Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cinema, televisione e radio

Cinema e pubblicità

di Giuseppe Mazza

Libro: Copertina morbida

editore: Editrice Bibliografica

anno edizione: 2019

pagine: 200

26,00

Pupi Avati. Sogni incubi visioni

di Andrea Maioli

Libro: Copertina morbida

editore: Cineteca di Bologna

anno edizione: 2019

pagine: 363

Cinquant'anni di cinema e un nuovo film, "Il Signor Diavolo", che nel 2019 riconduce Pupi Avati alle sue leggendarie origini gotiche e horror. Regista tra i più personali e di più longeva creatività nella storia del cinema italiano, Avati insieme al fratello Antonio e alla loro factory ha offerto un esempio unico, nel panorama nazionale, di indipendenza produttiva saldamente mantenuta negli anni. Gli esordi eroici e dannati di "Balsamus e Thomas", in una Bologna anni Sessanta che per un attimo si crede Hollywood sul Reno. Il rapporto con la città, che s'interrompe di colpo per non interrompersi mai, nutrito di distanza, ricordi e fantasie. La genesi del cult "La casa dalle finestre che ridono", che nel tempo farà di Avati un punto di riferimento dell'horror internazionale. L'amorosa e crudele esplorazione della memoria personale e antropologica, che s'accende magicamente in un piccolo capolavoro come "Una gita scolastica" e prosegue fino ai risultati più alti della maturità, "ll papà di Giovanna" e "La seconda notte di nozze". La Storia rievocata con profondità visionaria in "Magnificat". II tempo presente e subito passato di "Impiegati", di "Regalo di Natale" e della sua "Rivincita". I titoli sconosciuti al grande pubblico, da riscoprire. E ancora il rapporto con la musica, prima vocazione e primo disincanto, che non abbandona mai il cinema di Avati, dall'epocale successo della serie televisiva "Jazz Band" ai film sulle figure seminali di "Bix" e del giovane Mozart di "Noi tre"... Strutturato in ampi capitoli tematici, che ci accompagnano in andate e ritorni nel tempo avatiano, il libro si chiude con l'analisi del lavoro televisivo, delle sceneggiature scritte per altri registi e dei progetti non (o non ancora) realizzati. Ogni capitolo è introdotto da uno scritto inedito di Pupi Avati.
20,00

Sotto il segno di Federico Fellini

di Paolo Fabbri

Libro: Copertina morbida

editore: LUCA SOSSELLA EDITORE

anno edizione: 2019

pagine: 85

"Sotto il segno di Federico Fellini" raccoglie diversi saggi di Paolo Fabbri, incursioni con i metodi della semiotica, per svelare alcuni segreti dell'immaginario di Federico Fellini, senza toglierne il mistero. Deleuze afferma che quelle di Fellini non sono immagini-memoria. Suona il carillon e tornano i ricordi, ma l'opera non si riduce all'autobiografia. E Deleuze coglie nel segno. Non c'è una profondità, nel senso triviale che l'inconscio avrebbe una storicità evenemenziale, l'infanzia, l'adolescenza eccetera. Per Fellini tutto è presente, come diceva Freud delle pietre romane: nella stessa pietra c'è quella augustea, la medioevale, la papale e via via fino all'EUR, come nel film "Roma", appunto. Non c'è profondità temporale, ma il tempo-ritmo di una successione orizzontale, d'una fila di presenti.
15,00

