Linguistica

Le scale argomentative. Linguaggio, logica, persuasione

di Oswald Ducrot

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2023

pagine: 108

La teoria dell'argomentazione, che questo testo illustra in maniera particolarmente perspicua, afferma che gli enunciati della lingua possiedono non solo - non necessariamente - un contenuto informativo, ma anche uno specifico orientamento argomentativo. Questa caratteristica rivelerebbe la presenza di una disposizione innata delle strutture linguistiche all'uso persuasivo. Pur essendo radicata in una concezione strutturalista della lingua, e pienamente inserita in una prospettiva benvenistiana sull'enunciazione, la teoria dell'argomentazione di Oswald Ducrot ha suscitato interesse anche in ambiti teorici distanti, come la filosofia del linguaggio d'impronta analitica e la linguistica generativa. Come è stato detto anche a proposito di Paul H. Grice, il suo lavoro assomiglia a quello di un miniaturista, che ricerca nel dettaglio dei tratti, dei morfemi e delle frasi la logica generale della lingua. A più di quarant'anni dalla prima pubblicazione, il volume, in una nuova edizione italiana arricchita da un contributo di Salvatore Pistoia-Reda e François Récanati, appare tuttora fertile di spunti e suggestioni rilevanti, e costituisce una lettura particolarmente istruttiva per linguisti e filosofi di varia estrazione.
14,00

Napoli e la Campania. Dialetti d'Italia

di Pietro Maturi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2022

pagine: 168

Una serie di profili linguistici di alcuni dialetti italiani scelti su base regionale. I volumi hanno un'impostazione sincronica, ma fondata sulla storia linguistica pregressa dell'area considerata. Particolare attenzione è riservata ai capoluoghi di grande tradizione e prestigio linguistico. Il volume presenta le caratteristiche del napoletano di oggi sia dal punto di vista interno dei livelli di descrizione (fonetica, morfologia, sintassi), sia da quello esterno della diffusione reale del dialetto orale e scritto, anche in virtù delle nuove dimensioni di uso (web, chat, pubblicità, musica, graffiti, insegne, ecc.), con cenni di storia linguistica locale. Vengono inoltre brevemente descritti il quadro generale della Campania dialettale, i tratti principali dell'italiano regionale napoletano e campano, nonché alcuni aspetti del ricco dibattito in corso sul napoletano nella società civile.
20,00
Tesoro del dialetto parmigiano. Lessico storico, etimologico, etnografico, fraseologico del parmigiano e delle parlate parmensi

Tesoro del dialetto parmigiano. Lessico storico, etimologico, etnografico, fraseologico del parmigiano e delle parlate parmensi

di Giovanni Petrolini

Libro: Copertina morbida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2022

pagine: 240

Sono più di 25 mila i lemmi che compongono il Tesoro del dialetto parmigiano, uno studio autorevole e appassionato al quale il professor Petrolini si è dedicato per oltre cinquant'anni. L'opera - la cui pubblicazione si auspica possa avvenire in tempi brevi - è il risultato congiunto di una doppia ricerca: quella sul campo, affidata all'ascolto della viva voce dei parlanti, e quella d'archivio, rappresentata da un ampio spoglio dei più significativi testi "dialettali" dell'area parmense dal Medioevo ad oggi. In questo volume, che si propone come un primo e appetitoso "assaggio" del monumentale Tesoro, dopo una rapida considerazione dei dialetti del Parmense nel quadro di quelli italiani, l'autore si sofferma sull'origine e sulle particolarità fonetiche, morfologiche e semantiche del dialetto parmigiano, attraverso tre ambiti lessicali significativi, quali la religiosità, la sessualità e l'alimentazione. Grazie alle parole custodite nel Tesoro, il dialetto parmigiano si rivela testimone primario di una esperienza, materiale e spirituale, di un mondo che non c'è più, e al tempo stesso tassello fondamentale per ricomporre, come in un puzzle, l'immagine di una cultura che, sulle ali robuste della memoria popolare, ha attraversato millenni di storia. Il Volume 0 costituisce l'indispensabile strumento per apprezzare ad uno ad uno i gioielli del Tesoro, una preziosa occasione per tessere la trama del racconto di una vita comunitaria ormai scomparsa; inoltre, alcune parole, abbandonate insieme alle cose che designavano, risveglieranno in molti Parmigiani cari ricordi e accenderanno intermittenze del cuore. Altri, Parmigiani e non, potranno addentrarsi in un mondo sconosciuto, incredibile come quello di certe favole, eppure vero.
18,00
Nata per difendere. Manualetto di retorica

Nata per difendere. Manualetto di retorica

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2022

pagine: 240

"Nata per difendere/Manualetto di retorica" è un libro dedicato, in particolare modo, al genere giudiziario e all'arte agonistica che si sviluppa nel discorso pubblico, nella competizione con un avversario reale, nella finalità di quella persuasione che produce consenso senza violenza. Secondo Socrate, la retorica è sempre politica, anzi, rappresenta un eidolon della politica (Gorgia: 462). Le connessioni tra la piazza e il tribunale sono vive fin dalla antichità: chiedere giustizia è forse uno dei più importanti atti politici della società, non di rado esercitato proprio nei confronti di chi ha governato la cosa pubblica. Rispettiamo Montesquieu e la separazione dei poteri (giudiziario, esecutivo e deliberativo), ma la storia ci ha insegnato con Socrate, Dante, Campanella, Giordano Bruno, Galileo, Guglielmo Piazza, il capitano Dreyfus e Enzo Tortora che la messa in stato di accusa spesso maschera, e nemmeno troppo bene, la volontà di perseguitare un nemico personale, del potere o della cultura dominante. Il volume si perfeziona in un manualetto di retorica, tratto dal volume "Trappole per topoi", arricchito con ampliamenti relativi alle voci "ipotiposi" e "sinestesia", per riprendere il dialogo costante tra antica e nuova retorica, senza dimenticare le escursioni nell'ambito letterario e i frequenti riferimenti alla dialogicità della vita quotidiana.
22,00
Pragmatica dei corpora

Pragmatica dei corpora

di Diego Femia

Libro: Copertina morbida

editore: Round Robin Editrice

anno edizione: 2022

pagine: 130

I metodi di lavoro basati su corpora e sull'uso del computer hanno "rivoluzionato" gran parte della ricerca nelle scienze umane durante gli ultimi decenni. Oggi, probabilmente tutti i settori in cui si organizzano le discipline umanistiche hanno a che fare con documenti digitali e, sempre più spesso, con dati digitali in quantità crescente e tali da comportare un nuovo rapporto con la dimensione empirica della ricerca. L'analisi pragmatica dei testi, sia scritti, sia parlati (e, in numero minore, ma crescente, anche digitati), ha ormai una lunga tradizione filosofico-linguistico-enunciativa alle spalle e articolazioni interne molto importanti e definite che solo recentemente hanno iniziato a intrecciare le loro posizioni teoriche e i loro metodi di analisi con quelli della linguistica dei corpora o della linguistica computazionale. Il contributo che l'uso di corpora può dare alla pragmatica nell'analisi delle strategie comunicative è però elevato, come il testo tende a evidenziare.
19,00
Tra le parole nella mente. Studi interdisciplinari sulle collocazioni lessicali

Tra le parole nella mente. Studi interdisciplinari sulle collocazioni lessicali

di Irene Fioravanti

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 196

Che cosa sono le collocazioni? Definite come combinazioni di due o più parole che tendono a ricorrere insieme frequentemente, le collocazioni presentano in realtà proprietà distribuzionali e lessicali complesse, sfuggendo a una precisa e univoca definizione. Rappresentano, inoltre, una sfida per gli apprendenti di una seconda lingua, nonostante siano un tassello fondamentale per comprendere e usare una lingua seconda. Partendo dai diversi approcci teorici alle collocazioni e dai principali studi sulle collocazioni in L2, descrivendone le metodologie adottate e i risultati ottenuti, il volume mostra come gli strumenti della linguistica dei corpora e della psicolinguistica possono essere integrati e applicati nella ricerca sulle collocazioni attraverso tre diversi studi empirici. Infine, approfondisce l'intrigante natura delle collocazioni, proponendone una nuova definizione, che le identifica non solo come fenomeno lessicale ma anche cognitivo.
27,00
Storia dell'alfabeto

Storia dell'alfabeto

di Edward Clodd

Libro: Copertina morbida

editore: Iduna

anno edizione: 2022

pagine: 229

Dagli ideogrammi orientali ai geroglifici egiziani, dalla Stele di Rosetta alle Rune, una originale ricostruzione divulgativa della storia della scrittura presso tutti i popoli del mondo.
20,00
Fare i conti con la morte. Il «Liber introituum» del comune di Bologna del 1347

