Libri Cinema, televisione e radio: Novità e Ultime Uscite

Cinema, televisione e radio

L'ultima spiaggia. Rive e derive del cinema italiano

di Christian Uva

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2021

pagine: 224

La spiaggia è un topos culturale nel quale si rispecchiano lucidamente le caratteristiche sociali, antropologiche e identitarie di un popolo. In quanto tale essa occupa da sempre nella tradizione cinematografica italiana un posto di assoluto rilievo che tuttavia ad oggi non è stato sufficientemente indagato. Il presente volume nasce dunque dall'esigenza di approfondire la riflessione su questo "luogo comune" dell'immaginario nazionale che, soprattutto nel periodo compreso tra gli anni trenta e ottanta, ha fatto da set a singole scene o anche a interi film capaci di rappresentare con nitidezza, tra luci e ombre, il rapporto degli italiani con l'avvenire e la modernità.
13,00

La magia del cinema. Via dei Tanti

di Federica Morrone

Libro: Copertina rigida

editore: GRIBAUDO

anno edizione: 2021

pagine: 64

L'estate è alle porte e nella piazza attigua a Via dei Tanti stanno allestendo un cinema all'aperto. I bambini del palazzo sono elettrizzati! Ma la sera del primo spettacolo, qualcuno sabota il proiettore... Chi vuole rovinare la magia del cinema? I bambini, aiutati dal gatto Mio, sono determinati a scoprirlo! Età di lettura: da 7 anni.
12,90

John Carpenter. Il regista da un altro mondo

di Edoardo Trevisani

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni NPE

anno edizione: 2021

pagine: 232

Nel panorama del cinema fantastico, John Carpenter è una vera e propria leggenda. I suoi film hanno segnato in maniera indelebile l'immaginario di generazioni di spettatori. Le sue opere solo superficialmente possono essere associate alla fantascienza o all'horror: in realtà sfruttano i meccanismi del genere per raccontarci i problemi e le contraddizioni della nostra società. Carpenter è per carattere un regista fuori dal tempo, o in anticipo sui tempi: molti dei suoi film più rappresentativi al momento dell'uscita nelle sale non furono capiti dal pubblico, o furono addirittura rifiutati, per essere rivalutati solo in un secondo momento e diventare veri e propri classici. Lo stesso regista si scontrò a più riprese con le regole degli Studios, finendo per essere riconosciuto come autore prima in Europa che in patria. Anche se da tempo si è ritirato dalle scene, John Carpenter resta ancora un punto di riferimento: lo spirito inquieto che anima il suo cinema non smette di parlarci e i suoi film sono ormai dei cult, con i quali spettatori e giovani registi sono chiamati a fare i conti.
14,00

Il talento di essere nessuno

di Luca Ward

Libro: Copertina morbida

editore: Sperling & Kupfer

anno edizione: 2021

pagine: 245

Ha dato la voce a Russell Crowe nel "Gladiatore", a Samuel L. Jackson in "Pulp Fiction", a Pierce Brosnam in "James Bond", e anche a Hugh Grant nel "Diario di Bridget Jones". E questo solo per citare alcuni nomi. Luca Ward è senza dubbio il più celebre doppiatore italiano, ma è anche molto di più. È un attore di straordinario talento che ha calcato palcoscenici leggendari e che è diventato un volto noto del piccolo schermo per aver preso parte a fiction di successo come "Centovetrine" ed "Elisa di Rivombrosa". Il pubblico lo ama e lo segue con grandissimo interesse sui social, dove raccoglie più di un milione di fan grazie alla sua ironia e alla sua genuinità. Ma la verità è che di lui si sa molto poco. L'adolescenza difficile, gli amori appassionati e il legame indissolubile con il mare: per la prima volta, Luca Ward si mette a nudo. Un libro che racconta, attraverso aneddoti e ricordi, tutta la verità sul mondo del cinema e del doppiaggio, e che non risparmia il lato più intimo e privato di Luca Ward. Una storia che parla di talento: il talento di essere, allo stesso tempo, tutti e nessuno.
17,90

