Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diritto internazionale

Il diritto internazionale privato applicato allo stato civile. Quadro giuridico e soluzioni operative

di Renzo Calvigioni

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2019

pagine: 430

Il libro si rivolge principalmente agli ufficiali di stato civile, esaminando dettagliatamente gli aspetti operativi, suggerendo la procedura da seguire e gli adempimenti da svolgere, oltre a presentare la soluzione a quesiti pratici: sono ben chiare e numerose le difficoltà che debbono essere affrontate, ma anche il desiderio di fornire un supporto operativo che consenta di svolgere il proprio lavoro con quella professionalità sempre più elevata che oramai è diventata una costante irrinunciabile negli uffici demografici. Il criterio adottato nella redazione del testo è stato quello di seguire i titoli e capi della legge 218/1995, tralasciando quelli che non hanno alcuna rilevanza per il lavoro dell'ufficiale di stato civile: dopo una breve introduzione e spiegazione della normativa, la stessa viene applicata alla casistica, molto ampia e dettagliata, che si è già presentata nello svolgimento ordinario degli adempimenti dell'ufficio, affrontando ed approfondendo più di 70 casi. Vengono esaminati anche alcuni Regolamenti UE che sono entrati stabilmente nelle procedure degli ufficiali di stato civile e affrontate in dettaglio le problematiche della trascrizione degli atti di stato civile provenienti dall'estero, tenendo conto anche della giurisprudenza sia di merito che delle Alte Corti, con particolare attenzione alla sentenza della Corte di Cassazione a SS.UU. n. 12193/2019. In sostanza, un lavoro che vuole essere uno strumento operativo per gli ufficiali di stato civile, un supporto pratico nello svolgimento degli adempimenti quotidiani, un testo nel quale cercare la soluzione del caso che si è presentato in ufficio, sia con l'approfondimento degli aspetti giuridici che lo contraddistinguono sia con cenni di procedura ed adempimenti pratici.
60,00

In litore maris. Poteri e diritti in fronte al mare

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 214

Il volume raccoglie gli atti del Convegno In litore maris. Poteri e diritti in fronte al mare, tenutosi a Sestri Levante il 15-16 giugno 2018, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dell'Università degli Studi di Genova e della Società Italiana degli Avvocati Amministrativisti, che ha affrontato, sotto molteplici punti di vista, il tema della disciplina giuridica delle aree in fronte al mare, che costituiscono, soprattutto per le Regioni costiere, un elemento essenziale ed imprescindibile di attenzione, sia sotto il profilo della tutela e della fruizione sia sotto il profilo dell'utilizzo e della valorizzazione economica (con particolare riguardo ai porti), profili ai quali sono state rispettivamente dedicate le due sessioni del convegno. Il convegno si è avvalso di relazioni di alto e qualificato livello, di altissimi magistrati amministrativi, di professori universitari di diritto costituzionale, amministrativo, internazionale, pubblico comparato, dell'Unione Europea, marittimo, e di soprintendente del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, particolarmente coinvolto dalla problematica applicativa. Sono stati esaminati gli aspetti giuridico-amministrativi di una sinergia fra sviluppo ed ambiente marino e lagunare, che coniuga esigenze di conservazione e attività produttive, soprattutto commerciali e turistiche, nella prospettiva dello sviluppo sostenibile e del superamento, per intuibili esigenze di utili investimenti economici, dell'attuale configurazione, nel diritto interno (ma non in quello di altri Paesi UE), delle concessioni demaniali delle aree del litorale, come concessioni di servizi, e della relativa sottoposizione alle regole europee della concorrenza. Il si rivolge agli studiosi e operatori del diritto e ai tecnici che operano in materia di ambiente e paesaggio, governo e tutela del territorio, infrastrutture portuali e sviluppo dei traffici marittimi, con specifico riguardo alle aree in fronte al mare.
28,00