Fare i conti con la morte. Il «Liber introituum» del comune di Bologna del 1347

di Marco Conti

Libro: Copertina morbida

editore: Giorgio Pozzi Editore

anno edizione: 2022

pagine: 156

Le fonti fiscali sono raramente oggetto di edizioni critiche, a causa della ricorsività delle formule amministrative e giuridiche che le costituiscono. Se questo è innegabile, d'altro canto sono delle vere e proprie miniere d'oro per comprendere la società medievale. Il Liber introituum del Comune di Bologna, ovvero il registro delle entrate del massaro relative al 1347, è l'oggetto della presente edizione critica, realizzata allo scopo di far conoscere a un pubblico più ampio questa ricca fonte. Il testo presenta un quadro esaustivo della situazione fiscale cittadina e una chiave d'accesso privilegiata per conoscere la società comunale bolognese alla vigilia della peste nera. L'edizione della fonte è preceduta da un'introduzione che consente di inquadrare il registro all'interno di una tradizione di studi dedicati all'economia medievale e di inserirla in una più vasta produzione di registri trecenteschi di matrice fiscale.
18,00
Le 60 lingue che uniscono l'Europa

Le 60 lingue che uniscono l'Europa

di Gaston Dorren

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2022

pagine: 312

"Le 60 lingue che uniscono l'Europa" è un viaggio senza precedenti tra le storie, le peculiarità, le inaspettate somiglianze delle parlate che ogni giorno possiamo ascoltare in giro per il vecchio continente. Grazie alla trascinante passione di Gaston Dorren attraverseremo così sperduti villaggi tra le montagne della Svizzera dove la lingua franca è il romancio, piccoli comuni italiani dove si parla catalano, greco o croato, e impareremo a orientarci tra i caratteri dell'alfabeto cirillico. Scopriremo perché l'esperanto non prenderà mai piede, perché il finlandese è la lingua più semplice da imparare, o perché i norvegesi scrivono in danese. E partendo dal protoindoeuropeo per arrivare al successo ormai globale dell'inglese, questo libro divertente e ricco di aneddoti cambierà il modo in cui pensiamo alle lingue che ci circondano, e dimostrerà ancora una volta l'importanza e la ricchezza di un patrimonio che corriamo il rischio di perdere per sempre.
12,00
Le particelle modali del tedesco. Caratteristiche formali, proprietà pragmatiche ed equivalenti funzionali in italiano

Le particelle modali del tedesco. Caratteristiche formali, proprietà pragmatiche ed equivalenti funzionali in italiano

di Manuela Caterina Moroni, Federica Cognola

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2022

pagine: 240

Le particelle modali sono una classe di elementi non flessi e ridotti dal punto di vista grammaticale che permettono al parlante di esprimere un ventaglio di ipotesi e inferenze, e conferiscono alla frase significati spesso difficili da tradurre. Sebbene siano presenti in diverse lingue, tra cui l'italiano, e siano particolarmente frequenti in tedesco, rappresentano un tema ancora relativamente poco affrontato in studi dal taglio contrastivo. Il presente volume, che si fonda sulla letteratura classica sull'argomento, su un ricco apparato di esempi autentici di lingua parlata e scritta e su un nuovo corpus di traduzioni per le direzioni tedesco-italiano e italiano-tedesco, costituisce il primo studio di ampio respiro sulle principali particelle modali del tedesco (ja, doch, schon, halt, eben, auch, denn, bloß, nur, mal) indagate in prospettiva contrastiva con la lingua italiana.
25,00
Il latino di Dante

Il latino di Dante

di CHIESA PAOLO (CUR.); FAVERO FEDERICA (CU

Libro: Copertina morbida

editore: Sismel

anno edizione: 2022

pagine: 179

34,00
Sociolinguistica delle minoranze in Italia. Un'introduzione

Sociolinguistica delle minoranze in Italia. Un'introduzione

di Ilaria Fiorentini

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2022

pagine: 208

Il panorama linguistico italiano è tradizionalmente variegato e complesso e comprende, oltre alla lingua nazionale e alle sue varietà, dialetti italo-romanzi e lingue delle minoranze storiche; di recente, grazie ai flussi migratori, tale quadro si è arricchito ancora con l'apporto di nuovi parlanti e di nuove lingue. Il volume introduce, da una prospettiva sociolinguistica, alcuni temi legati alle minoranze linguistiche e alle lingue minoritarie parlate oggi in Italia. Sono esaminati sia il plurilinguismo "storico" (le minoranze di antico insediamento), sia quello recente (le "nuove" minoranze), indagando vari aspetti: dalla descrizione delle diverse comunità minoritarie alla discussione dei provvedimenti adottati per la loro tutela, ai repertori linguistici, con alcuni esempi di uso di queste lingue. Particolare attenzione è data al contesto scolastico, guardando all'insegnamento delle lingue minoritarie storiche, ma anche a questioni relative alla presenza sempre crescente delle "nuove lingue" nella scuola. Infine, sono proposti alcuni approfondimenti su fenomeni specifici, e in particolare sul contatto linguistico, sui paesaggi urbani plurilingui, ma anche sull'uso delle lingue minoritarie nei media e online.
21,00