Prati-Gate

di PARPIGLIA

Libro: Copertina rigida

editore: Sperling & Kupfer

anno edizione: 2019

pagine: 192

Rivelazioni, nuove testimonianze, prove su una delle "fake news" dell'anno. Nelle pagine di "Prati Gate" saranno svelati aneddoti mai rivelati, documenti unici, testimonianze esclusive. Un'inchiesta giornalistica legata solo apparentemente al mondo del gossip. Dietro la cronaca rosa si nascondono spesso, e questo caso ne è l'emblema, realtà più buie e profonde che la tingono di nero. Dopo mesi di ricerche, dopo una ricostruzione minuziosa dei fatti, ecco un nuovo punto di vista su una vicenda che ha catalizzato per mesi l'attenzione del pubblico e dei mass media in Italia e all'estero. Tra i tanti contenuti inediti una lettera di Pamela Prati che rompe il silenzio per raccontare la sua verità. Il Prati-gate non è solo uno stratagemma per garantirsi pubblicità e ospitate televisive, ma una storia che nasconde verità ben più sconvolgenti. La vicenda Prati/Caltagirone è ancora un mistero dai contorni poco definiti, un caso che questo libro cercherà di ricostruire inanellando i pezzi mancanti sparsi in un "sottobosco" senza remore e senza paure, attraverso un'inchiesta che offre un punto di vista diverso, mai "valutato" fino ad ora.
14,90

Polidor e Polidor

di Marco Giusti

Libro: Copertina morbida

editore: Cineteca di Bologna

anno edizione: 2019

pagine: 292

Polidor è il nome che scelse per le sue comiche Ferdinand Guillaume (1887-1977), uno dei più celebri comici del cinema muto, grande prima di Charlie Chaplin e di Buster Keaton. E primo Pinocchio cinematografico. Polidor è anche il nome che prese nel 1920 suo fratello Edouard Guillaume (1892-1964), diventato clown in Sudamerica, dopo aver letto che Ferdinand era morto a Napoli, in un incidente aereo, durante le riprese di un film. Polidor The Clown mantenne il nome anche negli Stati Uniti, quando venne scritturato dal Ringling Bros. and Barnum&Bailey Circus, il più grande circo del mondo, dove diventò una star internazionale. Ma il 'vero' Polidor non era morto. In quell'incidente era morto invece un terzo fratello, Natale Guillaume (1888-1920), che lavorava con lui nella Polidor Film. Un grande dolore per Ferdinand, che, dopo la morte di Natale, lasciò il cinema e tornò sul palcoscenico. Nel 1923 fondò 11 Teatro della Risata, girando l'Italia fino agli anni Cinquanta, anche in mezzo alla guerra. Venne poi riscoperto da Federico Fellini, che ne fece un fraticello capace di riconoscere la grazia degli umili nelle "Notti di Cabiria" e un vecchio clown struggente nella "Dolce vita". Proprio quando le cose sembravano girare bene per Ferdinand, grazie a Fellini, dall'altra parte del mondo Polidor The Clown, l'idolo dei bambini, diventò nel 1961 The Vengeful Clown, il clown assassino di River Vale, nel New Jersey. Uccise con due colpi d'ascia e cinquanta coltellate la sua compagna, la cavallerizza Elena Gabrielle Nelson, che non lo voleva più. Troppo vecchio e malato. "Hasta la muerte" scrisse dopo averla uccisa il vecchio clown. Fino alla morte. Poi cercò di farsi saltare in aria con dei petardi da circo. Puf! È allora che i giornali italiani partono alla ricerca del nostro Polidor, che non vedeva Edouard da cinquant'anni...
20,00

Erotismo eversione merce

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2019

pagine: 260

"Nessun potere ha avuto infatti tanta possibilità e capacità di creare modelli umani e di imporli come questo che non ha volto e nome. Nel campo del sesso, per esempio, il modello che tale potere crea e impone consiste in una moderata libertà sessuale che includa il consumo di tutto il superfluo considerato necessario a una coppia moderna. Venuti in possesso della libertà sessuale per concessione, e non per essersela guadagnata, i giovani - borghesi, e soprattutto proletari e sottoproletari - se tali distinzioni sono ancora possibili - l'hanno ben presto e fatalmente trasformata in obbligo. L'obbligo di adoperare la libertà concessa: anzi, d'approfittare fino in fondo della libertà concessa, per non parere degli 'incapaci' o dei 'diversi': il più tremendo degli obblighi. L'ansia conformistica di essere sessualmente liberi trasforma i giovani in miseri erotomani nevrotici, eternamente insoddisfatti (appunto perché la loro libertà sessuale è ricevuta, non conquistata) e perciò infelici." (Pier Paolo Pasolini)
22,00

