Psicologia

A libro aperto. Una vita è i suoi libri

di Massimo Recalcati

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2020

pagine: 192

Qual è il segreto che custodisce un libro? Quali sono i libri che non abbiamo dimenticato e perché? Come può un libro essere un incontro? Cosa significa leggere un libro? In che modo l'inconscio può aprire un libro? Tutti questi interrogativi tracciano le vie lungo le quali Massimo Recalcati ci accompagna verso una nuova teoria della lettura con il racconto dei libri che hanno segnato la sua formazione umana e intellettuale, dall'Odissea agli "Scritti" di Lacan. Ne scaturisce un'opera teorica e intima insieme, uno spaccato autobiografico di cosa può significare per una vita l'esperienza della lettura, un elogio del libro in un'epoca che vorrebbe decretarne la morte.
9,50

Invecchiamento attivo. Training per sostenere il funzionamento cognitivo negli anziani

Libro: Copertina morbida

editore: ERICKSON

anno edizione: 2020

pagine: 200

Ancora oggi, scarsa attenzione viene rivolta agli interventi preventivi e di supporto al funzionamento cognitivo della persona che sta invecchiando. Questo è imputabile a varie ragioni: da una parte, in ambito clinico, si tende a privilegiare interventi volti alla riabilitazione o alla stimolazione cognitiva dimenticando come sia altrettanto importante mantenere attive o ri-attivare le abilità della persona che invecchia al fine di rallentare il declino cognitivo; dall'altra, gli anziani stessi, considerando l'invecchiamento come sinonimo d'ineluttabile «perdita di memoria», di rado chiedono interventi di potenziamento delle loro abilità mentali. Questo volume, rivolto a tutti i professionisti e clinici che lavorano nell'ambito dell'invecchiamento, si propone di colmare tale lacuna presentando dei programmi di intervento a carattere preventivo per anziani con invecchiamento normale o con iniziale invecchiamento fragile. Ogni programma è strutturato in cinque sessioni di lavoro.
23,00

Metodologia della ricerca in psicologia. Ediz. MyLab

di Dennis Howitt, Duncan Cramer

Libro

editore: Pearson

anno edizione: 2020

pagine: 360

Il manuale affronta sistematicamente, all'interno di una trattazione organica, i metodi qualitativi e quantitativi della ricerca in Psicologia: da quelli fondamentali ai tipi più avanzati. Compresa nel prezzo, la piattaforma online MyLab presenta un ricco e variegato comparto di materiali per la didattica laboratoriale: database qualitativi e quantitativi, documenti di ricerca, esercitazioni e tracce per lavori di gruppo in cui consolidare e approfondire le tematiche del corso.
39,00

Storie di perdono. Percorsi tra letteratura e psicoanalisi

di Mattia Mossali

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2020

pagine: 200

Qual è il senso, se un senso esiste, della melanconia? Si tratta forse di un dolore interminabile, devastante, senza alcuna possibilità di significazione? In questo libro, che procede in bilico tra rigorosa riflessione teorica e piacere della sorpresa narrativa, l'autore compie un viaggio attraverso la psicoanalisi, l'estetica letteraria e la filosofia con l'obiettivo di comprendere che cosa dica il sentimento melanconico dell'esistenza umana, quale posto occupino il dolore e la sofferenza nella costante costruzione della soggettività e come possa tale dolore essere attraversato, se non anche trasformato. Una via d'uscita possibile, a lungo trascurata anche dalla psicoanalisi, viene rintracciata nel perdono, qui discusso nei termini di un processo alternativo a quello del lutto e da cui può emergere il lato inedito e combattivo dell'afflizione melanconica. Dopo un'attenta lettura del saggio Lutto e melanconia di Freud, per evidenziarne i pregi ma anche le possibilità di espansione, l'itinerario procede con l'analisi di storie letterarie in cui il perdono viene evocato nelle sue molteplici sfumature, che l'autore analizza a partire dalle nuove modalità di narrazione del discorso amoroso inscenate nella letteratura americana contemporanea (da Jeffrey Eugenides a Siri Hustvedt), passando dai romanzi intimisti di Anaïs Nin e Simone de Beauvoir fino ai versi che Ted Hughes ha dedicato a Sylvia Plath. Una sorta di autentico corpo a corpo con ciò che la letteratura dice del perdono, alla ricerca di una piega inaspettata. Una riflessione sul dolore e sulla perdita, ma anche su un'idea di perdono come scommessa di rinascita, come ricostruzione di una soggettività ridotta in frantumi.
18,00

Bipolare? La melanconia, la mania, il suicidio e Lacan

di Roberto Cavasola

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2020

pagine: 224

Cos'hanno in comune l'Apollo e Dafne del Bernini, i film di Antonioni - ma anche di Fellini, Hitchcock e Scorsese -, le arie di Monteverdi e di Dvorák, gli scritti di Baudelaire - ma anche di Marguerite Duras, Flaubert, Dante... - e la vita dell'attrice Vivien Leigh? Li lega, con raffinata inventiva, il percorso di riflessione e analisi che Roberto Cavasola compie attorno al disturbo bipolare, con l'intento di dimostrare la necessità di una clinica differenziale e l'esigenza di recuperare la categoria diagnostica della psicosi maniaco depressiva. Con il sussidio di una ricchissima letteratura - che ha il suo centro in Jacques Lacan, ma spazia tra Freud, Jacques-Alain Miller, Serge Cottet, Colette Soler, Geneviève Morel e parecchi altri studiosi -, l'autore guida il lettore in un appassionante viaggio nella psicoanalisi e nella psichiatria contemporanea. Nonostante la tecnicità delle tematiche affrontate, il testo può essere una piacevole lettura anche per i non addetti ai lavori, poiché illustra le sue tesi con moltissimi casi clinici esemplari, si affida a un ampio ventaglio di registri narrativi e - come dimostra il suo esame della «strana storia dell'Imipramina e di quella ancora più rocambolesca del Litio» - si incardina, con grande realismo pratico, in un argomentato atteggiamento critico nei confronti delle case farmaceutiche, accusate di aver esercitato delle pressioni «per cercare di far corrispondere ad ogni diagnosi l'uso di un farmaco».
20,00

Fratelli che fanno squadra. Consigli e strategie per rendere la tua famiglia più forte

di Nicola Schmidt

Libro: Copertina morbida

editore: ERICKSON

anno edizione: 2020

pagine: 160

"Fratelli che fanno squadra" permette ai genitori di capire i propri figli, aiutarli a imparare a risolvere i conflitti tra fratelli, a scoprirsi, a fare squadra, per vivere serenamente la quotidianità. Il volume offre una ricca panoramica di consigli pratici per capire i bisogni di ogni figlio e capire le relazioni tra i fratelli oltre a come trarre vantaggio da essi. Noi genitori dobbiamo capire qual è la difficoltà intrinseca nell'avere fratelli o sorelle e ciò di cui i nostri figli hanno bisogno, poiché le loro necessità variano a seconda dell'ordine di nascita, dell'età e del sesso. Il volume dedica ampio spazio anche alla descrizione di casi particolari, come la presenza di un figlio disabile o la gestione dei figli nelle famiglie allargate.
16,50

Il manuale della felicità. Le dieci regole pratiche che ti miglioreranno la vita

di Raffaele Morelli

Libro: Copertina morbida

editore: MONDADORI

anno edizione: 2020

pagine: 156

"Molti pensano che la loro esistenza migliorerà quando risolveranno i problemi che li affliggono: matrimoniali, di lavoro, familiari... E così passano la vita a intervenire per sistemare le cose quando non funzionano. Chiedersi 'Ma io vado bene?' è uno dei più grandi veleni per l'anima. Ancora peggio, forse il male di tutti i mali, è voler diventare chi ci siamo messi in testa di essere. Ogni obiettivo che cerchiamo di raggiungere, ogni miglioramento di noi stessi è una 'coltellata' all'energia cerebrale... Nel mio lungo lavoro di psicoterapeuta mi sono accorto che quasi nessuno 'si va bene': tutti sono alla ricerca di un se stesso migliore. E tutti credono che, quando avranno raggiunto la meta che si sono prefissati, finalmente potranno stare bene con se stessi. Cambiare il proprio carattere, eliminare le ferite del passato, togliere dalla propria vita le cose che non vanno bene, sono in genere i tre principali motivi di infelicità. Le sofferenze nascono soprattutto dalla nostra resistenza a diventare fluidi come l'acqua. Bisogna 'lasciar correre', rinunciando a qualsiasi sforzo di 'cambiare le cose', di salvare gli amori finiti, di andare d'accordo a tutti i costi con gli altri, di fare progetti, di darsi obiettivi, di correre dietro a qualcosa o a qualcuno. Le cose che devono accadere nella vita avvengono spontaneamente quando smetti di dirti dove andare, come fare, di lamentarti, chiedere consigli... È in questo stato che irrompe la felicità." (L'autore)
13,00

