Libri Medicina generale: Novità e Ultime Uscite

Medicina generale

Le monetine di Roosevelt. Una storia dell'umanità attraverso i vaccini

di Giuseppe Remuzzi

Libro: Copertina morbida

editore: Solferino

anno edizione: 2022

pagine: 224

Pochi ricordano che l'uomo ebbe la meglio sull'epidemia di poliomielite anche grazie a un appello a donare pochi spiccioli, rivolto agli americani dal presidente Roosevelt. Lui stesso era costretto da quel male su una sedia a rotelle e la sottoscrizione, finanziando il vaccino antipolio, contribuì a una svolta nella storia della medicina. Ma non è l'unico virus che è stato arginato per merito di un vaccino, basti pensare al vaiolo e alla prima vaccinazione di massa imposta da Napoleone alle sue truppe. O agli studi di Pasteur sulla rabbia e ai vaccini contro tetano e difterite che seguivano la geniale intuizione di Edward Jenner di inoculare una piccola quantità di agente infettivo per conferire l'immunità. Molti dei pionieri della vaccinazione sono stati osteggiati o costretti a emigrare, per essere riabilitati solo in seguito. E pochi si soffermano su coloro che si sottoposero per primi al vaccino in assenza di garanzie sulla sua sicurezza ed efficacia. Ognuna delle vicende dimenticate che Giuseppe Remuzzi ricostruisce è stata un passo da gigante non solo per la sanità ma per la stessa evoluzione della specie. E senza quelle storie di fallimenti e successi non sarebbe stato possibile arrivare oggi in tempo record alla nuova frontiera del vaccino a mRNA contro il Covid-19 e le sue varianti con cui ancora ci confrontiamo.
16,50

Sul moto del cuore e del sangue. L'apparato cardiocircolatorio dall'antichità alla rivoluzione scientifica

di Enrico Crivellato

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2022

pagine: 652

Il volume analizza il lento procedere verso la conoscenza dei meccanismi relativi al moto sanguigno e a quello cardiaco, come si è andato evolvendo dall'antichità greca fino a William Harvey. Si tratta di un modello epistemologico universale, nel quale l'acquisizione di nuovi elementi avviene - in un complesso intreccio di verità ed errore, evidenza e pregiudizio - elaborando ipotesi, dottrine e teorie che hanno costituito paradigmi della conoscenza e la cui rilevanza storico-scientifica non deve essere misurata in base alla loro vicinanza o adesione alle teorie attuali. La prima parte del testo è dedicata alla "fase creativa della scienza greca", dove concezioni e sistemi dottrinali vengono formulati in gran numero e sviluppati secondo differenti direttrici. Viene poi presa in considerazione la "sistemazione galenica", grazie alla quale si assiste a una sintesi del pensiero precedente e all'elaborazione di una teoria generale destinata a durare secoli. La terza parte si sofferma sui tentativi proposti per mettere a punto taluni aspetti manchevoli della dottrina galenica senza peraltro intaccarne la verità profonda. Argomento della quarta parte è la "crisi del sistema"; sulla base del crescente contributo della scienza sperimentale, la visione galenica appare infatti sempre più inadeguata a interpretare la realtà oggettiva. Da ultimo, il libro analizza le modalità con cui Harvey si è accostato ai problemi lasciati insoluti dal galenismo e le soluzioni che il medico inglese ha apportato ai vari temi della fisiologia cardiocircolatoria.
65,00

Storia della malaria in Italia. Scienza, ecologia, società

di Gilberto Corbellini

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2022

pagine: 344

La malaria è stata probabilmente la principale causa infettiva di morte nell'evoluzione umana. In Italia è stata una presenza stabile dal II secolo a.C. e, salvo i casi importati, ha smesso di uccidere nel 1948. Il libro ricostruisce le sfide che la malattia ha rappresentato in diverse fasi storiche, ne descrive le caratteristiche ecologiche, illustra come i malariologi - in particolare italiani e tra questi Mario Coluzzi - abbiano cooperato alla spiegazione biologica e alla soluzione pratica dei problemi sanitari e chiarisce perché le misure di controllo e l'organizzazione politico-istituzionale della ricerca e delle campagne antimalariche sono state efficaci in Italia ma non in Africa subsahariana. Il volume racconta inoltre la vicenda storica della malarioterapia - cioè l'uso dei parassiti malarici per tentare di curare la neurosifilide e le sperimentazioni sulla malaria umana praticate in tale contesto -, il contributo italiano alla scoperta di come una malattia ereditaria del sangue protegga dalla malaria e alcuni discutibili progetti internazionali volti non alla cura ma all'immunizzazione della popolazione nelle aree in cui la malaria era endemica, attuati fra le due guerre mondiali.
29,00

Scienza e futuro. Riflessioni di un grande medico e grande uomo

di Umberto Veronesi

Libro: Copertina morbida

editore: Tecniche Nuove

anno edizione: 2022

pagine: 170

La pandemia da COVID-19, le perplessità sulle vaccinazioni e la fragilità del sistema sanitario hanno portato la scienza ad essere al centro del dibattito politico e sociale e ad assumere un ruolo primario nelle scelte della vita quotidiana di tutti noi. Ecco allora, in questo periodo di grandi incertezze e profondi cambiamenti, una voce autorevole e visionaria nel campo scientifico e dei diritti civili: quella di Umberto Veronesi (1925-2016), oncologo di fama internazionale ed ex Ministro della Sanità. Veronesi, direttore scientifico del mensile OK Salute e Benessere fin dal primo numero, dal 2008 al 2016 nei suoi indimenticabili "Pensieri" ha trattato temi di grandissima e urgente attualità, come il ruolo e i limiti della scienza, la pace e la guerra, i diritti della persona, il futuro sostenibile, testi adesso raccolti in questo volume. Il figlio Paolo Veronesi, presidente della Fondazione Veronesi e oggi a sua volta autore di OK Salute e Benessere, con le riflessioni di "Il progresso delle scienze", introduce e commenta la raccolta dei Pensieri più significativi.
17,90

Il gestore delle risorse nelle strutture sanitarie di azienda del SSN

di Gianfranco Carnevali

Libro: Copertina morbida

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2022

pagine: 172

Questo nuovo lavoro dell'autore si occupa della figura del "gestore delle risorse" nelle strutture sanitarie pubbliche. Questo ruolo è tenuto a farsi carico - ex disposizioni legislative e contrattuali vigenti - della gestione di tutte le risorse di cui l'Azienda Sanitaria si avvale per soddisfare i bisogni di salute rappresentati dal singolo. Il testo non solo individua le tipologie di risorse da gestire (spazi, attrezzature scientifiche ed apparecchiature tecnologiche, personale), ma ipotizza percorsi per migliorarne l'utilizzazione, indica le competenze che il gestore deve acquisire e i comportamenti da attuare; il tutto sottolineando che ogni gestore, al fine di perseguire l'ottimale funzionamento della struttura cui è preposto, deve farsi carico anche del corretto adempimento delle disposizioni concernenti la sicurezza delle cure e della persona assistita, la tutela della salute e sicurezza all'interno delle strutture sanitarie, la trasparenza dell'attività e l'accesso ai documenti in possesso della struttura, la valutazione degli operatori assegnati alla struttura, la responsabilità professionale e disciplinare ed il contrasto dei fenomeni di corruzione. L'assolvimento dell'insieme delle incombenze riferite costituisce per il gestore un compito aggiuntivo rispetto a quello correlato con la specificità del settore professionale di inquadramento che - soprattutto con riguardo alla gestione delle risorse umane - assume contorni di problematicità e delicatezza in considerazione del fatto che l'articolazione organizzativa in cui opera è deputata a produrre ed erogare prestazioni tese a tutelare la salute del singolo e della collettività, nel rispetto delle norme attuative dell'art. 32 della Costituzione.
22,00

