Libri Lingua: Novità e Ultime Uscite

Lingua

Parlare in pubblico non è difficile se sai come fare

di Romana Garassini

Libro: Copertina morbida

editore: Mondadori Electa

anno edizione: 2021

pagine: 140

"Parlare in pubblico è poca cosa se non si lascia nell'animo di chi ascolta un segno, un'emozione, un messaggio. Lo si può fare soltanto con impegno, esercizio e applicazione". Parlare con gli altri è la cosa più naturale del mondo: lo facciamo ogni giorno con familiari, colleghi e amici, non richiede fatica né studio. Ma parlare in pubblico è tutta un'altra cosa: non è sufficiente sapere cosa dire, bisogna sapere anche come dirlo. Per riuscirci in modo efficace non importa quanto un manager, un politico, un videomaker o un giornalista sia brillante e preparato, servono tecniche e competenze specifiche. In questo libro c'è tutto quello che bisogna sapere per un public speaking di successo. Romana Garassini, Private Coach di personaggi di spicco nel mondo del business, dello spettacolo e del giornalismo, offre spunti pratici e immediati per non sfigurare mai in presentazioni (con o senza le famigerate slide), conduzioni o interviste radio e tv, video in Rete. Una guida esauriente alle tecniche oratorie di base, grazie a cui potremo imparare a gestire l'uso della voce (respirazione, pause, colore, tono, volume, ritmo) e del corpo (gesti, postura, mimica facciale), ma anche a scoprire gli esercizi e i segreti per evitare errori e cavarsela in caso di imprevisti e difficoltà. Perché saper parlare in pubblico è la prima qualità di un leader di successo.
16,90

Le gioie del sanscrito

di Giovanna Ghidetti

Libro: Copertina morbida

editore: Neri Pozza

anno edizione: 2021

pagine: 192

Che cos'è il sanscrito, visto da noi occidentali? Perché piace tanto a intellettuali, sceneggiatori, musicisti e persino fumettisti, visto che quasi nessuno lo parla? Ma soprattutto: perché mai dovrebbe interessarci oggi studiare un idioma antico dell'India, tanto lontano nel tempo e nello spazio? Ripercorrendo la storia della conoscenza di questa lingua, che ha caratteristiche diverse da ogni altra, si può scoprire quanto sia un luogo comune che le lettere antiche siano morte e inattuali. Il sanscrito in particolare ha fama di essere al tempo stesso ostico ed esotico, un codice magico per adepti e mistici oppure un vezzo per virtuosisti da salotto o semplicemente un gergo per appassionati di discipline orientali: invece ricopre un ruolo fondamentale non solo per la linguistica ma anche per lo studio della logica. Apprenderne la grammatica è un allenamento formidabile per la mente, per l'uso delle categorie razionali e anche come introduzione all'informatica. Le vicende che hanno accompagnato la scoperta di questa «lingua perfetta», dall'oriente antico all'occidente moderno, raccontano come sia stata oggetto da un lato di una minuziosa analisi che ne ha fatto uno strumento fondamentale per capire il funzionamento del linguaggio e della mente umana; e dall'altro di malintesi e mistificazioni che hanno portato a credenze del tutto infondate e talvolta anche tragicamente pericolose. Attraverso le esperienze di autorevoli studiosi e semplici studenti alle prese con questa materia, e non senza un pizzico di ironia, si può sfatare qualche mito, svelare qualche mistero e scoprire che una cultura apparentemente estranea e difficile, nelle sue molte sfaccettature, è in realtà ben più presente nella nostra vita quotidiana di quanto possiamo immaginare.
18,00

