Libri Fotografia e fotografi: Novità e Ultime Uscite | P. 5

Fotografia e fotografi

Masterworks of industrial photography. Exhibitions 2019 Mast Foundation-Capolavori della fotografia industriale. Mostre 2019 Fondazione Mast

Autori vari

Libro: Copertina rigida

editore: Electa

anno edizione: 2022

pagine: 324

Il volume documenta le mostre di fotografia industriale realizzate a cura della Fondazione Mast nel 2019 e rappresenta un momento unico, forse irripetibile, di un percorso di studio e di riflessione che MAST continua a perseguire mantenendo la sua posizione di laboratorio di pensiero intorno al binomio che congiunge l'industria al lavoro. La prima mostra presenta una selezione di fotografie a colori realizzate da Thomas Struth a partire dal 2007 in siti industriali e centri di ricerca di tutto il mondo all'avanguardia nella sperimentazione e nell'innovazione tecnologica. Artista tra i più noti della scena internazionale, Struth, nelle 25 immagini di grande formato, ci mostra luoghi solitamente inaccessibili, offrendoci uno spaccato del mondo che si cela dietro la tecnologia avanzata. Laboratori di ricerca spaziale, impianti nucleari, sale operatorie, piattaforme di perforazione sono fotografati con minuziosa attenzione, distaccata curiosità e una spiccata sensibilità estetica. L'artista punta l'attenzione sulle macchine in quanto strumenti di trasformazione della società contemporanea e ci mostra una serie di sperimentazioni scientifiche e ipertecnologiche, di nuovi sviluppi, ricerche, misurazioni e interventi che in un momento imprecisato, nel presente o nel futuro, in modo diretto oppure mediato, faranno irruzione nella nostra vita e ne muteranno il corso. Attraverso queste opere siamo in grado di percepire tutta la complessità, la portata, la forza dei processi, ma anche di intuire il potere, la politica della conoscenza e del commercio che essi celano. Segue la mostra Anthropocene, un progetto artistico che indaga l'indelebile impronta umana sulla Terra attraverso le straordinarie immagini di Edward Burtynsky, Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier. Combinando fotografia, cinema, realtà aumentata e ricerca scientifica, i tre artisti danno vita a un'esplorazione multimediale di grande impatto visivo che documenta i cambiamenti determinati dall'attività umana sul pianeta e ne testimonia gli effetti sui processi naturali. Anthropocene ha costituito l'occasione di esercitare un'importante sensibilizzazione su un argomento che oggi risulta quanto mai vitale. Le due mostre formano un dittico che si giustifica proprio nella diversità dei metodi di lavoro e nella complementarietà dei temi affrontati. Alla base di entrambi si trova la capacità dello strumento fotografico, arrivato a livelli sofisticatissimi di elaborazione, di creare immagini che diventano oggetti di un pensiero contemporaneo capace di suscitare domande e di scuotere le coscienze.
72,00

10 X 10. Storie di donne fotografe

Libro: Copertina rigida

editore: 24 Ore Cultura

anno edizione: 2022

pagine: 208

Dal successo della serie video, le vicende di 10 donne che hanno cambiato la storia della fotografia. A partire da un gruppo attentamente selezionato delle loro più fortunate e celebri immagini, impresse negli occhi e nelle emozioni di tutti noi, il libro racconta lo scorrere delle vicende delle grandi pioniere della fotografia del '900: da Dorothea Lange con i suoi scatti sull'America prostrata dalla Grande Depressione a Gerda Taro con la sua tragica, prematura fine nella guerra di Spagna, da Margaret Bourke-White, tra i primi fotografi a mettere piede nel lager di Buchenwald, a Claude Cahun, la cui opera è genialmente anticipatrice di tematiche dei nostri giorni come quelle legate al gender e all'identità sessuale. Vi sono poi autrici dedite a una propria originale ricerca, come Tina Modotti, divisa tra arte e impegno politico, e la versatile Imogen Cunningham, fino ad arrivare ai giorni nostri, con grandi artiste come Cindy Sherman e Vanessa Beecroft, che utilizzano la fotografia come medium privilegiato (per la Sherman esclusivo) di espressione del proprio mondo interiore e della propria ricerca espressiva.
59,90

Il bacio di Giuda. Fotografia e verità

di Joan Fontcuberta

Libro: Copertina morbida

editore: Mimesis

anno edizione: 2022

pagine: 184

In un percorso di otto saggi critici sulla fotografia, scritti nel corso di una lunga esperienza professionale, Joan Fontcuberta riflette sulla creazione delle immagini e sulla cultura che le vorrebbe espressione della verità e prova dell'esistente. Ribellandosi alla credenza secondo cui il messaggio fotografico non necessiti di essere interpretato in quanto, per natura, "evidente", Fontcuberta mette in dubbio l'idea di fotografia come specchio della realtà ed espressione della verità e il ruolo stesso del fotografo, che, crudelmente, dell'anima di ciò che ritrae restituisce solo la forma esteriore. Proseguendo con esempi tratti da vari ambiti della cultura - tra cui letteratura, cinema, teatro -, l'Autore mette in parallelo fotografia e scrittura e illustra i modi in cui l'immagine rappresenta o, piuttosto, semplicemente attrae. Il bacio di Giuda è un classico della teoria della fotografia, già presente in bibliografia nei corsi universitari di comunicazione visiva. Presentazione Michele Smargiassi.
16,00

