da bambino. Si trasferì così all'Agnata, un casale mezzo diroccato dove all'inizio c'erano solo un fico, un mandorlo, un leccio e una quercia giovane. Da quel momento, la Sardegna diventò un perno essenziale nella storia di Fabrizio, che l'ha cantata, l'ha voluta, l'ha accudita, l'ha protetta e le si è concesso. È una di quelle storie di corrispondenza, di appartenenza e di radicamento che prescinde da anagrafe, carte, alberi genealogici. Fabrizio e la Sardegna sono stati una cosa sola, una sorta d'identità riflessa, inseguita e conquistata, e soprattutto conservata. In "Faber in Sardegna", gli amici, i collaboratori e i partner di musica - come Massimo Bubola, Mauro Pagani, Francesco De Gregori, Ivano Fossati - ricordano aneddoti e momenti d'intimità condivisi con il cantautore amato da tutti, anche da chi lo aveva conosciuto fugacemente, e che dopo la sua scomparsa in molti rimpiangono come se avessero perso qualcuno di caro, uno di famiglia.
16,00

Progettazione aperta. Lo stilista-organico nel fashion design

di Paola Maddaluno

Libro: Copertina morbida

editore: Meltemi

anno edizione: 2019

pagine: 143

Uno snodo decisivo nella vicenda della moda contemporanea. Il passaggio dall'epoca dello Stilismo - fine anni Settanta - animata da personalità come Gianfranco Ferré e Gianni Versace, che operano da stilisti-registi, agli scenari del presente, segnati dalla ricerca di figure come Alessandro Michele e Demna Gvasalia, Hussein Chalayan e Iris van Herpen. Questi fashion designer ripensano il proprio lavoro, intendendo il processo creativo come un'esperienza aperta, mobile, orizzontale, capace di contaminarsi con paradigmi estetici e saperi diversi, fino a compiere sintesi inattese e originali. Nascono così abiti fondati sul ricorso ad artifici legati alla tradizione delle avanguardie artistiche del Novecento come il collage e l'assemblage; e basati sulla volontà di saldare craftsmanship e nuove tecnologie. Tra i profeti di queste nuove geografie, una tra le voci più severe e, insieme, visionarie della moda del XX secolo: Issey Miyake. Intorno a questi paesaggi culturali sorprendenti ruota Progettazione aperta. Che vuole "interrogare" la moda di oggi in una prospettiva ancora poco esplorata.
24,00

Secolo d'oro della musica a Napoli. Per un canone della Scuola musicale napoletana del '700 (Il). Vol. 2

Libro: Copertina morbida

editore: Diana edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 203

Il secondo volume de "Il secolo d'oro della musica a Napoli. Per un canone della scuola musicale napoletana del '700" è uno strumento per la conoscenza e la riscoperta della grande storia musicale partenopea ed internazionale del diciottesimo secolo. Il testo si avvale del contributo di esperti di varia formazione e provenienza. Storici della musica, critici, musicologi, ricercatori e musicisti delineano i profili umani e artistici dei protagonisti del secolo d'oro della musica a Napoli, descrivendo il fertile contesto storico-sociale e culturale in cui è nata e si è diffusa la "Scuola musicale napoletana". I contributi raccolti in questo volume sono le più aggiornate ricerche sui compositori noti e meno noti al grande pubblico, come il materano Egidio Duni e il veronese Giuseppe Gazzaniga. Tra gli altri ritroviamo alcuni musicisti non italiani ma formatisi a Napoli, come il tedesco Johann Adolf Hasse e il maltese Girolamo Abos, illustri personalità del Settecento barocco che hanno espresso al meglio, per stile, linguaggio musicale e ruolo storico l'appartenenza alla Scuola napoletana.
16,00

I Led Zeppelin dalla A alla Z. La guida definitiva ai pionieri dell'hard rock

di Richard Morton Jack

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 287

"I Led Zeppelin dalla A alla Z" è una guida imprescindibile per tutti i fan ed appassionati del leggendario gruppo rock inglese. In questo libro l'autore riunisce in un unico volume, ordinandoli in modo rigorosamente alfabetico, tutti gli eventi, i personaggi, i luoghi che hanno segnato, nel bene e nel male, la carriera della storica band. Completa il libro una nutrita serie di appendici che includono: la discografia completa degli album, arricchita da una notevole quantità di recensioni dell'epoca; l'elenco dei singoli; l'elenco di tutti i concerti suonati dal gruppo dal primo tour scandinavo del 1968, nel quale si presentarono ancora come Yardbirds, al quarto tour europeo del 1980, l'ultimo intrapreso dal gruppo prima della morte improvvisa del loro batterista John Bonham; la discografia completa della Swan Song, l'etichetta discografica creata dai Led Zeppelin nel 1974 e che fu gestita dal loro manager Peter Grant; i comunicati stampa dell'Atlantic Records all'epoca della firma del contratto con il gruppo; la bibliografia completa.
21,00

