Libri Musica: Novità e Ultime Uscite | P. 5

Musica

Neil Young. Walk like a giant. Testi commentati

di Marco Denti

Libro: Copertina morbida

editore: ARCANA

anno edizione: 2021

pagine: 304

Essendo riconosciuto tra i più grandi songwriter di sempre a livello planetario, il libro ripercorre e approfondisce attraverso la puntuale analisi dei suoi brani i temi ricorrenti nell'infinita discografia di Neil Young. Dall'introspezione degli esordi ai tormenti d'amore e di dolore di harvest, dalla sensibilità ecologica e ambientale alle ballate pacifiste, dal ricordo di Kurt Cobain alle impressioni dell'11 settembre, dagli appassionati ritratti delle strade e dei paesaggi americani fino all'inno mondiale di "Rockin' in the Free World", le sue canzoni costituiscono la vivida testimonianza di un artista unico: inafferrabile, indomito, eccentrico e coraggioso. Più di cinquanta album, dall'esordio del 1968 a colorado del 2019 (e ancora oltre) sono scandagliati scrupolosamente, ma con uno stile lineare e accessibile a tutti, alla ricerca delle sfumature poetiche, delle connessioni letterarie, degli appunti di viaggio e delle visioni psichedeliche, nonché delle divagazioni sonore (dal country & western al rock'n'roll, dal blues ad altri mille esperimenti musicali) con cui Neil Young ha intrecciato quelle canzoni che lo hanno reso protagonista indiscutibile nel tempo a cavallo di due secoli. Una vita percorsa a passi di gigante, seguendo soltanto l'istinto e l'ossessione verso una prospettiva artistica che, in fondo, nella sua meta finale, ha sempre avuto la speranza e il sogno di un mondo migliore.
22,00

Litfiba. Guida completa alla discografia e ai live

di Federico Linossi, Cosimo Darino

Libro: Copertina morbida

editore: ARCANA

anno edizione: 2021

pagine: 336

I Litfiba, sulla scia di quattro decenni di attività, sono considerati la più importante rock band italiana, nonché l'unica capace di tenere testa, con impeto e continuità, ai principali gruppi stranieri. Il percorso per ottenere consensi da parte di pubblico e critica è stato lungo e articolato, ma il combo fiorentino è riuscito ad attraversarlo con caparbietà e con consapevolezza, raggiungendo un successo davvero fragoroso. Una storia molto suggestiva, iniziata interpretando ritmi dark wave tra le umide mura di sale prova e di improvvisati live club, e culminata in un rock maturo e raffinato suonato davanti a folle oceaniche. Litfiba - Guida completa alla discografia e ai live racconta questa storia: un'autentica epopea, descritta riprendendo le eredità espressive disseminate nei solchi degli album, nei videoclip e nelle cronache delle esibizioni live. Il libro è suddiviso in sezioni che, intrecciate tra loro, restituiscono una biografia originale e moderna che consente non solo di rivivere le gesta del gruppo fiorentino, ma anche di assaporare un'interessante serie di curiosità e di aneddoti. Ampio spazio è dedicato all'aspetto collezionistico: memorabilia e discografia sono trattate con attenzione maniacale e corredate da note, informazioni e dettagli. Ad arricchire il tutto, le testimonianze dei protagonisti, da Ghigo Renzulli ad Alberto Pirelli e tanti altri: i ricordi di chi la storia l'ha vissuta in prima persona e di chi l'ha osservata molto da vicino.
29,00

La canzone romana. La storia insolita e straordinaria della tradizione musicale di Roma. Da Balzani a Baglioni, da Venditti a Ultimo

di Elena Bonelli

Libro: Copertina morbida

editore: Newton Compton Editori

anno edizione: 2021

pagine: 320

Si sa, le canzoni sono da sempre lo specchio di un luogo e di un tempo: rappresentano i sentimenti più profondi delle città in cui sono nate e raccontano segreti e contraddizioni dei periodi in cui si sono diffuse. E naturalmente Roma e il suo patrimonio musicale tradizionale non fanno eccezione. Elena Bonelli, "La Voce di Roma", che ha dedicato la vita a far conoscere la canzone romana al mondo, ci conduce lungo un itinerario fatto di artisti e canzoni, raccontandoci la grande storia di Roma Capitale da un punto di vista inedito e coinvolgente. Da brani straordinari, come Le streghe , Tanto pe' cantà e Valzer della Toppa , a figure artistiche di rilievo assoluto, come Ettore Petrolini, Anna Magnani e Pier Paolo Pasolini, fino ad Achille Lauro e i nuovi volti della musica romana contemporanea, questo libro è un'inestimabile raccolta di tesori, che saprà fare la felicità di tutti gli appassionati. 150 anni di musica romana, alla scoperta degli artisti e delle canzoni più importanti della capitale Tra gli argomenti trattati: 1891: l'anno di nascita della canzone romana Le canzoni romane del XX secolo Le streghe di Calzelli e Ilari (1891) Tanto pe' cantà di Petrolini e Simeoni (1932) Quanto sei bella Roma di Bizio e Bonagura (1934) Roma in musica nel secondo dopoguerra Arrivederci roma di Rascel, Garinei, Giovannini (1954) Il valzer della toppa di Umiliani e Pasolini (1960) La società dei magnaccioni di compositore e autore ignoto (1962) Roma nun fa' la stupida stasera di Trovajoli, Garinei, Giovannini (1962) L'epoca dei cantautori Roma capoccia di Venditti (1963) Porta portese di Baglioni e Coggio (1972) Via Margutta di Barbarossa (1986) Nuova scuola romana Il cielo su Roma dei Colle der fomento (1999) Per le strade di Roma di De Gregori (2006) Poesia per Roma di Ultimo (2019) La bella donna di Nava e Bonelli (2008).
12,00

AbBRASSENS

di Alberto Patrucco, Laurent Valois

Libro: Copertina morbida

editore: PaginaUno

anno edizione: 2021

pagine: 308

Questa non-biografia di Georges Brassens è il frutto dell'intenso ed emozionante percorso compiuto da Alberto Patrucco tra le parole e la musica di un artista unico, dotato di genialità e ironia senza eguali. Un viaggio alla ricerca dei tanti tesori presenti nell'opera del grande cantautore francese; un percorso che mette in risalto la sorprendente sintonia con il presente e che, a dispetto del tempo, ci restituisce tematiche attuali ancor oggi. Uno stile inconfondibile, il suo, elegante e ricercato; una forma poetica meticolosa e severa, dove non si avverte traccia di tecnica scolastica né si ostenta l'enorme bagaglio culturale dell'autore; su ogni parola e nota aleggia il suo personalissimo e inconfondibile tratto ironico, un'ironia talvolta evidente, talora sottile e tutta da scoprire.
19,00

I (miei) poeti rock. Incontri tra delirio e realtà

di Vincenzo Costantino

Libro: Copertina morbida

editore: Hoepli

anno edizione: 2021

pagine: 234

Trenta storie che descrivono gli incontri (reali o immaginari) con le figure più liriche del rock, scritti da un autentico "poeta rock" italiano. Ritratti di artisti diversi, da Bob Dylan a Bruce Springsteen, da Patti Smith a Kurt Cobain, che hanno saputo ascoltare la vita e restituirla a chi non la sentiva. Sono personali spacciatori di attimi: alcuni, di vita tagliata bene, fine, in filigrana; altri, di epica del quotidiano. Vincenzo Costantino "Cinaski", poeta dall'animo rock, ripercorre la loro storia, dalla giovane età ad oggi, incontrandoli uno ad uno, da Leonard Cohen a Lou Reed, da Fabrizio De André a Enzo Jannacci, e riscoprendo l'attimo in cui tra delirio realtà sono entrati nella sua vita, così come potrebbero entrare in quella di ognuno. Cinaski rivive quell'attimo, non per renderlo eterno ma per fermarlo, pagina dopo pagina, riascoltando le canzoni e i versi, restituendo tutta la poesia che ci hanno regalato. Ogni racconto è illustrato da un ritratto del pittore Carlo Montana e contiene citazioni, strofe poetiche e riflessioni dell'autore, insieme alle testimonianze di Paolo Rossi, Simone Cristicchi e altri amici dello scrittore.
17,90

«Misero, attendi, se vuoi morir!» Mozart e l'idea della morte

di Danilo Faravelli

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2021

pagine: 432

Questo libro trae spunto dal singolare paradosso che fa di Mozart un campione incontrastato della memorabilità storico-musicale a dispetto ma soprattutto a causa della dispersione delle sue spoglie mortali in una fossa comune. Che il destino gli abbia negato un luogo e un monumento atti a simboleggiare materialmente l'immortalità procuratagli dalla sua grandezza di compositore è una beffa ottimamente contrastata e neutralizzata dall'immensa popolarità del suo nome anche al di fuori della cerchia dei cultori della cosiddetta "musica classica". I capitoli qui dedicati al fisico oltre che metafisico risarcimento a lui dovuto scandagliano minuziosamente i rapporti che il suo mondo interiore di uomo e di artista intrattenne con l'idea della morte, in relazione al suo modo di accennarne o di soffermarvisi nelle lettere, in particolare quelle scambiate con il padre; nondimeno se ne occuperanno rispetto al suo modo di darle abito sonoro in ambito operistico, all'interno delle partiture di musica sacra e in alcune composizioni puramente strumentali, alludendovi, in queste ultime, perlopiù in chiave ironica quando non addirittura sarcastica.
24,00

