Fotografia e fotografi

Fotografare il paesaggio. Guida ai segreti per scattare come un professionista

di Scott Kelby

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo

anno edizione: 2020

pagine: 224

Una delle più grandi sfide della fotografia è riuscire a riprodurre le meraviglie naturali che l'occhio umano può osservare. Essere in grado di catturare e restituire l'emozione provata di fronte alle cime imponenti di una montagna o all'immensità dell'oceano non è facile né immediato. In questo manuale il fotografo e autore Scott Kelby insegna i segreti della fotografia di paesaggio, condividendo tecniche e trucchi collaudati nel tempo per scattare ed elaborare immagini spettacolari. Spaziando dalle attrezzature essenziali alle impostazioni della fotocamera fino alle tecniche di scatto e post-produzione, questo libro mostra al lettore tutto quello che deve sapere per creare immagini sbalorditive. Una guida pratica e di facile lettura, dedicata agli aspiranti professionisti della fotografia di paesaggio.
24,90

Olivo Barbieri. Mountains and parks. Ediz. italiana e francese

Libro: Copertina morbida

editore: MAGONZA

anno edizione: 2020

pagine: 143

«Ciò che mi ha sempre coinvolto nella fotografia è il rapporto di scarto tra la visione dell'occhio e le abilità del mezzo». Olivo Barbieri coglie le contraddizioni e le sfaccettature, le ambiguità e le sfumature del reale attraverso gli espedienti offerti dal mezzo fotografico, riprendendo ad esempio scene di paesaggi dall'alto, evidenziandone alcuni elementi e lasciandone sfocati degli altri. Il catalogo della mostra al Centro Saint-Bénin di Aosta (a cura di Alberto Fiz, dal 15 novembre 2019 al 19 aprile 2020) risale il percorso dell'artista dal 2002 al 2019, con un focus particolare sulle tematiche del paesaggio e dell'ambiente. Fotografie inedite che hanno come soggetto le montagne della Val d'Aosta e i parchi naturali si susseguono alle immagini della produzione scultorea di Barbieri insieme ai cicli dedicati alla storia dell'arte antica e moderna. Come nelle parole di Alberto Fiz, l'interesse dell'artista «è quello di condurre la fotografia sino alle estreme conseguenze sperimentando una personale esperienza del visibile dove l'osservatore si trova di fronte a nuove scoperte.»
32,00

Gianni Melotti. La fotografia è facile

di MELOTTI

Libro: Copertina rigida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2020

pagine: 208

Gianni Melotti, fotografo, ha già pubblicato per Giunti il libro art/tapes/22, dedicato alla scena della videoarte fiorentina degli anni Settanta. Con questo volume torna a quegli anni ma affronta un altro ambito creativo, quello delle performance concettuali dell'area Fluxus e in particolare a uno dei più significativi rappresentanti del movimento in Italia, il fiorentino Giuseppe Chiari. Il volume presenta la pubblicazione integrale di tutte le fotografie che Melotti ha realizzato in varie occasioni, documentando le azioni e gli interventi Giuseppe Chiari _ musicista e artista visivo - dal 1974 al 1980. Frutto di un breve ma intenso sodalizio artistico, nato spontaneamente durante l'attività di art/tapes/22, a Firenze, quando Chiari era una personalità riconosciuta nell'ambito delle Neoavanguardie internazionali e Melotti un giovane fotografo professionista. Questa collaborazione ha prodotto circa 260 fotografie tra performance, videotape e backstage, allestimenti e opere, la maggior parte inedite; e realizzato anche lavori in cui le due figure autoriali si confrontano e confondono, come gli scatti che documentano l'allestimento di La musica è facile, alla Galleria Martano di Torino nel 1976, di cui Chiari si "appropria" con la consueta modalità fluxus. Inoltre, opere ispirate da Chiari - come la sequenza fotografica di Melotti dal titolo programmatico Piano Bar (1976) di cui il compositore è protagonista - o suggerite, come il progetto fotografico inedito dal titolo Nota (2018) che Melotti racconta qui per la prima volta. Il volume è introdotto da un saggio storico della curatrice Francesca Gallo sul rapporto tra fotografia e performance nella singolare sinergia autoriale tra Chiari e Melotti. A corredo un saggio di taglio critico di Lorenzo Bruni e testimonianze/memorie di alcune personalità che hanno animato la scena artistica di quel periodo: Maria Gloria Bicocchi (art/tapes/22, Firenze), Liliana Dematteis (Galleria Martano, Torino), Roberto Peccolo (Galleria Peccolo, Livorno).
25,00