W.I.T.C.H. Nascita di un piccolo capolavoro

di Katja Centomo

Libro: Copertina rigida

editore: Pavesio

anno edizione: 2019

pagine: 95

I disegni preparatori, i lay out, le tavole a matita, le chine, le indicazioni di colore di un fumetto che, appena nato, è già un fenomeno editoriale. Chi conosce W.I.T.C.H. troverà in questo "piccolo" libro una nuova angolazione sotto cui osservare le pagine che ha già più volte divorato; chi non conosce W.I.T.C.H. correrà in edicola a comprarlo.
15,50

Storia dei gioielli

di Anderson J. Black

Libro: Copertina morbida

editore: Odoya

anno edizione: 2019

pagine: 345

Scrivere la storia dei gioielli equivale a ripercorrere la storia dell'uomo, poiché il gioiello, in quanto ornamento e simbolo di status sociale, compare presso tutti i popoli primitivi e in tutte le regioni della terra. Una panoramica approfondita della produzione di gioielli a partire dai preziosi corredi di ori sumeri, greci, etruschi ed egizi ai sontuosi tesori sciti e fenici dalle complesse lavorazioni a sbalzo e a filigrana, fino alla produzione, ricchissima per forme, oggetti e materiali, della gioielleria bizantina e medievale. Scopriremo così come i "secoli bui" fossero in realtà splendenti di ori, gemme e smalti dai mille colori, per proseguire con il perfezionamento delle tecniche sotto l'impulso dei corredi regali del Cinquecento e del Seicento e contemplare la profusione di gioielli del Settecento, da quelli europei ai sontuosi esemplari mogul indiani. Ma la vera innovazione si verifica nell'Ottocento: nuovi materiali, nuovi stili e soprattutto, per la prima volta, un pubblico più vasto, meno elitario e meno aristocratico. Con l'Art nouveau la gioielleria si fa poi sofisticata, riempiendosi di figure filiformi stilizzate e sinuose. Nella stagione dei pezzi "firmati", grandi artisti come Picasso, Braque, Dalí, Man Ray porteranno il gioiello alla dignità di pezzo d'arte e anche il design internazionale si cimenterà originalmente in questo campo, nobilitando con la purezza delle linee il pregio dei materiali. Una rassegna storica preziosa per l'accuratezza dei testi e l'interesse antiquario e artistico degli esemplari.
24,00

Ferlinghetti 100. Viaggio in Italia

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2019

pagine: 138

Lawrence Ferlinghetti ha compiuto cent'anni il 24 marzo 2019. Il suo è stato un secolo di lotta e di speranza, di colori e di parole, di musica e buona vita. Ma anche, e soprattutto, di editore di battaglia, anarchico sognatore e concreto organizzatore, a partire dalla sua City Lights di San Francisco, faro per tutte le librerie libertarie a seguire, e casa editrice che per prima ebbe il coraggio di pubblicare l'Urlo di Allen Ginsberg. Amico di tutti i beat, è stato a Roma al Primo festival dei poeti di Castelporziano nell'estate del 1979. Ferlinghetti è spesso venuto in Italia, circondato dall'affetto di amici ed estimatori, anche alla ricerca delle sue radici. Eric Toccaceli, che ha avuto modo di fotografarlo in più occasioni, scrive in proposito: "Il fulcro di questo lavoro sono gli scatti effettuati nel corso di incontri, performance, presentazioni, mostre, in cui Ferlinghetti, fedele al proprio ruolo di poeta, scrittore e artista totale, è anche agitatore culturale amato da più generazioni. L'ho seguito nelle sue peregrinazioni tra le capitali dell'arte italiana: Firenze, Roma, Verona, dalla Liguria del Golfo dei Poeti alla Lombardia e all'Emilia, dal Piemonte alla Toscana, dall'Adriatico al Tirreno, dalla Sardegna alla Calabria. Fino al suo ultimo viaggio in Italia del 2010".
18,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.