Nevermind: The Bollocks

di Francesco Di Perna

Libro: Copertina morbida

editore: ARCANA

anno edizione: 2021

pagine: 160

Trent'anni fa, da Seattle arrivava a tutto il mondo un altro suono che parlava in un'altra maniera, ad altra gente: era il 24 settembre del 1991, "the year punk broke". E il mondo della musica non ha mai superato questo trauma. Ancora oggi si parla e si scrive di Nevermind, il disco che tutti hanno amato e tutti hanno capito, stregati dal biondo eterno adolescente Kurt Cobain. Anche dopo così tanto tempo, allontanarsi e guardare senza occhi lucidi quello che rimane di nevermind è un'impresa quasi impossibile. Però vale la pena tentare, togliere la patina luccicante che ricopre uno dei dischi più importanti della storia, per riportarlo alla sua forma originaria. Ritornare al nastro del master e ascoltarlo prima che possano farlo i Nirvana stessi; prima che possa farlo Kurt. I soldi, la fama, le copertine delle riviste notoriamente danno alla testa: ai Nirvana non è mancato nulla di tutto questo. Per ascoltare Nevermind come non siamo mai riusciti ad ascoltarlo, quindi, è necessario ripercorrere il susseguirsi di idee che hanno animato la band più esplosiva della scena di Seattle, tra quello che hanno detto prima di essere sommersi dai fan e quello che hanno lasciato intendere. Senza appiattirsi sulla biografia e senza lanciarsi in interpretazioni testuali non richieste, riordinare i fili che legano Kurt Cobain, la sua città natale, i deodoranti per ascelle, l'Inghilterra, Krist Novoselic, i Melvins, il litio, Dave Grohl... Per poi mettersi le cuffie e scombinarli ancora una volta.
15,00

Le regole del pianoforte. 33 note di musica e filosofia per una vita fuori dall'ordinario

di Giovanni Allevi

Libro: Copertina rigida

editore: Solferino

anno edizione: 2021

pagine: 176

A suonare il pianoforte si impara. E lo studio del pianoforte, come un'arte marziale, può insegnare ben di più che una sequenza di movimenti e gesti. Insegna a conoscersi più profondamente, ad accettarsi e a dominare le proprie paure. A entrare in risonanza con il mondo e scoprirsi capaci di stupire e sedurre. A valorizzare le differenze e creare sintonie. Ad affrontare incertezze e imprevisti con sangue freddo e un pizzico di follia. A superare i dubbi e gli stereotipi, a ignorare le sirene del successo fine a se stesso. E a mettere d'accordo mani, cervello e cuore, un'impresa non banale nel mondo convulso e confuso in cui viviamo. Quale miglior manuale di filosofia e di crescita personale, dunque, che un manuale di pianoforte? Partendo dai concetti più semplici che hanno a che fare con lo studio della musica - come l'accordatura dello strumento, la coordinazione delle mani, il sentimento del ritmo, il dosaggio del forte e del piano - Giovanni Allevi elabora così un sistema di spunti e di consigli, utili per conoscersi meglio e per vivere meglio. Con un avvertimento: molte di queste regole sono molto diverse da quanto ci potremmo aspettare.
14,00

Rokes. Conversazioni su musica, moda, società e costume

di Roberto Paravagna

Libro: Copertina morbida

editore: ARCANA

anno edizione: 2021

pagine: 224

Inghilterra 1960: la nuova ondata musicale ha spazzato via tutto quello che c'era della vecchia nazione. Le abitudini, il perbenismo, la moralità, i modi, le mode: tutto questo cambia nel giro di pochi anni, da quando cioè il rock'n'roll è entrato di prepotenza nelle stanze di migliaia di giovani inglesi. Come tanti altri ragazzi della loro età, Shel, Bobby, Mike e Vic - che lascerà il posto a Johnny - si fanno contagiare dalla febbre del rock'n'roll che non li abbandonerà più. Dopo vari cambi di nome e di formazione, i Rokes approdano in Italia, all'Ambra-Jovinelli di Roma, dove tra il pubblico c'è un attento Teddy Reno, abile a non lasciarseli sfuggire per accompagnare Rita Pavone in giro per lo Stivale. Il mix è folgorante: capelli lunghi, stivaletti con il tacco alto, smaccato accento inglese che colora il loro italiano d'oltremanica, chitarre con una strana forma "a nido di rondine". Tanto è sufficiente alla stampa nazionale per etichettare il complesso come "I Beatles italiani". È l'inizio del grande successo, consolidato nel nuovo tempio generazionale, il Piper, dove i Rokes passano dal blues al rhythm'n'blues per approdare al beat in chiave italica e piazzarsi nei primi posti delle classifiche di vendita, tra concerti, apparizioni televisive, pubblicità, premi, film, con tanti album e 45 giri. Ma oltre a raccontare l'ascesa dei Rokes, questo libro intende riscoprire i membri del gruppo anche nelle loro attività come singoli artisti. Molti conoscono l'attività di Shel Shapiro, ma scopriremo insieme anche ciò che hanno fatto Bobby, Mike e Johnny...
16,50