Iscrizioni greche. Un'antologia

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2021

pagine: 328

Questa antologia di iscrizioni greche raccoglie più di settanta documenti - dall'VIII secolo al 31 a.C. - presentati in edizione scientifica, corredati di lemma genetico, apparato, traduzione italiana e commento. Il libro, frutto della collaborazione di cinquanta studiosi italiani, è destinato alla ricerca e alla didattica, principalmente universitaria, per la storia greca e l'epigrafia e si presenta come uno strumento innovativo che mancava nel panorama editoriale italiano. La storia epigrafica illustrata nel volume corrisponde a una concezione estesa delle testimonianze epigrafiche, inclusiva del divenire politico, diplomatico e istituzionale, ma allo stesso tempo attenta alla società, alla cultura, all'economia, alla religione, alle emozioni, a tutti quegli aspetti cioè che, insieme, possono dar conto delle trasformazioni dell'identità dei Greci dall'età arcaica a quella ellenistico-romana. Anche per questo, diversamente dalle sillogi precedenti che costituiscono il punto di riferimento della disciplina, nel testo trova maggiore spazio la Grecia "terza", quel vasto mondo greco che si estende al di là di Atene e Sparta e che vale la pena illustrare anche dal punto di vista epigrafico.
15,00

Storia linguistica dell'emigrazione italiana nel mondo

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2021

pagine: 568

Gli oltre 150 anni di Stato unitario hanno prodotto sommovimenti profondi nell'identità linguistica degli italiani. L'italiano parlato, di uso quotidiano e comune, e l'ingresso delle lingue immigrate sono i segni più evidenti delle tensioni identitarie vissute dalla nostra società. Forti tensioni linguistiche hanno visto protagonisti i milioni di italiani che a più ondate hanno lasciato il paese per "fare fortuna", nella "Merica" o in Australia, in Asia quanto in Africa: prima per lo più come poveri analfabeti e dialettofoni, di recente come "cervelli in fuga", laureati e italofoni. Quali cambiamenti linguistici hanno interessato le nostre comunità emigrate? Quali rapporti esse hanno avuto con l'italiano? Come si sono confrontate con le lingue dei paesi di arrivo? Qual è stato il destino dei dialetti una volta lontani dai loro territori? Che cosa hanno fatto i governi italiani verso l'identità linguistica delle comunità di origine italiana nel mondo? E che cosa fare oggi, nel "mercato globale delle lingue"? Il volume vuole contribuire a un bilancio che superi le retoriche nazionaliste o le spinte dissolutrici, a ricordarci che siamo - individui e collettività - ciò che ci fanno essere le nostre lingue, quelle che riceviamo dai nostri padri, quelle che scegliamo di vivere.
21,00

Carpe diem. Le più belle citazioni latine

di AA. VV.

Libro: Copertina morbida

editore: Demetra

anno edizione: 2021

pagine: 256

Amore, amicizia, politica, gioia, Arte, natura, vizi e virtù in 1000 frasi latine. "Do ut des", "Caput mundi", "Nomen omen", "In vino veritas", "Omnia munda mundis", "Nemo propheta in patria"... Che cosa significano, quando si utilizzano, che origine hanno? Questo libro ci aiuta a scoprirlo e a emozionarci per la bellezza del latino, lingua ancora oggi insostituibile per esprimersi in modo chiaro, efficace e toccante.
6,90

La caffettiera di carta. Inventare, trasfigurare, narrare: un manuale di lettura e scrittura creativa

di Antonella Cilento

Libro: Copertina morbida

editore: Bompiani

anno edizione: 2021

pagine: 720

Chi siamo veramente? Il nostro destino è deciso da una frase che abbiamo udito nell'infanzia? Chi c'è dietro la maschera che ognuno di noi indossa a volte inconsapevolmente per tutta la vita?" Ciascuno di noi è una storia, anzi il frutto dell'intrecciarsi di moltissime storie. Imparare a pensarle, capirle, raccontarle ci rende migliori e allunga la vita, gli scienziati ne sono certi. Ma per raccontare bene una storia, qualunque essa sia, bisogna dominare strumenti delicatissimi e sfuggenti, forse magici: la memoria e l'invenzione, il tempo, lo spazio, la voce, la punteggiatura, lo stile... Da trent'anni Antonella Cilento dedica la sua vita alla scrittura. Queste pagine - frutto della sua esperienza di autrice, insegnante e maieuta - sono un caleidoscopico manuale di lettura e di scrittura e un canto d'amore per la letteratura, nella convinzione che essa abbia a che fare "con tutto quel che di ingovernabile e inaccettabile è in noi, e l'unica cosa che dobbiamo imparare a governare è la tecnica con cui la parola si esalta".
24,00