Tabù. Come parlare ai bambini dei temi più difficili attraverso l'educazione emotiva

di Alberto Pellai, Barbara Tamborini

Libro: Copertina morbida

editore: MONDADORI

anno edizione: 2020

pagine: 242

Ogni genitore vorrebbe che i propri figli crescessero felici, sereni e appagati, e per questo fa di tutto per risparmiare loro dolore e sofferenza. A volte, però, la vita porta con sé eventi drammatici e inattesi, che travolgono la pace e la stabilità di una famiglia con la forza di uno tsunami. Credendo di agire per il meglio, molti adulti, di fronte ad avvenimenti tristi o difficili da spiegare, preferiscono eludere le domande dei bambini, tergiversare o addirittura fingere che nulla sia successo, senza rendersi conto che, in questo modo, stanno sfuggendo alla responsabilità educativa di cui invece devono farsi carico. Niente, infatti, fa male all'equilibrio emotivo di un bambino quanto le parole non dette, quelle parole che gli sarebbero necessarie per rischiarare gli angoli bui dell'esistenza in cui rischia di sentirsi perso e disorientato. Alberto Pellai e Barbara Tamborini affrontano due temi - il lutto e la separazione - di importanza fondamentale in un percorso di crescita, ma che spesso gli adulti considerano dei veri e propri tabù, davanti ai quali si sentono spaventati, imbarazzati, incapaci di trovare le parole giuste per comunicare con i propri figli. Come aiutare, dunque, un bambino ad accettare la scomparsa di una persona cara e il difficile processo di elaborazione del lutto che ne consegue? O come parlargli dell'imminente separazione di mamma e papà, che modificherà l'assetto e gli equilibri del nucleo familiare? Solidamente fondato sugli assunti delle neuroscienze e sui principi dell'educazione emotiva, "Tabù" è una guida utile per entrare nella mente dei bambini e comprendere come gestire le loro reazioni di fronte a eventi di alto impatto psicologico. In queste pagine, ricche di giochi, storie, filastrocche, film e libri da vedere o leggere con i bambini, i genitori - ma anche gli insegnanti, gli educatori e gli specialisti dell'infanzia - troveranno strumenti concreti e innovativi per sviluppare un'attitudine educativa aperta e consapevole, che li renderà il porto sicuro verso il quale tanto i più piccoli quanto i preadolescenti potranno dirigere la loro zattera quando si troveranno in mezzo alla tempesta.
18,00

La cultura del narcisismo. L'individuo in fuga dal sociale in un'età di disillusioni collettive

di Christopher Lasch

Libro: Copertina morbida

editore: Neri Pozza

anno edizione: 2020

pagine: 304

Alla fine degli anni Settanta, dopo aver pubblicato una serie di libri dedicati alla crisi del liberalismo, Christopher Lasch dà alle stampe "La cultura del narcisismo", l'opera che annuncia il tramonto dell'uomo economico e l'avvento di un nuovo tipo di uomo: il narcisista. A distanza di più di quarant'anni dalla sua pubblicazione, il libro non soltanto non cessa di parlarci, ma svela forse soltanto ora la sua piena attualità. Mescolando analisi psicologica, sociologica, letteraria e filosofica, Lasch ritrae l'uomo che appartiene alla nostra epoca, l'epoca della fine dell'etica del lavoro e della fiducia nel progresso sociale. Il narcisista, che ne emerge, non è un mero egoista in preda a uno stato mentale per cui il mondo non è altro che lo specchio dell'Io, ma un essere perseguitato dall'ansia, tutt'altro che pago di sé. Esige una gratificazione immediata e vive, perciò, in uno stato di inquietudine e di insoddisfazione perenne. Superficialmente tollerante, è in realtà privo di ogni solidarietà e vede in ciascuno un rivale con cui competere. Si ritiene affrancato dai tabù, e non ha tuttavia alcuna serenità sessuale. Loda il rispetto delle norme e dei regolamenti, ma nella segreta convinzione che non si applichino nei suoi confronti. Non ha interesse per il futuro, e nemmeno per il passato, che gli appare come un insieme di modelli superati, con mode e atteggiamenti antiquati. Vive, così, in un mondo dell'eterno presente che rispecchia pienamente la miseria della sua vita interiore, un mondo che fa della nostalgia «un prodotto commerciale del mercato culturale» e che «rifiuta immediatamente l'idea che in passato la vita fosse, per certi aspetti rilevanti, migliore di quella d'oggi». L'uomo economico dell'etica del lavoro è stato, insomma, sostituito da un tipo d'uomo che presenta tutti i tratti di un narcisismo patologico, un narcisismo che permea a tal punto la società contemporanea che l'unica speranza sembrerebbe quella di riuscire a sopravvivere al suo crollo. Per Lasch, tuttavia, la volontà di costruire un mondo migliore non è affatto estinta. Continua a sussistere insieme a sopravvivenze di tradizioni locali e iniziative collettive che hanno solo bisogno della prospettiva di «una nuova società, una società decente, per riconquistare nuovo vigore».
18,00