Compendio di diritto internazionale privato e processuale

di Giancarlo Novelli

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2019

pagine: 287

Il diritto internazionale privato e processuale, a seguito della sempre più diffusa globalizzazione dei rapporti economici e sociali, è divenuto strumento operativo quotidiano di giudici e avvocati coinvolti nelle vicende di matrimoni misti e tra persone dello stesso sesso, dei contratti conclusi a mezzo Internet, nelle controversie tra lavoratori e aziende straniere. Con questa edizione, in aderenza alle consuete caratteristiche di precisione e sintesi proprie del volume, si è inteso dare conto delle novità giurisprudenziali e normative (tra cui la sentenza della Cass. Sez. Un. 8 maggio 2019, n. 12193 sulla trascrivibilità degli atti di nascita e il D.L. 113/2018 conv. in L. 132/2018 cd. decreto sicurezza). Si è proseguito, inoltre, nella ricognizione dei regolamenti dell'Unione europea che ormai da tempo hanno finito per sostituire o ampliare le norme della L. 218 del 1995. Ci si riferisce ai regolamenti 1103 e 1104 del 2016 relativi al regime patrimoniale tra coniugi e delle unioni registrate (applicabili dal 29 gennaio 2019). In appendice, oltre alla L. 218/1995, le fonti di d.i.p. più rilevanti. Il testo, quindi, per le sue caratteristiche rappresenta un valido strumento per tutti coloro che, per ragioni di studio o per esigenze professionali, devono affrontare una materia che oggi nessun operatore può permettersi di trascurare.
20,00

L'efficacia e l'esecuzione delle sentenze straniere e degli altri atti di autorità straniere in Italia, secondo il diritto processuale internazionale ed europeo

di Francesco Fradreani

Libro: Copertina morbida

editore: Simple

anno edizione: 2019

pagine: 352

Il presente contributo si prefigge il compito di analizzare compiutamente le norme, direttamente applicabili nel nostro ordinamento oggettivo, riguardanti il riconoscimento dell'efficacia, anche esecutiva, in Italia delle sentenze e degli altri atti provenienti da autorità straniere. Si tratta di un compito particolarmente complesso in ragione del fatto che esiste un sistema multilivello che interessa, sul piano prevalentemente processuale, sia il diritto internazionale privato che il diritto dell'Unione europea. Naturalmente, il tema della circolazione delle decisioni straniere all'interno dei confini nazionali non può che prendere le mosse da un'analisi storica che dia conto del sistema unitario previsto dal codice di rito del 1865, fino ad arrivare ai giorni nostri e, dunque, a tutta una serie di regolamenti europei che costituiscono un sistema multiforme ma dalla comune matrice che affonda le proprie radici nell'ormai mitica Convenzione di Bruxelles del 1968. Si tratta dunque di un argomento tradizionale ma, al contempo, sempre attuale ed anzi oggi vera e propria frontiera del modo di interpretare il rapporto tra diverse giurisdizioni e, quindi, concernente la definizione stessa del perimetro attualmente costituente lo spazio giudiziario italiano ormai sempre più inserito nel più ampio spazio giudiziario europeo.
25,00

La codificazione nell'ordinamento internazionale e dell'Unione europea

Libro: Copertina morbida

editore: EDITORIALE SCIENTIFICA

anno edizione: 2019

pagine: 632

50,00
19,00

Diritto europeo dell'economia

di Gianluca Contaldi

Libro: Copertina rigida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 344

36,00

Il principio dell'inquadramento nell'art. 19 del TUE

di Marco Bolognese

Libro: Copertina morbida

editore: Simple

anno edizione: 2019

pagine: 306

L'Unione europea ha competenza nelle materie che le sono state attribuite per mezzo dei trattati, cosicché le competenze che non sono state trasferite rimangono in capo agli Stati membri. Questi ultimi, tuttavia, debbono esercitarle nel rispetto dei trattati istitutivi dell'Unione: il c.d. principio di inquadramento. Tale principio ha trovato applicazione in riferimento alla c.d. "autonomia processuale" che, in via approssimativa, si può per ora indicare come quel particolare fenomeno giuridico per cui, in assenza di norme processuali europee, è compito degli Stati membri tutelare e quindi garantire la piena applicazione del diritto dell'Unione, tramite il proprio sistema procedurale. Competenza processuale che, dopo essere stata attribuita per via giurisprudenziale, parrebbe oggi fondarsi sull'art. 19 del TUE.
20,00