Noi

di Cristina Marsi

Libro

editore: Pane e Sale

anno edizione: 2019

Età di lettura: da 4 anni.
13,90

Vietato severamente fotografare

di Ciro Discepolo

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 184

"Era l'autunno del 2016 e vivevo da pochi mesi a Milano. Mi recai in uno dei più importanti e prestigiosi complessi museali della città per ammirare - e fotografare - alcune opere meravigliose di artisti di molti secoli fa. La signora addetta alla cassa stava per rilasciarmi il titolo di entrata quando notò la mia grossa fotocamera Sony, professionale, al collo e mi disse: 'Sa che non si possono fare fotografie?'. 'No. Perché?'. 'Non so dirglielo, ma c'è un cartello'. 'Potrei parlare con un/una dirigente?'. Trascorsero pochi secondi e una signora quasi mia coetanea, ma dal viso e dai modi severi, mi chiese quale fosse il problema. 'Lei sa che esiste una legge, chiamata Legge Franceschini, per la quale è stabilito che su tutto il territorio nazionale è possibile fotografare nei musei pubblici, purché non si usi il flash o il treppiede?'. 'Sì, la conosco, ma qui da noi la legge Franceschini non vale!'. Non vi riporto il seguito ma aggiungerò soltanto che, prima di lasciare l'edificio, per protesta, rinunciando al biglietto gratuito, chiesi ancora: 'E con il cellulare posso fotografare?'. 'Sì, con il cellulare può fotografare'. 'E qual è la differenza?'. Silenzio. (continua...)"
20,00

Dang

di Andrea Drei

Libro: Copertina morbida

editore: Polaris

anno edizione: 2019

pagine: 224

24,00

New York prima delle torri

di Rosario Carannante

Libro: Copertina morbida

editore: ROGIOSI

anno edizione: 2019

pagine: 144

Una città sognata prima ancora di essere conosciuta. Questa era New York nell'immaginazione dell'autore allorquando, nell'estate del 1970, partì da Napoli per inseguire l'American Dream. Com'era la Grande Mela quando le Torri Gemelle erano ancora in costruzione? Lo racconta la raccolta di sessanta immagini, frutto di una rigorosa selezione, scattate mezzo secolo addietro da un 22enne studente universitario appassionato di fotografia e di viaggi. Immagini gelosamente custodite per illustrare una città che oggi è profondamente cambiata nella sua architettura, nello skyline, nelle insegne luminose, ma soprattutto nelle scene di vita quotidiana, nelle tradizioni e nella distribuzione delle tante etnie sul territorio cittadino. Era l'epoca dei radicali cambiamenti nel modo di vedere e di vivere delle nuove generazioni: l'epoca degli hippies, del desiderio di anticonformismo e delle proteste studentesche contro l'intervento militare in Cambogia. Una rappresentazione vintage di New York, rigorosamente in bianco e nero, così come in bianco e nero Woody Allen volle girare il film Manhattan, nell'intento di rendere la città protagonista della storia, perché così lui la ricordava nei film che vedeva da bambino.
24,00

Atelier Pellini

di Paolo Casti

Libro: Copertina morbida

editore: Fausto Lupetti Editore

anno edizione: 2019

pagine: 189

Messa in scena in tre atti di un caffè particolare e inconfondibile. L'atelier è un set, la messa in scena delle esperienze che una famiglia di imprenditori ha vissuto viaggiando attraverso il mondo alla ricerca del miglior modo di impreziosire il gusto del proprio caffè, rispettando la natura e il lavoro degli uomini. È un racconto che inizia nelle coltivazioni caraibiche, sudamericane, africane e orientali e si conclude di fronte alla tazzina fumante bevuta, in una casa oppure in un bar, in qualche posto in giro per il mondo. Non si tratta di parole ma di colori, di materiali, dì lavorazioni, di immagini, di luci, gli ingredienti di una ricetta esotica studiata per infondere benessere, sicurezza, appagamento.
20,00