Le ragioni del dubbio. L'arte di usare le parole

di Vera Gheno

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2021

pagine: 192

Guardiamoci intorno: quante sono le persone che intervengono nelle discussioni senza alcuna competenza specifica pensando di averla? Quanti criticano gli esperti con un «Io non credo che sia così» dall'alto di incrollabili certezze? Ci siamo abituati un po' troppo a parlare e a scrivere senza fermarci prima un attimo a pensare, e rischiamo così di far sempre più danni. Perché le parole non sono mai solo parole, si portano dietro visioni differenti della realtà, tutte le nostre aspirazioni e le nostre certezze: ovvio che possano generare conflitti e fare male. Ma possono anche generare empatia e fare del bene, se impariamo a usarle meglio. Vera Gheno indaga i meccanismi della nostra meravigliosa lingua, e lo fa con la leggerezza calviniana di chi ammira il linguaggio senza peso perché conosce il peso del linguaggio. E in queste pagine, lievi ma dense, distilla un «metodo» per ricordarci la responsabilità che ognuno di noi ha in quanto parlante. Un metodo che si fonda innanzitutto sui dubbi, che ci devono sempre venire prima di esprimerci: potremmo, nella fretta, non aver compreso di cosa si sta davvero parlando, capita a tutti, anche ai più «intelligenti». Poi sulla riflessione, che deve accompagnarci ogni volta che formuliamo un concetto. E infine sul silenzio, perché talvolta può anche succedere, dopo aver dubitato e meditato, che si decida saggiamente di non avere nulla da dire.
13,50

Lo stile dell'abuso. Violenza domestica e linguaggio

di Raffaella Scarpa

Libro: Copertina morbida

editore: Treccani

anno edizione: 2021

pagine: 352

Tra i tanti punti di vista dai quali si analizza il fenomeno della violenza domestica nessuno è stato più sottovalutato del linguaggio. Eppure, l'uso delle parole, la loro combinazione, lo "stile del discorso" costituiscono invece il mezzo fondamentale di cui l'abusante si avvale per ridurre e mantenere la donna in uno stato di continua soggezione e soccombenza. Attraverso una trattazione che ridiscute criticamente i concetti di potere e violenza a partire dal loro rapporto con la lingua e lo studio di un ampio corpus di casi raccolti in più di vent'anni di ricerche, l'autrice ridefinisce la violenza domestica elaborando nuove categorie interpretative, ne illustra i meccanismi occulti ancora ignoti e descrive per la prima volta il complesso sistema linguistico che sta alla sua base. Dimostrandoci che l'analisi linguistica dello "stile dell'abuso" non è altro che una "macchina della verità".
23,00

Dizionario Hoepli ucraino. Ucraino-italiano, italiano-ucraino. Ediz. compatta

di Mariana Prokopovych

Libro

editore: Hoepli

anno edizione: 2021

pagine: 902

Completo, aggiornato e di facile consultazione, questo dizionario di ucraino è lo strumento ideale per chi voglia avere una buona padronanza della lingua. L'opera contiene le parole e le locuzioni fondamentali della lingua ucraina, è aggiornata secondo la recente riforma ortografica e comprende oltre 24.000 lemmi, 40.000 accezioni e 40.000 fraseologie, fra cui esempi d'uso e modi di dire e oltre100 tra i proverbi più conosciuti di entrambe le lingue. Il lemmario, caratterizzato da un'impostazione molto pratica, comprende i vari registri linguistici, dalla lingua letteraria fino alle voci popolari e gergali, come anche termini più importanti dei principali settori specialistici. Il dizionario è inoltre corredato di una breve introduzione alla grammatica ucraina e italiana con riferimenti all'alfabeto e alla pronuncia, tavole di declinazione e coniugazione modello per ambedue le lingue. Chiudono il volume utili appendici pratiche.
34,90