Manuale del FilmMaker. Scrivere, produrre, distribuire

di Dario Edoardo Viganò

Libro: Copertina morbida

editore: MORCELLIANA

anno edizione: 2019

pagine: 176

«Per restare alla battuta di Woody Allen: da una parte c'è chi pensa che lo show business sia "show show" e dall'altra chi ritiene che si tratti di "business business". Una riprova di questo principio sta in un fatto lampante: l'assenza sul mercato editoriale di un manuale di produzione leggibile sia da chi vuole realizzare film sia da chi li vuole produrre. Il libro che avete tra le mani intende colmare questa lacuna e superare alla radice questa divisione. E certo non è un caso che a realizzarlo sia una persona di provenienza umanistica, ma portato dai casi della vita a confrontarsi direttamente con meccanismi e dinamiche della produzione. L'idea di fondo del libro è dunque che i due mondi della creatività e della produzione debbano parlarsi. Ma attenzione: questo dialogo non deve essere "di facciata"; la sinergia tra i due aspetti deve innervare i processi realizzativi fin dai primi balbettii della ideazione cinematografica.» (Ruggero Eugeni)
15,50

Harry Potter. Formule e incantesimi. Il taccuino dei film

Libro: Copertina rigida

editore: PANINI COMICS

anno edizione: 2019

pagine: 48

25,00

Harry Potter. Hogwarts: lezioni di cinema. Guida di cinematografia per principianti

di AA.VV.

Libro: Copertina rigida

editore: PANINI COMICS

anno edizione: 2019

pagine: 64

«Hogwarts: Lezioni di cinema» è una guida pratica e divertente per creare il tuo personalissimo set cinematografico ambientato nella famosa scuola di Magia e Stregoneria. Con attività guidate, dalla scrittura del copione alla creazione dei costumi, questo libro vi spiegherà come dare vita a un film passo per passo. Con adesivi, poster e tanti altri extra.
24,00

Annuario 2020 ufficiale. Lego Harry Potter

di AA.VV.

Libro

editore: PANINI COMICS

anno edizione: 2019

pagine: 64

Festeggiamo un altro anno trascorso nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts insieme a Harry e ai suoi amici! Con questo libro pieno di enigmi e di attività, in grado di incuriosire anche i tipini svegli come Hermione, potrai costruire la minifigura di Ron e rivivere le magiche avventure del trio. Anno nuovo, nuove sfide da affrontare! Età di lettura: da 6 anni.
8,99

Ieri, oggi e domani. Il cinema di genere in Italia

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2019

pagine: 350

Dove si sta dirigendo il nuovo cinema italiano? Sicuramente una delle tendenze è il ritorno alla sperimentazione dei generi cinematografici. Tantissimi i nomi di autori - da Alemà e Carrisi a Mainetti, Manetti Bros., Rovere e Sibilia tra gli altri - che si stanno confrontando con nuove forme di narrazione mantenendo sempre uno sguardo sul passato e su una certa tradizione che ha fatto grande il nostro cinema. Il volume, oltre a concentrarsi sulla nuova leva registica degli anni duemila, ripercorre all'indietro l'albero genealogico del genere italiano per arrivare alle sue radici. A dimostrazione di come esso sia stato linfa vitale nei nostri momenti migliori e un'assenza insopportabile in quelli di maggiore crisi. Senza dimenticare sia chi ha tentato la strada del genere andando in controtendenza e consentendone una rinascita, sia chi, in modi completamente diversi, ha portato avanti un discorso nobile genere-autore senza perdere in qualità.
28,00

Stranger Things. L'annuario

di Matthew J. Gilbert

Libro: Copertina rigida

editore: MONDADORI

anno edizione: 2019

pagine: 80

Un volume progettato come un annuario degli anni Ottanta che contiene tutto ciò che bisogna sapere sulla serie culto di Netflix: i personaggi, le ambientazioni, la colonna sonora e la moda, ma anche curiosità e dettagli sul Demogorgone, Undici e il Sottosopra! Età di lettura: da 12 anni.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.