Guarigione. L'arte perduta della convalescenza

di Gavin Francis

Libro: Copertina morbida

editore: EDT

anno edizione: 2022

pagine: 144

Intorno al 1920, Virginia Woolf si stupiva del fatto che la malattia non figurasse insieme all'amore, alle battaglie e alla gelosia tra i temi principali della letteratura. A un secolo di distanza, una letteratura della malattia ormai esiste, ma ancora manca una letteratura della guarigione. Prendersi il tempo necessario per guarire, capire il significato della parola salute, affrontare il periodo della convalescenza consapevoli del suo forte valore, tanto esistenziale quanto sanitario, e soprattutto del fatto che guarire è un processo tutt'altro che passivo. Benché i suoi ritmi e i suoi tempi siano spesso lenti e dolci, si tratta infatti di un'azione, e l'agire ci richiede di essere presenti a noi stessi, di impegnarci, di non risparmiarci. Ben sapendo che ogni malattia è un unicum, e dunque lo è anche ogni guarigione, Gavin Francis ha attinto alla sua lunga esperienza di medico e alla sua sapienza internazionalmente riconosciuta di scrittore e divulgatore per fissare alcuni principi che si sono rivelati utili negli anni per guidare i suoi pazienti attraverso e oltre i territori della malattia. Aiuta a riflettere su che cosa sia la salute e che cosa significhi doverla riconquistare. Racconta la storia dell'idea di convalescenza, oggi totalmente trascurata dal sistema sanitario e perfino dall'ammalato. E ci aiuta molto a capire il periodo storico che stiamo attraversando, la fragilità del corpo e l'imprevedibile capacità di recupero dell'essere umano.
12,00

Salute e territorio. Nuove strutture di assistenza primaria

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2022

pagine: 112

Il volume approfondisce le caratteristiche funzionali e dimensionali dell'Ospedale di comunità e della Casa di comunità e propone, inoltre, un modello organizzativo fortemente integrato anche con le attività culturali ed economiche, così da offrire una serie di prestazioni diverse, utili per il benessere della collettività. Molte aziende sanitarie locali hanno già definito, per le strutture di prossimità, modelli organizzativi più o meno simili tra loro e stabilito criteri e parametri funzionali, dimensionali ed economici. Il modello alternativo presentato nel libro intende confezionare un "pacchetto" flessibile e completo di servizi, che può essere preso in considerazione anche per iniziative di partenariato pubblico-privato. Il testo è rivolto ai responsabili di aree tecniche delle aziende, ai professionisti e agli operatori del settore, al fine di fornire informazioni sistematiche e strumenti da utilizzare, a fronte delle risorse stabilite dal PNRR, per la programmazione degli interventi e per la valutazione degli esiti. Con il contributo di Piero Vaccari. Presentazione di Grazia Labate.
16,00

Medical professionalism e costruzione dell'identità professionale negli studenti di medicina. Riflessioni e proposte didattiche per la formazione in Italia

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 346

Il primo volume che riunisce e analizza le diverse componenti di un costrutto così complesso come quello del medical professionalism e della nascente identità professionale medica negli studenti. Una prospettiva innovativa, da anni presente nella letteratura internazionale, che trova in questo manuale il suo spazio, insieme a molte indicazioni di metodo didattico. Il tema della professionalità medica, o medical professionalism, da anni è presente nel contesto internazionale, ma in Italia non ha ancora un testo di riferimento per l'insegnamento universitario. I Corsi di laurea in Medicina e Chirurgia italiani stanno dedicando un'attenzione crescente ai temi della buona comunicazione medico-paziente, alle medical humanities, ai temi eticamente sensibili, nonché alle dimensioni socioeconomiche della professione medica. Il libro, nascendo dalla passione per l'insegnamento, dall'interesse profondo verso l'educazione medica e dalla curiosità di confrontarsi sempre con la letteratura internazionale più recente, è pensato sia come un manuale di studio e di approfondimento per gli studenti di medicina, sia come uno strumento didattico per i docenti.
42,00

I piani del nemico. Cos'è e come funziona la scienza delle previsioni in tempo di crisi

di Alessandro Vespignani

Libro: Copertina rigida

editore: Rizzoli

anno edizione: 2022

pagine: 300

Londra, 1854. Il colera devasta la città. Un medico, John Snow, ha l'idea di segnare su una mappa i punti in cui la malattia colpisce con maggiore durezza. Si accorge che l'epicentro è una pompa d'acqua. Chiusa quella, il colera si ritrae. Il nemico è sconfitto. È la prima dimostrazione della potenza dei dati in campo epidemiologico. Ma virus e batteri sono un avversario ostinato. Che torna ad attaccare sotto varie forme, in tempi e luoghi diversi. Ebola, Sars, Mers. Epidemie imparagonabili tra loro, eppure unite da un filo comune. Ogni volta che un patogeno arriva a manifestarsi, si lascia dietro delle informazioni. Dei numeri. Velocità di contagio, pattern di spostamenti, indice di trasmissibilità. La scienza delle previsioni non mente: se si hanno a disposizione i dati, si possono elaborare modelli di strabiliante accuratezza. Saper leggere i numeri vuol dire stringere nel pugno i piani del nemico. Proprio come John Snow teneva in pugno la cartina di Londra. Ed è così che all'inizio del 2020, mentre tutti ripetono "Niente panico", il team di ricerca di Alessandro Vespignani è tra i primi a predire e suonare l'allarme della deflagrazione del Covid come grande pandemia del nuovo millennio. La scienza delle previsioni, quella del "tanto nessuno ci ha mai capito nulla", ha in realtà dimostrato per l'ennesima volta la sua potenza nel corso dell'emergenza. Ha rivelato tutti gli errori che sono stati fatti, ma anche tutte le lezioni che sono state apprese. L'autore, uno dei massimi studiosi del settore a livello mondiale, ci ricorda chi è il vero nemico, dove si annida, cosa possiamo fare per fermarlo. Quali sono i suoi punti di forza e quali le sue debolezze. Ma soprattutto ci dice quali sono le nostre debolezze, quali sono stati i nostri errori. E come fare a non ripeterli la prossima volta. Perché la vera domanda che due anni e mezzo di pandemia ci hanno lasciato non è quando arriverà un nuovo virus a sconvolgere le nostre esistenze. Ma se saremo preparati ad affrontarlo.
18,50