Scrivere una sceneggiatura. Dalla teoria al film

di Massimo Moscati

Libro: Copertina morbida

editore: Bibliotheka Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 266

"Avevo iniziato a scrivere storie come autodidatta: ho comprato i manuali di sceneggiatura di Massimo Moscati in libreria"Paolo Sorrentino Un bravo sceneggiatore per il cinema deve, al di là della sua naturale intuizione, affiancare una precisa conoscenza delle regole alla base della scrittura cinematografica: deve acquisire il "mestiere". Questo manuale, quindi, intende aiutare l'esordiente sceneggiatore a districarsi in un settore difficile e pieno di insidie. Non si rivolge ai cinéphiles, agli studiosi di teoria del cinema, ma a giovani sceneggiatori non necessariamente dotati di una cultura cinematografica specifica e vuole essere un utile strumento per i molti che vogliono avvicinarsi alla scrittura cinematografica con quell'adeguata professionalità che, in definitiva, è l'unico mezzo a disposizione per cercare di farsi notare. Ma una considerazione, che riguarda l'esordiente, è inevitabile: se non ha le ali, questo libro non potrà mai costruirgliele.
14,00

English? Make it easy! Tips & tricks per imparare insieme a parlare inglese

di Dayoung Clementi

Libro: Copertina morbida

editore: HarperCollins Italia

anno edizione: 2021

pagine: 160

Dayoung Clementi è una studentessa universitaria italo-coreana. Nata e cresciuta a Roma, fin da piccola ha vissuto immersa in un mix culturale e linguistico: da un lato il coreano della mamma, dall'altro l'italiano del Paese in cui vive, e in mezzo l'inglese, che la madre voleva che imparasse a tutti i costi. Dayoung inizialmente non capiva nulla di quella lingua, ma la divertiva molto imitare i suoni che sentiva nei cartoni animati e nelle canzoni per bambini. È così che ha iniziato a fare pratica con l'inglese, perché il suono è la base della comunicazione verbale. Negli anni, grazie anche ai telefilm e ai tutorial su YouTube, Dayoung ha perfezionato la sua conoscenza della lingua, tanto da provare a insegnarla su TikTok con dei video brevi e molto divertenti: è stato proprio quell'approccio pratico ed efficace a conquistare i suoi fan. Con "English? Make It Easy!" Dayoung è pronta a condividere il suo "metodo": attraverso il racconto delle sue passioni (dai viaggi al beauty, dalle serie TV al cibo), gli approfondimenti sul mondo British e quello USA, l'uso di QR Code per ascoltare e ripetere correttamente la pronuncia e tanti divertenti esercizi per mettersi alla prova, Dayoung ci insegna a parlare l'inglese "vero", quello che serve per comunicare nella vita di tutti giorni.
15,90

Comunicare in cinese. Livello 1 del Chinese Proficiency Grading Standard

Libro

editore: Hoepli

anno edizione: 2021

pagine: 300

Comunicare in cinese è un corso in tre volumi per lo studio della lingua cinese nel contesto universitario e risponde alle indicazioni contenute nel Chinese Proficiency Grading Standards for International Chinese Language Education. Questo primo volume, che permette di raggiungere ampiamente il primo grado della certificazione presentando oltre 400 caratteri, 700 parole e circa 60 regole grammaticali, è formato da 18 lezioni divise in due parti. Ciascuna lezione si apre con un dialogo o un testo ed è dedicata a una città, cinese o italiana. Ogni parte è introdotta da esercizi che guidano l'apprendente alle funzioni comunicative e al lessico della lezione. Seguono puntuali note lessicali e grammaticali e gli esercizi, organizzati in più sezioni: ascolto, produzione orale, lettura e scrittura. Le lezioni si concludono con una parte dedicata e ai radicali. Chiudono il volume lemmari, appendici di approfondimento e indici delle spiegazioni. L'opera è disponibile anche in versione ebook+ e sul sito dell'editore sono inoltre presenti risorse digitali aggiuntive.
32,90

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento