Il tuo browser non supporta JavaScript!

Poesia

Campo degli americani

di Burali D'Arezzo

Libro

editore: Elliot

anno edizione: 2019

16,50

Sintassi italiana

di Edoardo Albinati

Libro

editore: GUANDA

anno edizione: 2019

pagine: 160

"Sintassi italiana" è una singolare proposta poetica e civile in cui Albinati riversa la sua esperienza di narratore. L'autore collega temi ricorrenti nella storia e nel paesaggio italiano mescolandoli a immagini estratte dall'esperienza quotidiana: il sogno di una nazione, la presenza quasi ossessiva dell'arte, la cronaca urbana, le caserme e le fabbriche vengono legate con un filo leggero alle figure di personaggi ritratti dal vero, come la modella, il soldato di leva o il detenuto.
13,00

L'anima in boccio

di Cécile Sauvage

Libro: Copertina morbida

editore: Interlinea

anno edizione: 2019

pagine: 112

«Tutti quelli che ascolteranno queste poesie non potranno più pensare alla maternità come hanno fatto prima»: sono parole di Olivier Messiaen, il grande musicista figlio di Cécile Sauvage e inconsapevole ispiratore della raccolta. La lettura dei venti testi dell'Anima in boccio, per la prima volta presentati qui in traduzione italiana integrale, ci porta al cuore del miracolo della maternità, con la sua gioia appagante e insieme struggente, accompagnata dalle immagini di una natura viva e trasfigurata dalla fantasia poetica. Frequentatrice dei classici e vicina alla poesia simbolista francese, la Sauvage trova nel tema della maternità una potente originalità di toni e una personalissima autonomia di scrittura.
12,00

L'impazienza

di Renato Pennisi

Libro: Copertina morbida

editore: Interlinea

anno edizione: 2019

pagine: 83

«Abbaglia il bianco della pagina» dove «le storie i libri si consumano» in questi testi di Renato Pennisi che consiglia: «per meglio vedere occorre mettersi distanti». Lo fa a partire da «tutte le cose mai possedute» nella sua Sicilia, terra di simboli, mare, donne e segreti. È un racconto lirico e interiore in cui «la sorpresa fermatasi sul volto / descrive storie giunte da lontano».
12,00

Angel Hill

di Michael Longley

Libro

editore: Elliot

anno edizione: 2019

pagine: 192

19,50

Sui treni del mattino. Testo russo a fronte

di Boris Pasternak

Libro: Copertina morbida

editore: PASSIGLI

anno edizione: 2019

pagine: 179

«Quel che per i contemporanei era evidente e ancora oggi costituisce il nucleo irriducibile dell'opera di Boris Pasternak è una prodigiosa e taumaturgica forza sorgiva che egli riesce a liberare persino nei momenti più bui della storia del suo Paese. Si può dire che Pasternak sia sempre interno al flusso della vita, viaggi con esso e catturi i momenti del giorno che meglio la animano e la risvegliano, come indica il titolo della poesia che dà il nome a questa raccolta: Sui treni del mattino. Non soltanto il treno sarà un tropo ricorrente nei suoi versi, uno strumento della modernità attraverso cui penetrare le ampiezze della Russia e conoscerne gli abitanti dalla periferia, ma sarà anche un treno rannij, equivalente in italiano di "prime ore del giorno", "mattino presto", quando si avverte il passaggio da uno stato assopito all'ipersensibilità percettiva. È cruciale per il poeta cogliere lo stato liminare dei fenomeni... A differenza di Majakovskij, Achmatova, Cvetaeva, Blok, a dispetto di ogni affiato romantico, l'io lirico del poeta è secondario, è dissolto nei versi, non sappiamo quasi nulla di lui, sebbene le poesie siano piene di corporeità, di impulsi sensoriali e sensuali. La natura è presente nel suo essere materia, acquista un corpo, mentre l'io cerca una fuga all'infuori di sé.» (dalla prefazione)
19,50

Bagh-I-muattar. Profumi dal giardino di Abdullah

di Aleister Crowley

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Studio Tesi

anno edizione: 2019

pagine: 191

Il Bagh-i-muattar ("Giardino profumato" in persiano) è un misto di prosa e poesia inventato di sana pianta da Aleister Crowley e spacciato come traduzione di un inedito persiano in cui si canta l'amore per un ragazzo, un tema molto in voga fra certi mistici islamici, come Hafez, dove l'amore per il divino viene mascherato con l'amore, anche eroticamente spinto, per un giovane. Al testo Crowley antepose sue considerazioni personali e annotazioni di magia pratica, con un gran numero di note, ma sempre mascherando il tutto come prosa altrui. Il libro infatti uscì anonimo a Parigi nel 1910 in sole 210 copie.
14,00