Dalle Case della Salute alle Case della Comunità

di Antonio Brambilla, Gavino Maciocco

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2022

pagine: 268

Riusciranno i fondi del PNRR a rafforzare un Servizio sanitario nazionale fiaccato da anni di definanziamento e di progressiva riduzione del personale? Riusciranno i servizi territoriali a rinnovarsi e a diventare davvero il secondo, indispensabile pilastro del SSN? Molto dipenderà da come saranno riorganizzati i distretti e da come funzioneranno le Case della Comunità, che sin dal nome auspicano una maggiore partecipazione dei cittadini alla loro programmazione. Molto dipenderà anche dalle scelte del governo sulla convenzione dei medici di medicina generale e da come si muoveranno le Regioni. L'obiettivo del libro è dimostrare, sulla base delle esperienze delle Case della Salute, che è possibile innovare le cure primarie e i servizi territoriali, offrire servizi adeguati ai cittadini e migliorare lo stato di salute della popolazione. Ne sono prova gli otto casi di studio presentati nella terza parte del volume.
23,00

Che cos'è la medicina narrativa

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2022

pagine: 128

L'approccio basato sulla medicina narrativa nasce verso la fine degli anni Novanta del Novecento e il suo scopo principale è l'introduzione nei protocolli medico-sanitari di un orientamento "relazionale" con il paziente. Il volume prende in esame le principali metodologie proprie della medicina narrativa, che si è posta come integrazione della evidence-based medicine, in quanto la testimonianza del paziente e del suo vissuto è divenuta centrale ai fini terapeutici al pari dei sintomi fisici della malattia, mettendo in luce l'evoluzione in questi decenni delle teorie e degli usi della narrazione come strumento di sostegno in campo terapeutico.
13,00

Il santo manicomio. Psichiatria, santità e misticismo nell'Ottocento

di Gabriele Piretti

Libro: Copertina morbida

editore: Unicopli

anno edizione: 2022

pagine: 516

Nel corso dell'Ottocento, in un'epoca di grandi conflitti sociali e politici, i manicomi brulicavano di uomini e donne cui venivano diagnosticati disturbi legati alla sfera religiosa. Si atteggiavano a santi e sostenevano di aver avuto esperienze sovrannaturali: follia religiosa, monomania religiosa e paranoia mistica sono solo alcune delle etichette con cui veniva giustificato il loro internamento negli istituti. Una parte cospicua della psichiatria, in una temperie culturale fortemente influenzata dal positivismo, finì per attribuire tali diagnosi persino a santi canonizzati come Francesco d'Assisi e Teresa di Avila. Nell'ampio dibattito che ne scaturì, giocò un ruolo fondamentale la categoria di "allucinazione", con cui una parte della psichiatria pensava di aver risolto in chiave naturalistica il mistero delle visioni divine, suscitando l'intervento di ecclesiastici, medici e psichiatri contrari alla patologizzazione delle esperienze sovrannaturali. Il libro, attraverso l'analisi della letteratura medico-scientifica francese e italiana dell'epoca e della polemistica cattolica e "spiritualista", mette quindi in luce un aspetto finora ancora poco indagato: la ridefinizione della "realtà" in senso immanentistico veicolata dalle idee scientifiche dell'epoca e accolta da una parte della psichiatria, che determinava la messa al bando del sovrannaturale.
25,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.