Fotografia digitale. Manuale completo

di Paolo S. Pretini, Francesco Tapinassi

Libro: Copertina rigida

editore: Demetra

anno edizione: 2022

pagine: 192

La passione per la fotografia è da sempre legata alla sua capacità di rendere attuali e vicine emozioni e situazioni lontane nel tempo o nello spazio. Oggi si è enormemente amplificata con l'avvento dei social, tanto che si può dire che la fotografia sia ormai la prima forma di comunicazione. Con l'avvento del digitale fotografare è sempre più divertente, ma non così semplice! Questo manuale, aggiornato alle ultime novità in campo tecnologico, risponde a tutti i dubbi sulla scelta e l'utilizzo dei diversi tipi di fotocamera digitale, incluse quelle, in continua evoluzione, in dotazione agli smartphone.
12,90

Lockdown. Un modo nuovo per riscoprire e riscoprirci

di Maria Assunta Pioli

Libro: Copertina morbida

editore: Gangemi

anno edizione: 2021

pagine: 128

Alla pandemia che ancora imperversa, gli Stati cercano di rispondere come possono. Con le prescrizioni sanitarie, i vaccini e il Lockdown. Chiusura forzata per l'essere umano: essere sociale. Di contro, momento di respiro e rigenerazione per la Natura, temporaneamente libera dall'impatto col "virus" uomo che da sempre la sfrutta e oltraggia. Maria Assunta Pioli, fotografa per passione, impegnata nel volontariato, ha voluto sottolineare quanto sia importante darsi una mano nei momenti di difficoltà. L'autrice ci regala riflessioni, luci e colori dei paesaggi dell'Alfina, nel cuore verde dell'Umbria, luogo incantato e suggestivo in cui vive. Le foto e i pensieri sono stati raccolti durante il periodo del Lockdown, per condividere sentimento e passione, risposta a impedimenti e privazione, ritrovando il vero rapporto con la Natura. Un messaggio in bottiglia per tutti.
16,00

Una certa Italia. Fotografie 1959-1981

di Giuseppe Loy

Libro: Copertina rigida

editore: Drago (Roma)

anno edizione: 2021

pagine: 168

"Una Certa Italia" è il primo volume che raccoglie le più significative fotografie di Giuseppe Loy scattate fra il 1959 e il 1981. L'archivio Giuseppe Loy, dopo anni di ricerche e lavori di archivio, ha raccolto catalogato più di cento immagini che spaziano dall'impegno politico a uno sguardo sui costumi di un'Italia in profondo cambiamento, un paese descritto attraverso lo sguardo di un fotografo in grado di leggere fra le righe di una società unica nel suo genere. Con testi di Angelo Loy (presidente dell'Archivio Fotografico Giuseppe Loy), Chiara Agradi (storica della fotografia e curatrice), Margherita Guccione (direttore MAXXI Architettura), Edoardo Albinati (scrittore), Alice Rohrwacher (regista), Emilio Garroni (filosofo), Luca Massimo Barbero (direttore dell'Istituto di Storia dell'Arte della Fondazione Giorgio Cini), Bruno Corà (presidente Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri) e Rosetta Loy (scrittrice).
40,00

Paolo Simonazzi. Il filo e il fiume. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina rigida

editore: Silvana

anno edizione: 2021

pagine: 146

"Il filo e il fiume" è un racconto fotografico dedicato al Po e ai territori che il fiume attraversa, composto da una cinquantina di scatti realizzati da Paolo Simonazzi tra il 2013 e il 2021. Protagonista è il lento e pesante scorrere del fiume, che appare anche laddove non fotografato direttamente: la sua presenza emerge nel paesaggio circostante e nelle persone che abitano i luoghi solcati dalle sue acque. Territori uniti come da un filo, parte di un mondo che in realtà non esiste più, e di cui l'autore - nel solco di una tradizione fotografica che inizia nel dopoguerra - ci consegna le ultime tracce, invitandoci all'ascolto di quello che Francesco Zanot chiama "il canto flebile di un territorio sovra-territoriale, all'attacco della geografia politica, aggrappato com'è alla linea traballante dell'acqua per centinaia di chilometri".
39,00