Lo specchio di Tina. Vita e immagini di Tina Modotti

di Cinzia Ghigliano

Libro: Copertina rigida

editore: Contrasto

anno edizione: 2019

pagine: 63

Chi è la vera Tina Modotti? Un'attrice, un'artista, una rivoluzionaria di bellezza e fascino straordinari, una cittadina del mondo che consacrò la vita ad arte e rivoluzione. Lo specchio di Tina riflette tutti questi volti ma una sola anima, istintiva, ribelle, sempre pronta a sperimentare e lanciarsi con coraggio in una nuova avventura, a cambiare strada per poter esprimere le proprie convinzioni, nella lotta politica come nella fotografia, cui si dedicò con passione per denunciare le condizioni di miseria e oppressione degli ultimi. Queste pagine ce la restituiscono attraverso il racconto per immagini e parole di Cinzia Ghigliano, accompagnato da un testo critico e una selezione delle immagini più famose della grande fotografa.
19,90

Beat generation. Passaggio in Italia

di Enzo Eric Toccaceli

Libro: Copertina morbida

editore: STAMPA ALTERNATIVA

anno edizione: 2019

pagine: 120

Questo libro segue tre dei più importanti esponenti della Beat Generation nei loro viaggi in Italia. Allen Ginsberg, Gregory Corso e Lawrence Ferlinghetti (l'unico, dei tre, ancora in vita, ha compiuto 100 anni nel 2019) vennero nel nostro paese diverse volte per incontri, performance, presentazioni, fedeli al proprio ruolo di poeti e scrittori "totali"; parlavano di poesia, ribellione e libertà sperando in un futuro migliore. Amico di tutti e tre, Toccaceli li ha fotografati, seguendoli nelle loro peregrinazioni fra Roma e Firenze, Milano e Venezia, Verona, Conegliano, Pescara, Brescia, Reggio Calabria: dal 1979, quando li incontrò all'ormai storico Festival Internazionale dei Poeti sulla spiaggia di Castelporziano, fino al primo decennio del 2010. Nelle immagini compare spesso anche Fernanda Pivano: amica e traduttrice dei tre autori, fu lei la prima a parlare in Italia della Beat Generation, facendo conoscere al grande pubblico il movimento giovanile statunitense nato negli anni '50 del secolo scorso con la sua storia fatta di cultura non convenzionale, innovazione, sperimentazione e grandi espressioni in campo artistico, poetico e letterario.
16,00

Il viaggiatore parallelo. Fotografie e scritti in diretta dal treno

di Roberto Salbitani

Libro: Copertina rigida

editore: Contrasto

anno edizione: 2019

pagine: 126

"Per farmi sopportare in quanto fotografo-spione nei treni, ho sempre farfugliato qualcosa che passasse come una ragione plausibile. Sono un turista che tiene un diario di viaggio, ma lo tiene per sé; Tranquilli, sono un viaggiatore che gira dappertutto in treno e ritrae i suoi compagni di viaggio ma lo faccio per me, non per i giornali". Roberto Salbitani comincia così le sue divagazioni di viaggiatore parallelo, grande frequentatore di treni, delle atmosfere particolari che solo in treno si possono vivere, dei percorsi e dei paesaggi italiani che i finestrini degli scompartimenti da sempre offrono. Soprattutto, Salbitani è un grando osservatore curioso, divertito e profondo, dell'umanità varia e composita che sul treno si incontra, si scontra e si ritrova. Nei tanti viaggi in treno, fatti nella sua vita di fotografo nomade per natura e professione, mille sono stati gli incontri, le notazioni, le impressioni raccolte da Salbitani. Insieme, tra immagini e testo, ci mostrano un paese, il nostro, che riconosciamo in queste pagine e che ritroviamo con piacere e tenerezza.
35,00

Canal Grande

di Laurent Dequick

Libro

editore: Luxury Books

anno edizione: 2019

pagine: 120

Venezia, una città iconica, è visitata ogni anno da ben 28 milioni di persone. E il Canal Grande, una delle sue più famose meraviglie, è una tappa imprescindibile per chiunque approdi in laguna. I palazzi veneziani che orlano i 5 chilometri del canale, veri e propri gioielli della Serenissima, testimoniano la grandezza, la potenza e la bellezza dell'antica città marinara, mentre i campi (è così che si chiamano le piazze a Venezia), i pontili, i giardini e i ponti suggeriscono la fervente attività che ha sempre contraddistinto il capoluogo veneto. E quale visuale migliore, per godere di questa meraviglia, se non quella dall'acqua? Il fotografo Laurent Dequick presenta questo fantastico scenario conferendo alle immagini un tono etereo che esalta la delicatezza degli edifici e rafforza il carattere romantico della città. Il volume, una selezione di 300 immagini a partire dalle 4500 fotografie scattate, comprende una prefazione di Lucie Tournebize e un indice degli edifici principali.
50,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.