I porti italiani e l'Europa. Un'analisi delle regole, della giurisprudenza e della prassi amministrativa per operatori pubblici e privati

di Sergio Maria Carbone, Francesco Munari

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2019

pagine: 288

Il volume analizza la disciplina dei porti dall'angolo visuale europeo e nazionale, e si concentra in particolare sulla natura dei porti come "beni" e infrastrutture pubbliche, al cui interno le imprese operano sulla base di diversi livelli di regolazione. In questa disamina, superando definitivamente l'approccio del porto come... un mercato a sé, gli autori sviluppano una concezione di porto come snodo di una ben più complessa filiera logistica, solo relativamente alla quale è corretto ragionare in termini di accesso al mercato, gestione di infrastrutture scarse, e conseguente ricaduta sul sistema economico nazionale delle regole e delle prassi riguardanti porti e logistica. Viene quindi delineato il regime dei porti italiani alla luce delle norme dell'Unione e nazionali, comprensivo delle prerogative infrastatuali, dei rapporti con le città, tra diverse amministrazioni e tra i regolatori che a vario titolo esprimono competenze nel settore. Gli autori si dedicano infine allo studio dettagliato dei vari "attori", pubblici e privati, operanti nei porti, e della disciplina ad essi relativa, con particolare attenzione ai modelli organizzativi che riguardano sia le amministrazioni interessate, in primis le Autorità di sistema portuale, sia le imprese e gli altri soggetti che operano in contesti concorrenziali ovvero regolati.
36,00

Manuale dei diritti fondamentali in Europa

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2019

pagine: 534

Il manuale, con specifica attenzione ai riflessi sull'ordinamento italiano, descrive il sistema europeo di protezione dei diritti e libertà che sono comuni alla Convenzione europea dei diritti umani e alla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea. La prima vincola i 47 Stati del Consiglio d'Europa, la seconda i 28 Stati che sono anche membri dell'Unione. Il contenuto dei diritti considerati è definito dalla giurisprudenza della Corte europea dei diritti umani, di cui tiene conto la Corte di giustizia dell'Unione europea. Il manuale illustra le nozioni generali del diritto dei diritti umani in Europa e i singoli diritti ed espone la disciplina dei ricorsi e della procedura della Corte europea. Questa edizione è aggiornata al 31 dicembre 2018.
39,00

Libro universale dei diritti umani. Uno sguardo dal carcere

Libro: Copertina morbida

editore: LIBEREDIZIONI

anno edizione: 2019

pagine: 192

I diritti umani a 70 anni dalla Dichiarazione Universale delle Nazioni Unite. Testo nelle lingue Italiano, English, Arabis, Français, Espanol, Romanesc e Shqiptar. Con lettere e iconografia artistica opera di detenuti. Con un testo di Roberto Cammarata.
14,00

L'Europa del diritto comune. La memoria e la storia

di Manlio Bellomo

Libro: Copertina rigida

editore: Euno Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 320

Presentare al lettore un libro sull'Europa unita è oggi un azzardo o una necessità, legata a speranza e fiducia. La conoscenza di un'eredità che ci appartiene è comunque da approfondire specialmente sul piano culturale, e giuridico in modo specifico. Come si osserva nell'occhiello preposto al testo, "un continente che ignora il proprio passato è come una persona che ha perso la memoria". E la memoria ci riporta indietro nei sette secoli circa in cui uno ius commune europeo esisteva e si insegnava in tutte le Università del continente e si distingueva dalle plurime leges particolari, rispetto alle quali si presentava e funzionava come ius communicativum (Iacopo Belvisi) capace di innervare nelle leges princîpi e valori e categorie giuridiche d'uso corrente e comune.
25,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.