I portici di Bologna. Patrimonio di cultura e identità

di Rita Bartolomei, Lara Mariani

Libro: Copertina morbida

editore: Minerva Edizioni (Bologna)

anno edizione: 2021

pagine: 108

I Portici Bolognesi da pochi mesi sono Patrimonio dell'umanità. Per celebrare il riconoscimento dell'Unesco, le associazioni fotografiche TerzoTropico-APS e Tempo e Diaframma APS in collaborazione con il Comune di Bologna e con Confcommercio ASCOM, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Carisbo e Gruppo Hera hanno ideato e allestito una mostra fotografica e un volume, che ha avuto anche il patrocinio dell'Ordine degli Architetti di Bologna e dell'Ordine dei Giornalisti. Il valore artistico-culturale dei portici è inscindibile da quello sociale che ha influenzato nei secoli il carattere dei bolognesi. Sono un punto di incontro, un luogo vivo che ospita bar, ristoranti, negozi, teatri e persino cinema. Partendo da questo presupposto, le associazioni TerzoTropico-APS e Tempo e Diaframma APS, che operano nel campo della fotografia con particolare attenzione al reportage sociale e all'evoluzione del territorio, hanno sviluppato questo progetto cercando scene di vita quotidiana, cogliendo i cambiamenti della città. Lo scopo della mostra e del volume fotografico è narrare la vita che fermenta sotto i portici. Non solo quelli dichiarati Patrimonio dell'umanità, sia chiaro. Il loro sguardo ha viaggiato lungo tutto il centro storico e anche in periferia. I portici di Bologna sono uno stile di vita. Un luogo che attraversa l'intera città, in cui condividere i momenti della quotidianità, in qualsiasi condizione climatica. Sono nati secoli fa per prolungare lo spazio abitativo privato, oggi sono classificati come proprietà privata ad uso pubblico e rappresentano un modello sociale di integrazione e comunicazione unico.
18,00

A passo d'uomo

di Antonio Polito

Libro

editore: Ecra

anno edizione: 2021

pagine: 224

Il 40° volume di "Italia della nostra gente" - traguardo storico che pone la collana fra le più longeve in Italia in ambito fotografico - prende come spunto il tema dello sport per un nuovo viaggio alla scoperta del nostro Paese. Sotto la spinta della pandemia lo sport, soprattutto amatoriale e popolare, è tornato prepotentemente protagonista. Lo testimoniano i magistrali scatti riprodotti nel libro, che spaziano dalla riscoperta della bicicletta (non più come strumento di svago ma anche come mezzo di trasporto nelle città), alla passione della corsa individuale e di gruppo, al grande ritorno del cammino (o trekking) e dei "cammini" con la loro storia ultramillenaria. Senza dimenticare l'importanza dello sport a fini sociali e per l'inclusione delle persone diversamente abili.
43,00

John Cage, in a landscape. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina rigida

editore: Seipersei

anno edizione: 2021

pagine: 112

Il libro "John Cage, in a landscape" si basa su un ricco materiale fotografico scattato al compositore e teorico americano tra il 1977 e il 1991, prevalentemente da Roberto Masotti e nella restante parte da Lelli e Masotti, sia durante eventi accaduti in Italia sia all'estero, come nella sua casa di New York. A John Cage corrispondono una tale molteplicità di aspetti che risulta persino difficile orientarsi. Se uno non ha dimestichezza con la varietà dei percorsi che il suo pensiero ha realizzato risultando uno dei più influenti e determinanti del Novecento, potrebbe pensare, sbagliando, che fosse stato un personaggio fuori schema, un eclettico, un "inventore", così lo giudicò Schoenberg, riducendo di fatto la sua personalità a una battuta, reiterata poi all'infinito. La sua attività compositiva e progettuale in campo musicale si è rivelata sempre più importante e rimane permeata dal suo pensiero come dalla sua visione dell'arte e della vita. Estetica e filosofia sono aperte al mondo, a quello dei suoni in particolare, alla natura, al caso. Il suo è un percorso partito dall'happening, che trasgrediva il teatro, e dall'invenzione, come quella del pianoforte preparato...
40,00

Gli Gli Orienti di Pier Paolo Pasolini. Il fiore delle mille e una notte. Viaggio fotografico di Roberto Villa nel cinema pasoliniano

di Roberto Villa

Libro

editore: NFC Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 292

Molto è racchiuso nelle oltre 300 immagini inedite del libro che, costruite seguendo le filosofie compositive della storia dell'arte e della teoria della comunicazione, illustrano il set ed il fuori set del film.
48,00

Milano moderna. Architettura, arte e citta 1947-2021

di Fulvio Irace

Libro: Copertina rigida

editore: 24 Ore Cultura

anno edizione: 2021

pagine: 240

Il volume riprende il nucleo dell'ormai storica e introvabile pubblicazione Milano Moderna (1996), allargando quella pionieristica ricerca sulla cultura architettonica meneghina alla nuova Milano di inizio millennio, con un rigoroso approccio critico e interpretativo. Il libro intende essere un contributo "alla capacità della metropoli lombarda di proporsi come laboratorio di una cultura non convenzionale del cambiamento" ed è concepito come l'intreccio di un doppio piano di lettura, testuale e visivo. Il testo è firmato da Fulvio Irace, uno dei più autorevoli critici e studiosi italiani di architettura, l'atlante visivo, con immagini di grande formato, è affidato, per la parte moderna alle fotografie di maestri come Gabriele Basilico e Paolo Rosselli, per quella contemporanea a professionisti di alto profilo come Marco Introini, Filippo Romano e Giovanna Silva. Un capitolo è dedicato al tema, solitamente trascurato, della relazione profonda tra arte pubblica e architettura, in continuità con una specificità della cultura milanese del dopoguerra.
65,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.