Libri Poesia e studi letterari: Novità e Ultime Uscite | P. 5

Poesia e studi letterari

Poema epico sulla Pasqua. Con incisioni di Albrecht Dürer

di Erasmo da Rotterdam

Libro

editore: Interlinea

anno edizione: 2022

pagine: 56

Il carme sulla pasqua è tra i più estesi e potenti di Erasmo da Rotterdam. In esso l'autore, diversamente da altri poeti, dà spazio e rilievo al momento della discesa di cristo all'inferno, da cui uscirà trionfante, e allora risalirà nei cieli da cui discese pietoso e doloroso. Su questo tessuto narrativo e immaginoso, della nuova epica, Erasmo sparge le perle della sua immensa conoscenza della letteratura classica, con riferimenti all'Eneide soprattutto, e alla discesa agli inferi di enea per incontrare il padre Anchise, ma anche alle georgiche, o alle metamorfosi di Ovidio: «la poesia non è solo un lampo d'ispirazione, ma, e forse anche più, uno schieramento e un distillato di fonti e modelli di una lunga tradizione, disposti metricamente in un linguaggio elevato» (Carlo Carena). Edizione di 333 copie con incisioni di Albrecht Dürer.
10,00

Quello che non dico

di Giorgia Bianco

Libro: Copertina morbida

editore: Europa Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 76

Giorgia, Io, Voi. Tre parti, tre segmenti emotivi, tre scelte su come vedersi e vedere il mondo. È così che Giorgia Bianco decide di parlarci della sua poesia, accogliendola in tre visuali distinte, speculari ed opposte, a creare un gioco di rimandi e somiglianze - ma anche lontananze - che subito ci conquista. Non è una poesia semplice quella di Giorgia: è evocativa ma tenace, dura, dolcissima nella fragilità di alcuni versi e altrettanto caparbia nell'ostinazione di essere. È consapevolezza, poi, sopra a tutto: quella che sopraggiunge quando ci si rende conto che i propri confini sono svaniti, e qualcosa di noi si sta disperdendo e disperatamente cerchiamo di tenerlo insieme, ma per noi, con noi, senza utilizzare gli altri come margine.
12,00

Letteratura italiana. Volume 3

di Giovanni De Leva

Libro: Copertina morbida

editore: Edises professioni & concorsi

anno edizione: 2022

pagine: 306

Il testo ripercorre la storia della letteratura italiana dall'Unità al secondo dopoguerra, prendendo in esame i capolavori e le opere cosiddette minori, ricostruendo l'attività dei grandi autori anche negli esiti secondari e proponendo, accanto alle interpretazioni più consolidate, nuovi spunti di lettura. Ciascuna delle quattro sezioni in cui è suddiviso il volume è introdotta dall'analisi del contesto storico, mentre l'articolazione dei capitoli consente d'orientarsi agevolmente tra le epoche, le correnti e i generi letterari.
12,00

Ingenio ludere. Scritti sulla letteratura del Quattrocento e del Cinquecento

di Massimo Danzi

Libro: Copertina morbida

editore: Scuola Normale Superiore

anno edizione: 2022

pagine: 808

Il volume riunisce quarant'anni di indagini nell'ambito della letteratura quattro-cinquecentesca, con una proiezione nel primo Seicento, offrendo un quadro vario e altamente rappresentativo di quella grande stagione. La polifonia di una pratica letteraria, spesso ridotta a stereotipi, risalta nel dialogo tra latino e volgare. È il caso della prosa di maestri dell'Umanesimo o della poesia cortigiana oppure di quella libera dalle ipoteche della corte, indagata in Lombardia, Emilia, Firenze e Napoli attraverso poeti a volte sconosciuti. È anche il caso dell'erudizione filologica e plurilingue della cultura e della biblioteca di Pietro Bembo, posta idealmente a confronto con testi di scriventi più modesti e di natura pratica, in ambito artistico o giuridico. Nelle ultime due sezioni del libro, la civiltà rinascimentale è colta tramite scritti giocosi o di ambizione 'scientifica', tra letteratura e medicina, che ci ricordano la varietà e la ricchezza di una stagione che fu europea e il ruolo che in essa ebbe la cultura italiana.
50,00