Sciascia e il cinema. Conversazioni con Fabrizio

Libro

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2021

pagine: 176

Testimonianze di Roberto Andò, Beppe Cino e Giuseppe Tornatore L'opera letteraria di Leonardo Sciascia ha più volte, soprattutto nei decenni d'oro del cinema europeo, ispirato trasposizioni filmiche. In un contesto sensibilmente diverso da quello attuale, in cui spesso a partire da romanzi di grandi scrittori italiani s'approntavano ambiziose coproduzioni, i romanzi di Sciascia divennero stendardi d'impegno civile. Alcuni film sono diventati dei classici; altri ci appaiono oggi come piccoli gioielli da riscoprire. Quelli erano del resto anni in cui la letteratura e il cinema vicendevolmente si alimentavano: e diversi personaggi, da Pasolini a Calvino, da Malerba a Cerami, oscillavano tra la sacralità del romanzo e la lusinga d'una più immediata narrazione per immagini. D'altro canto, in gioventù, la prima aspirazione di Leonardo Sciascia, trascinato dall'amore per il cinema muto, era stata proprio quella d'essere un regista; una certa ritrosia caratteriale, unita a una più che giustificata diffidenza per un mondo a tratti eticamente disinibito, l'avevano tuttavia indotto rapidamente a rimodulare questo sogno. Sciascia sosteneva però, e non a torto, che la sua scrittura era rimasta cinematografica. E la tentazione del cinema, infatti, sopravvisse costantemente in lui. Questo libro si propone dunque d'analizzare la relazione fra il coraggioso intellettuale di Racalmuto, che così tanto manca alla società in cui viviamo, e la settima arte, attraverso i ricordi e le riflessioni del nipote, il regista Fabrizio Catalano, ex allievo del Centro Sperimentale di Cinematografia. Un approccio in cui all'analisi critica s'alternano il ritratto di un mondo storicamente vicino e culturalmente lontano, l'aneddotica familiare, l'indagine nei meandri delle corrispondenze fra donne e uomini che hanno lasciato un segno indelebile nella storia d'Italia.
18,00

Eros onirico. Il cinema di Walerian Borowczyk

di Jeremy Mark Robinson

Libro: Copertina morbida

editore: RIPOSTES

anno edizione: 2021

pagine: 260

Walerian Borowczyk (noto come "Boro") è uno dei più grandi registi del cinema polacco. Molto semplicemente, non esiste un regista come Borowczyk. I film di Borowczyk hanno una qualità sorprendente e magica, creano il loro spazio, con immagini, suoni e musica di una potenza davvero eccezionale. In questo libro Jeremy Robinson parla dettagliatamente di ogni film di Borowczyk. Il testo è completamente illustrato, corredato di bibliografia , filmografia e note. Un volume molto elegante, misterioso, poetico dedicato a un grande del cinema europeo.
22,00

Ciak! Si spia. Il cinema e l'intelligence

di Giancarlo Zappoli

Libro: Copertina morbida

editore: Nuova Argos

anno edizione: 2021

pagine: 768

Il tema dell'intelligence nella storia del cinema occidentale, in una raccolta di pellicole in cui sono presenti una spia, una missione speciale o sotto copertura, operazioni di controspionaggio e intrighi intorno a una vicenda di spionaggio.
39,00

L'Italia di Fellini. Immagini, paesaggi, forme di vita

di Marco Bertozzi

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2021

pagine: 200

Dal genio di Federico Fellini l'invenzione dell'Italia del Novecento. A cento anni dalla nascita e a quasi trenta dalla sua scomparsa, il libro di Marco Bertozzi illumina l'inesauribile capacità del regista di raccontarne i caratteri, sollevandone aspetti dell'inconscio profondo. Uno shock estetico che ci ha allenato alla complessità del Paese, alla sua mescolanza, alla sua magica impurezza. Alieno da stereotipi nazionalistici o categorie immobili dell'italianità, Fellini attraversa universi di vicinanze e intimità culturali immergendosi nella conoscenza non protetta, nell'interrogazione curiosa, nell'incontro di molteplici paesaggi antropologici. E, senza presupposti ideologici vincolanti, scolpisce uno dei più acuti ritratti dell'Italia contemporanea.
20,00

Il mistero del cinema

di Bernardo Bertolucci

Libro: Copertina morbida

editore: La nave di Teseo

anno edizione: 2021

pagine: 96

In questo testo inedito, scritto in occasione della laurea honoris causa ricevuta dall'Università di Parma nel 2014, Bernardo Bertolucci ricostruisce la sua autobiografia artistica, tra cinema e memorie private. Pagine di sfolgorante e semplice grazia, ritrovate dalla moglie Clare Peploe e da Michele Guerra, in cui il regista premio Oscar, autore di capolavori acclamati in tutto il mondo, fa luce su se stesso, sulla propria personalità, sulla propria arte. A partire dall'infanzia in un'Emilia di provincia che non sarà mai dimenticata, educato alla bellezza e alla poesia dal padre poeta Attilio. Poi l'incontro da predestinato con la macchina da presa: i primi esperimenti da ragazzo, la vicinanza con Pasolini e Moravia, la scoperta di Godard e della Nouvelle Vague francese. E ancora i ricordi intimi di famiglia, nelle valli sperdute di Casarola, i luoghi vicini da cui partire per esplorazioni esotiche, la fatica di emergere convincendo i produttori, l'orgoglio di essere invitato e premiato dai festival più importanti: al centro, come uno specchio attraverso cui guardare il mondo, la seduzione e il mistero del suo cinema.
8,00

