Fotografia e fotografi

Scatti sommersi. I maestri della fotosub italiana. Ediz. illustrata. Vol. 4: Marcello Di Francesco

di DI FRANCESCO

Libro: Copertina morbida

editore: Addictions-Magenes Editoriale

anno edizione: 2020

Nato a La Spezia nel 1975, istruttore subacqueo, fotografo freelance specializzato nell'immagine naturalistica sottomarina e grande appassionato di viaggi. In oltre 10 anni di attività ha collezionato più di 3000 immersioni in giro per i più bei paesi e fondali del mondo: Indonesia, Micronesia, Maldive, Filippine, Egitto, Sudan, Arabia Saudita, Messico, Tanzania, Madagascar sono solo alcuni dei luoghi da lui visitati e fotografati durante questi anni. In Italia svolge generalmente la sua attività in siti di immersione divisi tra Liguria e Toscana, immergendosi principalmente tra le acque del golfo dei Poeti a La Spezia, nel Parco Marino di Portofino, in quello delle 5 terre oppure tra i numerosi relitti che si trovano nella zona tra Savona, Genova e Sestri Levante. Negli ultimi anni si è dedicato con successo al mondo dei concorsi fotografici, ottenendo moltissimi premi e piazzamenti nelle maggiori manifestazioni di fotografia subacquea e naturalistica del mondo. Tanti i riconoscimenti a livello nazionale e internazionale tra cui spiccano sicuramente le affermazioni ai Sony awards, all'Underwater Photographer of the Year 2015 di Londra ed al GDT - European Wildlife Photographer of the Year. È giudice Federale FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Sportiva ed Attività subacquee) per le gare nazionali di fotografia subacquea digitale ed è stato più volte chiamato a far parte di giurie nazionali ed internazionali in diversi concorsi fotografia subacquea. Collabora regolarmente con alcune riviste del settore italiane ed estere, i suoi scatti e reportage sono stati pubblicati su Mondo Sommerso, Il Subacqueo, Scuba Magazine, Touchen, EZdive, Scuba zone, Asian diver e molte altre; collabora assiduamente con alcuni tour operator specializzati in viaggi-sub organizzando viaggi e spedizioni fotografiche.
20,00

Sing Sing. Il corpo di Pompei. Ediz. italiana e inglese

di Luigi Spina

Libro

editore: 5 CONTINENTS EDITIONS

anno edizione: 2020

pagine: 116

Questa storia inizia dove il pubblico che affolla le sale delle collezioni del Museo Archeologico Nazionale di Napoli non può accedere. Questo racconto fotografico svela l'inaspettato che si rivela sotto i tetti dell'istituzione museale napoletana. Una porta in ferro, arrugginita e ricoperta da diversi strati di colore, funge da Colonne d'Ercole nel lavoro di Luigi Spina. Una volta aperta ci si affaccia su un corridoio lungo e stretto: gli occhi devono adattarsi alla luce. Ci troviamo in quello che da sempre viene chiamato Sing Sing: celle chiuse da grate che custodiscono memoria dei documenti di cultura materiale provenienti da Pompei ed Ercolano. Oggetti in bronzo, vetro, ceramica e terracotta riempiono tali stanze richiamando alla mente la catastrofica eruzione del 79 d.C. che spezzò improvvisamente la quotidianità di quei luoghi. Sulle mensole si affastellano candelabri, decorazioni e maniglie, statue, vasellame, lucerne... fino a giungere a del pane carbonizzato. Il tutto diventa testimonianza ancora viva e carica di significato di quell'olocausto naturale, dove l'intervento del Dio Vulcano comportò una tragedia senza precedenti.
49,00

Masterworks of industrial photography. Exhibitions 2018 Mast Foundation-Capolavori della fotografia industriale. Mostre 2018 Fondazione Mast