Poesie. Testo inglese a fronte

Libro: Copertina morbida

editore: Mondadori

anno edizione: 2022

pagine: 976

Universalmente note per i loro romanzi, le sorelle Brontë ci hanno lasciato anche indimenticabili poesie, che pubblicarono in parte nel 1846 ricorrendo agli pseudonimi maschili di Acton, Currer ed Ellis Bell. Versi in cui rivive tutto il fascino della natura selvaggia delle brughiere dello Yorkshire, le sue distese d'erica, roccia e foschia. Tra incanto e disperazione le tre scrittrici raggiungono vertici di acceso lirismo, di profonda e intensa armonia. Tradotti in modo suggestivo e musicale, riecheggiano in questi componimenti limpidi, sentimentali e cristallini i temi più significativi del grande romanticismo: la nostalgia metafisica, la morte, vissuta a volte come gelida compagna e a volte come consolante promessa, la solitudine dell'artista come sofferta terapia esistenziale, indispensabile per giungere alle vette supreme dell'Essere e della Bellezza.
15,00

Il principe. Testo a fronte in italiano moderno

di Niccolò Machiavelli

Libro: Copertina morbida

editore: Donzelli

anno edizione: 2022

pagine: 336

Chiosato, interpretato, adattato e spesso anche violentato, Il Principe ha troppo spesso finito per smarrire la propria fisionomia e assumere quella dei suoi ammiratori o detrattori. Questa edizione nasce precisamente dall'auspicio di favorire una nuova intimità con un grande classico più citato che letto, anzitutto giovandosi di una versione in italiano moderno appositamente realizzata da Carmine Donzelli. La traduzione accompagna, a fronte, il testo originale del Principe, mantenendo il procedere spezzato, le peculiarità e - diciamolo pure - la bellezza della prosa machiavelliana, ma al tempo stesso scioglie gli inevitabili ostacoli linguistici e permette di avvicinarsi al testo senza le consuete difficoltà della prima lettura. Alla traduzione di Donzelli si aggiungono un commento in nota e un'introduzione di Gabriele Pedullà, che, liberati del compito di spiegare la lingua e sciogliere il significato di un italiano che non ci è più familiare, seguono il filo delle teorie politiche e del retroterra storico e letterario del pensiero machiavelliano, illuminandone tutta la straordinaria forza concettuale e i legami con la cultura del tempo.
19,90

Poesie sugli alberi

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2022

pagine: 96

Fin dai tempi più antichi la natura ha ispirato i poeti con la sua multiforme bellezza e con il misterioso avvicendarsi delle stagioni. Friedrich Hölderlin celebra nei suoi versi le querce che come un «popolo di titani» si protendono serene e libere al cielo; Emily Brontë contempla la forza imperitura dell'erica che ondeggia nella brughiera battuta dal vento; Antonia Pozzi immortala il rosa sfavillante e festoso dei peschi in fiore. Dal Ginkgo biloba di Goethe ai melograni di David Herbert Lawrence, dai «globi d'oro» di Ada Negri alle aiuole di mirti di Antonio Machado, le poesie raccolte in questo volume da Giuliana Mancuso ci invitano, come sotto la fresca ombra di un albero, a un momento di quiete e ristoro.
4,90

I cani abbaiano. Impressioni giovanili, ricordi e ritratti di luoghi e persone dai taccuini di un grande autore del Novecento

di Truman Capote

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti

anno edizione: 2022

pagine: 400

«Considero questi paragrafi descrittivi, questi profili e ricordi di luoghi e persone, una mappa in prosa, una geografia scritta della mia vita nell'arco di tre decenni, più o meno dal 1942 al 1972.» Così lo stesso Truman Capote definisce l'insieme dei testi che compongono questo libro, assimilandolo a un'ideale autobiografia. Tra le pagine rivivono le impressioni giovanili di New Orleans, Ischia, Tangeri, di treni spagnoli e feste marocchine; sfilano grandi personaggi della letteratura, dello spettacolo e del jet-set internazionale, da Cocteau a Gide, da Pound a Louis Armstrong, da Marlon Brando a Marilyn Monroe; e soprattutto prende vita un condensato di esperienze, di incontri, di ricordi e di confessioni attraverso cui osservare l'evoluzione di Capote e, in filigrana, la genesi dei suoi capolavori.
18,00