Solid. Quel diavolo di Scott LaFaro

di VINCENZO STAIANO

Libro: Copertina morbida

editore: ARCANA

anno edizione: 2021

pagine: 176

Sono le prime ore di giovedì 6 luglio 1961 di una calda notte d'estate e un giovane giace morto su una strada vicino a Geneva, a 300 miglia da New York, il suo corpo è bruciato e senza possibilità di riconoscimento. Una star della scena jazz americana si è spenta. In pochi istanti, a soli 25 anni, la vita di Scott LaFaro, uno dei bassisti più innovativi nella storia del jazz, è finita. "Solid" non è né una biografia, né un saggio musicologico, ma solo uno studio, un ritratto di Scott LaFaro. A livello biografico, ci sono solo alcuni passaggi che ricordano il periodo della sua infanzia e adolescenza a Geneva, e la storia inedita dei nonni paterni che erano emigrati negli Stati Uniti dalla Calabria. "Solid" è "un'altra parola su Scott" scritta principalmente utilizzando i dati forniti da alcuni autorevoli studiosi americani e francesi e quelli riportati da un sito web incentrato sul giovane musicista italo-americano. Si tratta di materiale totalmente inedito in Italia e tradotto dall'autore. Lo studio è stato realizzato con ricerche approfondite anche sul ruolo svolto da altre figure di spicco con cui Scott ha condiviso la sua straordinaria storia. Il titolo richiama l'essenza di un messaggio inviato a Scott da Miles Davis. È una cartolina di saluti con la quale il celebre trombettista gli fa capire che lo vorrebbe nella sua formazione come contrabbassista. Dopo avere descritto il contesto in cui è vissuto, un'attenzione speciale è dedicata al modo in cui LaFaro suonava il suo strumento e a quanti contrabbassisti di talento sono stati influenzati dal suo approccio rivoluzionario. In seguito, "Solid" si concentra principalmente sull'esame di alcuni eventi che spiegano l'originalità e la complessità di questo musicista e il periodo a partire dal 1955, anno in cui lascia l'Università di Itaca e inizia il suo primo tour come musicista professionista, fino al momento del tragico incidente in cui ha perso la vita.
16,00

Virus, il punk è rumore. 1982-1989

Libro: Copertina rigida

editore: Goodfellas

anno edizione: 2021

pagine: 544

Il collettivo Punk anarchico Virus è ed è stato uno dei più importanti e radicali collettivi formatisi in Italia, un luogo anarchico fra i più conosciuti nel mondo. Questo libro, raccoglie vari materiali: locandine, fanzine, manifesti e volantini riportanti la firma collettiva Virus che gli autori di questo volume sono riusciti a recuperare. Tutti i materiali presentati erano resi pubblici e distribuiti liberamente durante gli anni dalla sua irruente presenza: dal 1982, anno della sua costituzione, alla sua definitiva chiusura avvenuta nel 1989. Riprodotti in ordine cronologico, ricostruiscono senza bisogno di commenti aggiuntivi, una cronistoria della città di Milano e della politica italiana negli anni '80. La semplicità grafica e la crudezza estetica, sono parte integrale del contenuto narrato nei testi. Il nome Virus è ricordato, non solo come sinonimo di PUNK, ma specialmente come luogo reale di sperimentazione alternativa al sistema.
39,00

Francesco Micheli racconta «Il lago dei cigni» di Pyotr Ilyich Ciajkovskij con la Filarmonica della Scala. Giovani eroi che hanno paura di crescere

di Francesco Micheli

Libro

editore: Curci

anno edizione: 2021

pagine: 71

Francesco è un ragazzino degli anni Ottanta di Bergamo. Ultimo di tre fratelli, ha fretta di crescere. Vorrebbe volare, danzare come un ballerino sulle note di quella musica travolgente che i suoi genitori ascoltano in casa. Guarda il cigno in un laghetto e sogna di essere come lui. Ma quando la musica si spegne, anche il suo volo si ferma, e a terra si sente goffo e inadeguato. E poi ballare è roba da femmine! Francesco si avvicina a quel cigno maestoso e bianco, ma il grande uccello, spaventato, gli becca la mano. Maledetto cigno, maledetto lago! Francesco è arrabbiato: non è ancora adulto ma non è più un bambino, in un corpo che cambia senza che lui possa capire come. Chi sei tu, cigno, nobile e bianco che puoi diventare orribile, come un uccellaccio nero? E chi sono io? Come sarò da grande? Sarò come vuole mio padre? Età di lettura: da 13 anni.
21,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.