di AAVV

Libro: Copertina rigida

editore: ELECTA

anno edizione: 2020

pagine: 784

Un volume destinato a coloro che sono interessati ad approfondire la storia e l'evoluzione della fotografia sul mondo dell'industria e del lavoro attraverso l'opera di grandi maestri moderni e contemporanei e di nuove generazioni di artisti. Oltre 800 pagine di capolavori della fotografia pubblicati in grande formato. La pubblicazione, in edizione bilingue italiano e inglese, raccoglie integralmente tutte le opere fotografiche messe in mostra negli spazi espositivi della Fondazione MAST di Bologna nel 2018. La prima mostra documentata nel volume presenta i progetti dei fotografi finalisti del premio Mast Foundation for photography grant 2018 on industry and work. Mari Bastashevski, Sara Cwynar, Sohei Nishino e Cristóbal Olivares fanno luce su quattro realtà geografiche e umane che riflettono le rapidissime trasformazioni in atto nel mondo a livello economico e produttivo e le loro implicazioni ambientali, sociali, ed etiche nella vita di ciascuno di noi. L'indagine fotografica è proseguita con la prima mostra italiana interamente dedicata all'americano W. Eugene Smith (1918-1978) e alla monumentale opera realizzata a partire dal 1955 a Pittsburgh, all'epoca la principale città industriale del mondo. Infine l'anno espositivo si è concluso con "Pendulum. Merci e persone in movimento", iniziativa che ha offerto alla Fondazione MAST la possibilità di mostrare una nuova selezione di opere dalla propria collezione tra fotografie, installazioni video e photo-album sui temi dell'industria e del lavoro.
110,00

Corse leggendarie in tutto il mondo. 200 proposte per correre in 60 paesi nei 5 continenti

di AA.VV.?

Libro: Copertina rigida

editore: EDT

anno edizione: 2020

pagine: 328

50 straordinari racconti di corse a piedi, dal Kenya al Canada, dal Giappone alla Tasmania, e altre 150 idee per partire con le scarpe da running. Scopri il mondo correndo su percorsi in città e sentieri nella natura, partecipando a celebri maratone e ultratrail sulle lunghe distanze: esperienze uniche per tutti, dagli esordienti ai runner più esperti.
32,00

Jacques Henri Lartigue. L'invenzione della felicità. Fotografie. Ediz. inglese

Libro: Copertina rigida

editore: Marsilio

anno edizione: 2020

pagine: 208

Il successo e il riconoscimento dell'opera di Lartigue (Courbevoie, 13 giugno 1894 - Nizza, 12 settembre 1986) sono arrivati molto tardi, quando l'artista aveva quasi 70 anni. Era il 1963, e il Museum of Modern Art di New York ospitò una mostra con le immagini che il fotografo aveva scattato all'inizio della sua carriera, nei primi anni del Novecento, davanti alle quali non si poteva non riconoscere l'evidente vicinanza con l'opera del grande Henri Cartier-Bresson. «Mon universe c'est un immense parc», scriveva nel suo diario: nel periodo tra le due guerre, Lartigue ha raccontato la vita della borghesia, votata al lusso e alla felicità a tutti i costi. Il suo sguardo sofisticato, rivoluzionario ha catturato le vacanze lungo la costa del sud della Francia, le auto eleganti e il loro spirito decadente. Dettagli apparentemente ordinari, che nascondono invece attimi privati che Lartigue svela al pubblico attraverso la sua macchina fotografica. Il volume include un saggio introduttivo di Denis Curti, una personale testimonianza del fotografo Ferdinando Scianna e un testo di Marion Perceval che analizza la storia della scoperta dell'enfant prodige. Brevi testi introduttivi accompagnano le sezioni che presentano un racconto cronologico attraverso magnifici scatti, alcuni dei quali inediti.
50,00

L'occhio della fotografia. Protagonisti, tecniche e stili della «invenzione maravigliosa»

di Italo Zannier

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 2020

pagine: 352

Il volume esamina il linguaggio fotografico al di fuori delle consuete riflessioni di carattere concettuale, partendo piuttosto dallo "specifico" del mezzo tecnico; quest'ultimo viene analizzato nella sua evoluzione dalla dagherrotipia al bianco e nero, dal colore alla olografia. Al tempo stesso, della materia viene offerto un panorama storico-critico attraverso una serie di "schede" sintetiche ma esaurienti a proposito dei protagonisti più significativi, degli stili e delle ideologie che si sono sviluppati nel corso di un secolo e mezzo.
19,00

Sorridere. La fotografia comica e quella ridicola

di Michele Smargiassi

Libro: Copertina morbida

editore: Contrasto

anno edizione: 2020

pagine: 111

Benché seriosissimi studiosi si ostinino a negarlo, la fotografia che fa sorridere esiste. Grandi autori e milioni di fotografanti l'hanno praticata, il web ne trabocca. La fotografia possiede ciò che serve per innescare il meccanismo freudiano del motto di spirito. Ma se la fotografia comica ci diverte, diventa grandiosa quando si inoltra nei territori del ridicolo, ossia il comico che non sa di essere tale. La fotografia ci coglie come non sappiamo di apparire. Perché ci vede come non ci possiamo vedere. Basta spostare il punto di vista, e i turisti che reggono con le mani la Torre di Pisa diventano maldestri lottatori marziali, o acchiappamosche. La fotografia è una mosca con grandi occhi. Un tafano. Che guarda e punge.
22,90