Noi che siamo qui adesso

di Jostein Gaarder

Libro: Copertina rigida

editore: Longanesi

anno edizione: 2022

pagine: 200

Come tutti i suoi coetanei, da bambino Jostein Gaarder si è posto alcune grandi domande per le quali le persone che lo circondavano non avevano altrettanto grandi risposte: Non è strano che viviamo? Non è bello che il mondo esista? Questi interrogativi l'hanno segnato per il resto della sua esistenza che, infatti, ha trascorso a studiare, approfondendo la conoscenza di ciò che ci circonda. Ora che ha settant'anni ed è nonno di sei nipoti, Gaarder non solo non ha smesso di interrogarsi sui misteri della vita sulla Terra, ma ha anche raccolto una serie di intuizioni che desidera trasmettere alle generazioni future, con la speranza di allargarne e migliorarne la prospettiva. Nella lettera che scrive, e che è una magnifica combinazione di storia e scienza, di esperienze vissute e favole inventate, i protagonisti sono due e inestricabili: l'uomo e il mondo di cui lui stesso è parte essenziale. L'uomo in quanto unico essere vivente in tutto il cosmo che è cosciente della sua condizione; che sa provare quel sublime senso di vertigine dato dalla consapevolezza di non capire, di non sapere. L'uomo che è singolo ma anche moltitudine, che cammina sul mondo da miliardi di anni, ma che non ha ancora compreso che prendersi cura del suo mondo è prendersi cura soprattutto di sé stesso. L'uomo che è il nostro passato ma che è anche noi che siamo qui adesso e che, quindi, dobbiamo impegnarci per salvaguardare la nostra esistenza. Con il suo stile mai banale e sempre positivo, Gaarder comunica il suo messaggio più potente e motivante: vivere la vita è un privilegio, un miracolo che ognuno di noi deve tutelare.
16,90

Donne appassionate. Poesie d'amore e morte

di Cesare Pavese

Libro: Copertina morbida

editore: Interlinea

anno edizione: 2022

pagine: 96

«Il tema delle donne in pavese è più che mai vivo. La spesso convocata misoginia di Pavese non è altro che la maschera di una solitudine bisognosa di essere colmata, di una ricerca spasmodica di completezza, di una unità mancante, di una amorosa compensazione», come scrive Giovanni Tesio in questa nuova antologia dei testi più belli dedicati all'amore e anche alla morte fin dal più celebre verso: «verrà la morte e avrà i tuoi occhi». Un'occasione per ritrovare l'energia poetica di pavese, «la sua ricchezza: la nostra salvezza, la sua dannazione».
12,00

I luoghi della morte vivente. Kafka, de Chirico e gli altri

di László F. Földényi

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2022

pagine: 116

"Cosa collega la prospettiva geometrica, le utopie architettoniche dal Rinascimento all'Illuminismo, le atmosfere rarefatte della pittura metafisica e i racconti stranianti di Kafka? In questo saggio László F. Földényi prende le mosse «da Platone e arriva suppergiù a oggi, perlustra il Rinascimento, l'Illuminismo e le rivoluzioni, e raggiunge il periodo dello stalinismo e del nazismo. [...] Sul modello del sonetto magistrale definisco questo breve saggio di Földényi un 'saggio magistrale', perché è molto denso, pieno di rime, ed è molto ben strutturato. Vi si stabiliscono connessioni tra opere d'arte molto diverse di epoche diverse, tra creazioni di vari tipi e tra valori diversi, pensieri e fatti incontestabili. La mano è guidata da immagini scritte, dipinte e disegnate dell'immobilità, che entrano in movimento. Questo libro ci regala anche una piccola pinacoteca e un breviario, e ci permette di ricapitolare la storia spirituale di 2500 anni. Chissà se potremo tramandare ancora questa tradizione»." (dalla prefazione di V. Radics)
14,00

Drammi domestici e contrasti filosofici nel carteggio tra Benedetto Croce e Giovanni Gentile dal 1896 al 1914

di Fabio Fernando Rizi

Libro: Copertina morbida

editore: Cesati

anno edizione: 2022

pagine: 144

Il saggio esamina aspetti della vita affettiva di Croce poco noti e, in particolare, si sofferma sulla sua ventennale relazione, more uxoria, con Angelina Zampanelli, sul trauma causato dalla sua prematura morte e sul matrimonio, poi, con Adelina Rossi. Sono stati esaminati anche i momenti più significativi dell'amicizia di Croce con Gentile e presi in considerazione i contrasti della loro collaborazione, che non fu mai priva di differenze, rimaste private prima, e diventate pubbliche dal 1913 con la così detta "discussione tra filosofi amici" che segna il primo incrinarsi della loro collaborazione e amicizia. Gli ultimi capitoli vertono sullo scoppio della Prima Guerra Mondiale, sul contrasto tra neutralisti e interventisti, e sulla natura della neutralità di Croce, che non fu mai assoluta ma sempre piuttosto relativa. In tutti i casi esaminati, lo scopo della ricerca è stato quello di chiarire punti controversi e di far conoscere meglio la personalità di Croce.
17,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.