Musica da camera

di James Joyce

Libro: Copertina morbida

editore: PASSIGLI

anno edizione: 2019

Apparsa nel 1907, la raccolta Musica da camera comprende trentasei poesie scritte tra il 1901 e il 1904, tutte di ispirazione amorosa, e trovò subito un'ottima accoglienza da parte di critici e scrittori come Ezra Pound, che ne apprezzò l'eleganza e il temperamento delicato, e William Butler Yeats, che scrisse: «Penso che il signor Joyce abbia grandissime qualità. C'è una poesia nell'ultima pagina del suo Chamber Music che... è un capolavoro di tecnica ed emozioni». Tuttavia Joyce non ne era del tutto soddisfatto: ne apprezzava soprattutto la grazia musicale, tanto da parlare espressamente di canzoni per queste sue poesie e da augurarsi che almeno alcune venissero messe in musica, «quella vecchia musica inglese che piace a me». Eppure questo suo libro d'esordio, che per lingua, prosodia e temi richiama direttamente la copiosa lirica elisabettiana, se da un lato rappresenta l'omaggio di uno scrittore ventenne a tutta una tradizione lirica, dall'altro si pone come primo, fondamentale tassello di un'inesausta ricerca espressiva che già in quegli anni lo vedeva all'opera sui racconti di "Gente di Dublino"; basti pensare che il 1907 è anche la data del più famoso di questi racconti, "I morti", apparso recentemente in questa stessa collana.
12,50

Amato per amare

di Giuseppe Puma

Libro: Copertina rigida

editore: Ancora

anno edizione: 2019

pagine: 128

Antologia di poesie.
12,00

Amor contra amorem

di Giuseppe Puma

Libro: Copertina rigida

editore: Ancora

anno edizione: 2019

pagine: 96

«Questa raccolta piace perché il percorso poetico di Puma conosce gli slanci d'un cuore che sa sperare e stupefarsi, cogliere i valori etici della solidarietà, intrecciare armonie e ricordi, emozioni e silenzi, caducità ed eternità. Il registro linguistico possiede una sua originalità e una nomenclatura che germina costrutti metaforici radicati nell'humus religiosa del poeta e nel bisogno di affidare alla fede le stimolazioni dell'intelligenza creatrice». (Domenico Pisana). «La poesia di Pippo Puma è essere: l'essere preghiera, per dirla alla Vito Mancuso. Innumerevoli sono gli spunti meditativi che il lettore ricava e riceve dalla lettura di questo suo ultimo libro. Si viene sempre toccati dai versi non arzigogolati; una sorta di grazia lirica permea il procedere della narrazione poetica: "facile" e pur tanto complessa nelle questioni di fondo che pone; feconda e felice, anche quando si celano particole d'immane dolore, in quanto dedita e mai rassegnata». (Alberto Figliolia). «Per Padre Maria Turoldo il cammino poetico religioso è stato mistico, tormentato, gridato, per Giuseppe Puma è stato un richiamo gioioso, riposante, sereno. In uno c'è la visionarietà del mistico, nell'altro l'appagato abbandono». (Angelo Gaccione)
10,00

Poesie del dolore

di Claudio Alciator

Libro: Copertina morbida

editore: Leone

anno edizione: 2019

pagine: 73

Una fallimentare esperienza d'amore coniugale, il divorzio e la profonda crisi depressiva a essa collegati sono la radice amara da cui fioriscono le poesie qui radunate: scrivere versi è stata la via percorsa da Alciator per guarire dal dolore. Alcuni dei componimenti inclusi nella silloge hanno il ritmo delle filastrocche, a cui l'autore è particolarmente affezionato per la loro leggerezza, che stempera la serietà e il dramma delle altre liriche. Il filo comune, in ogni caso, è un racconto scandito pagina dopo pagina da emozioni e sentimenti.
6,00

D'artista

di Fadi Nasr

Libro: Copertina morbida

editore: GRUPPO ALBATROS IL FILO

anno edizione: 2019

pagine: 296

"Io non credo nei sogni ma nel giorno dopo. Perché quando si ama non si fa l'amore, ma si fa tutto. Il cuore troglodita non esiste:nelle caverne ce l'ha portato l'uomo e lo smartphone. Portatelo dietro quel cuore, anche oggi va di moda:io, d'artista, lo amo perché dentro tengo le cose della vita più belle per me".
25,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.