K-punk. Vol. 2: Schermi, sogni e spettri. Cinema e televisione

di Mark Fisher

Libro: Copertina morbida

editore: Minimum Fax

anno edizione: 2021

pagine: 272

"Schermi, sogni e spettri" è il secondo dei volumi che minimum fax dedica agli scritti di Mark Fisher apparsi sul suo leggendario blog k-punk e su diversi giornali e riviste. In questo volume sono raccolte le sue riflessioni sul cinema e la televisione. Fisher è uno spettatore appassionato e curioso, senza pregiudizi ma con un occhio radicale. Discute criticamente film che hanno inciso in profondità sull'immaginario contemporaneo come Avatar, Children of Men, V per Vendetta, The Hunger Games e la trilogia di Batman di Christopher Nolan. Analizza con uguale impegno e passione alcune delle serie tv più innovative e inquietanti, come Breaking Bad, The Leftovers, Westworld ma anche il reality Celebrity Big Brother. A interventi d'occasione, ma mai occasionali nel giudizio e nella scrittura, si affiancano scritti su classici come la leggendaria serie inglese Il prigioniero, Shining o Guerre Stellari (poco amato, simbolo concreto del «vendersi» sin dal principio). Fisher affronta così maestri del passato e contemporanei, da Kubrick a Chris Marker, da Cronenberg a Nolan: lo fa in un fitto dialogo intellettuale con Marx, Freud, Lacan, Foucault, ?i?ek e altri grandi pensatori, ma anche con scrittori come Philip K. Dick e Richard Matheson che hanno intuito molti aspetti del nostro tempo. La critica cinematografica è, infatti, sempre e indissolubilmente critica dell'ideologia. Con quell'originalità di pensiero e sguardo che lo contraddistingue in ogni suo intervento, Fisher prosegue dunque anche qui il suo lungo confronto con il presente troppo reale del «realismo capitalista» e con gli spettri dell'utopia e della distopia.
17,00

Nino Manfredi. La vita, la carriera artistica, le critiche e le foto di tutti i suoi film

di Aldo Bernardini

Libro: Copertina morbida

editore: Gremese Editore

anno edizione: 2021

pagine: 336

Per moltissimi anni, il volume di Bernardini su Nino Manfredi ha rappresentato un riferimento obbligato per chiunque volesse conoscere analiticamente la sterminata carriera non solo cinematografica dell'attore. Tutti i momenti salienti della sua vita e del suo percorso artistico erano ricostruiti e proposti sulla base delle sue stesse dichiarazioni, dei suoi ricordi e delle foto di famiglia, oltre a essere documentati da un vasto corredo critico e fotografico, a cura di Enrico Lancia, che illustrava ogni singolo film, spettacolo teatrale o interpretazione televisiva. Ne usciva il ritratto di un artista estremamente originale, versatile e incisivo, capace di conquistare il consenso del pubblico e della critica con uno stile assai personale, in bilico tra commedia, satira e dramma. Non a caso, il suo talento ha saputo porsi al servizio dei grandi registi - da Luigi Comencini ad Antonio Pietrangeli, da Nanni Loy a Ettore Scola, da Luigi Magni a Dino Risi - in opere che a buon diritto sono oggi considerate tappe fondamentali nella storia del nostro cinema d'autore. In occasione del centenario della nascita di Manfredi (22 marzo 1921), questo volume viene ora proposto ai lettori in una nuova edizione revisionata da Enrico Giacovelli, che pur rispettando la struttura delle edizioni precedenti - considerate ormai un classico dell'editoria cinematografica - le aggiorna, le perfeziona e le arricchisce con nuovi e ancor più curati contenuti, ivi incluso un inedito inserto fotografico a colori con circa 300 fotogrammi tratti dai film.
29,50

Effemeridi del film. Episodi di storia materiale del cinema italiano

di Andrea Mariani, Mariapia Comand

Libro: Copertina morbida

editore: Meltemi

anno edizione: 2021

pagine: 190

Effemeridi del film si occupa dei cosiddetti "ephemera" - documenti, perlopiù di carta, spesso prodotti sulla spinta di un'urgenza emotiva, intellettuale o artistica, solitamente destinati a una comunicazione transitoria - come fonte di storia del cinema. Il volume offre una serie di analisi di oggetti culturali originali (album di ritagli, scrapbooks, cigarette cards, ecc.) e, attraverso questi casi di studio, sviluppa una riflessione teorica e metodologica intorno alla nozione di "ephemera", muovendo da alcuni studi pionieristici nel campo dei film studies e dalle ascendenze del "nuovo materialismo" nel campo della storia dei media e dell'archeologia dei media per approdare a un'accezione ampia del termine, comprensiva di paratesti e "minor media". Prendendo in esame fondi archivistici privati e istituzionali, materiali e miscellanee provenienti da collezionisti e da archivi, il libro getta un ponte tra la storia dei film e il contesto nei quali i film sono mostrati e visti, il reticolo di discorsi che avvolge produzione e consumo, il ruolo del cinema nella vita quotidiana e il suo spazio nelle vite individuali.
20,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.