La fine del tunnel. Guarire dal disturbo da stress post-traumatico

di Daniel Dufour

Libro: Copertina morbida

editore: AMRITA

anno edizione: 2020

pagine: 160

La sindrome da stress post-traumatico non è un problema soltanto dei reduci di guerra. Tutti noi siamo quotidianamente esposti a traumi, alcuni subdoli, altri macroscopici (come incendi, incidenti, grossi spaventi, aggressioni); e lo sono anche gli operatori che per mestiere hanno a che fare tutti i giorni con eventi catastrofici o distruttivi (pompieri e infermieri di pronto soccorso, ma anche poliziotti, avvocati, assistenti sociali...). Risultato: la sindrome è ampiamente sottodiagnosticata. E lasciti quali rabbia, sofferenza e solitudine non vengono ricondotti ad essa, e di conseguenza mai curati e tantomeno guariti. Tramite una folta casistica e seguendo un metodo a tre tappe ormai più che rodato, il dottor Dufour ci aiuta a riconoscere se siamo anche noi affetti dai sintomi di uno stress post-traumatico e a compiere i passi necessari per liberarci di questo misconosciuto fantasma, che ci intrappola più spesso di quanto crediamo.
15,00

I fondamenti emotivi della personalità. Un approccio neurobiologico ed evoluzionistico

di Jaak Panksepp, Kenneth L. Davis

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2020

pagine: 380

Jaak Panksepp e Ken Davis hanno arricchito le neuroscienze affettive con una nuova teoria della personalità, fondata sull'idea che sia stata l'evoluzione a edificare nel nostro cervello le emozioni. Sono queste "memorie ancestrali" a plasmare ciò che noi indichiamo come i diversi tipi di personalità. A livello generale siamo guidati da sei emozioni. Rabbia, paura, sensibilità alla rottura delle relazioni e al rifiuto sociale sono le emozioni primarie negative, mentre le tre emozioni positive sono descritte come anticipazione speranzosa, cura o accudimento e giocosità. Queste sei emozioni sono legate a punizioni o a ricompense e ci permettono di apprendere che cosa evitare e cosa cercare in futuro. Come ultimo progetto di vasto respiro di Jaak Panksepp prima della sua scomparsa, il libro si propone non solo come testimonianza del notevole impatto delle neuroscienze affettive, ma anche come testo di massimo interesse per tutto il campo del comportamento umano. Prefazione di Mark Solms. Prefazione all'edizione italiana di Massimo Ammaniti e Nino Dazzi.
36,00

Nella mente dell'astronauta. Psicologia delle missioni spaziali

di Nicola Mammarella

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2020

pagine: 128

Qual è l'impatto psicologico di una missione spaziale? Le condizioni di "assenza" di gravità influenzano la cognizione e le emozioni di un astronauta? Come cambia il cervello durante un'esplorazione spaziale? Il libro risponde a queste domande attraverso l'analisi degli studi di psicologia delle missioni spaziali, presentando i principali contributi teorici e di ricerca esaminati secondo la prospettiva della psicologia generale e fornendo un primo inquadramento di un ambito estremamente ampio e multidisciplinare.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.