Le strade dell'apartheid

di Luca Greco

Libro: Copertina morbida

editore: Mondo Nuovo

anno edizione: 2020

pagine: 92

"Le strade dell'apartheid" è un racconto fotografico che scova, attraverso le immagini, un tratto comune, un filo rosso, nelle storie di tre Paesi e di tre popoli solo in apparenza lontani. Nucleo dell'incastro di fili, di storie e di sguardi che qui si prova a raccontare è la continua e progressiva privazione della libertà che ha colpito e tuttora colpisce il popolo palestinese, quello saharawi e quello di religione cattolica dell'Irlanda del Nord. La segregazione fisica e mentale nella quale essi sono costretti a vivere la loro quotidianità lega e accomuna queste storie. Le strade di Belfast, come quelle di Hebron, Tulkarem, Dheishe, New Askar, Dakhla e Smara trasudano claustrofobia. La si legge nei muri, ma anche negli occhi. Sono piene di questa assenza. Ed ecco che il filo rosso emerge potentemente. Fra lamiere e sabbia, filo spinato e vento, cemento e neve, veloce si snoda, tutto abbraccia e tutto intreccia. E poi, come un fiume carsico, d'improvviso scompare. Narrare questo fiume. Questo è lo scopo di questo racconto.
16,00

L'Africa del XXI secolo. Fotografie da un continente

di Ekow Eshun

Libro

editore: Einaudi

anno edizione: 2020

pagine: 272

"L'Africa del XXI secolo" riunisce il lavoro dell'ultima generazione di fotografi appartenenti all'intero continente africano. Sbarazzandosi di una visione occidentale stereotipata, Ekow Eshun esplora i modi attraverso i quali i fotografi contemporanei illustrano l'Africa e l'«africanità» non solo come luogo fisico ma anche come spazio psichico. Dalle tentacolari realtà urbane a paesaggi in continua evoluzione, dalle eredità coloniali e postcoloniali alle tematiche legate al genere, alla sessualità e all'identità, i fotografi compresi nel volume cercano di comprendere cosa significhi realmente vivere in Africa oggi, catturandone i paradossi, le complessità, i drammi, le promesse e le quotidiane meraviglie del suo immaginario.
70,00

Giacomelli e il suo tempo

di Walter Guadagnini

Libro

editore: Silvana

anno edizione: 2020

28,00

Photography. Il libro completo sulla storia della fotografia

di Tom Ang

Libro: Copertina rigida

editore: GRIBAUDO

anno edizione: 2020

pagine: 400

«Una fotografia non è né catturata né presa con la forza. Essa si offre. È la foto che ti cattura» (Henri Cartier-Bresson). Scoprite la storia della fotografia, dalle sue origini negli anni Venti dell'Ottocento fino al fenomeno globale della fotografia digitale nel ventunesimo secolo.
27,00

Di quel giorno. Fotografie di matrimonio

di Carlo Carletti

Libro: Copertina rigida

editore: Contrasto

anno edizione: 2020

pagine: 199

"La differenza tra un professionista che scatta ai matrimoni, e sono tanti e sono bravi, oltre che pazienti, e un fotografo di matrimoni come Carlo Carletti, è nel fatto che Carletti non immortala, non ferma il tempo, il ricordo. Sa da sempre, anche se non gliel'ho mai chiesto, che è il matrimonio stesso a immortalarsi da sé. È costruito, progettato dalle famiglie, dagli sposi, perché sia un evento unico e possibilmente irripetibile, staccato dal prima e dal dopo. Carlo Carletti non segue la sceneggiatura, ne cerca una sua, è un direttore della fotografia di un film che ha un racconto proprio. È eleganza, è qualità formale. È una continua citazione dal cinema, soprattutto quello di Rossellini e di Visconti, è l'idea del movimento, del gesto fuori dai codici, è la riflessione sul bianco e nero che sposta il vero in un'altra dimensione, è l'inquadratura che apre sul paesaggio, che allontana per aggiungere elementi a un qualcosa che si farebbe da sé anche senza fotografia: ovvero il rito stesso del matrimonio." (dall'introduzione di Roberto Cotroneo)
29,90

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.