Il tuo browser non supporta JavaScript!

Scienze umane

Maria, un sì a Dio

di Gabriele Amorth

Libro

editore: SAN PAOLO EDIZIONI

anno edizione: 2019

9,90
7,90

Storia della tortura

di Giovanni Laterra

Libro

editore: RUSCONI LIBRI

anno edizione: 2019

Pali, seghe, gabbie, asce, funi, chiodi, ruote, carrucole: la storia della tortura parte da qui, con l'uso di attrezzi che fanno assomigliare ridicolmente il boia a un fabbro o a un falegname. Più avanti, col trionfo della tecnologia, a un elettricista o a un maldestro cavadenti, il tutto supportato da una conoscenza assolutamente scientifica dell'anatomia. Le tecniche più efferate, sviluppate e perfezionate nell'arco di secoli, rivelano scopi sempre legati a un potere che, legalizzato o no, cerca la confessione, la conversione o semplicemente la sottomissione della vittima. Un dolore che dura secoli narrato senza moralismi, forse solo con un pizzico di ironia per non finirne travolti.
14,00

Storia d'Europa

di Giuseppe Galasso

Libro

editore: Laterza

anno edizione: 2019

28,00

La filosofia di Enzo Jannacci. Storie di un barlafuus

Libro

editore: MIMESIS

anno edizione: 2019

pagine: 210

Enzo Jannacci è il "poetastro", come amava definirsi, che meglio di chiunque altro ha saputo raccontare la Milano di quartiere degli anni Sessanta e Settanta. Nelle sue canzoni, il capoluogo lombardo affiora come luogo privilegiato di sentimenti ed emozioni, un teatro ideale per osservare e far agire la miriade di personaggi picareschi che affollano i testi surreali e ironici del cantautore. Raffaele Mantegazza, Isabella D'Isola, Simone Porro e Domenico Laterza analizzano il raffinato métissage musicale di Jannacci a partire dagli oggetti, portatori, nella sua poetica, di uno stile di vita in cui l'attenzione agli ultimi e agli emarginati è di fondamentale importanza. Una pedagogia sui generis che, senza prendersi troppo sul serio, riconosce al caposcuola del cabaret italiano una peculiare dimensione filosofica.
12,00

L'insonnia dello spirito. Lettere a Petre Tutea (1936-1941)

di Emil M. Cioran

Libro

editore: MIMESIS

anno edizione: 2019

pagine: 90

Bucarest, inizio anni '30: è qui, nella "piccola Parigi" dei Balcani, che il destino di Emil Cioran interseca quello di Petre ?u?ea, dando vita a un sodalizio che avrebbe sfidato il corso degli eventi e le alterne vicissitudini personali. Esponenti di spicco della "Generazione Criterion", i due pensatori romeni frequentano caffè e circoli letterari, impressionando per la loro vivacità intellettuale e la loro verve oratoria. Stesso clima di complicità a Berlino: insieme discutono del futuro della Romania. Poi però spietata interviene la Storia. Nel 1937 Cioran parte per Parigi e assiste all'Occupazione tedesca della capitale francese; ?u?ea resta in patria dove subirà il calvario della persecuzione comunista. Il presente volume rappresenta una preziosa testimonianza di un rapporto a distanza ed esplora la psicologia dei due autori che, nonostante i traumi cruenti prodotti dal Novecento, hanno preservato, l'uno verso l'altro, un sentimento di sincera amicizia e di profonda nostalgia.
6,00
14,90

Le ombre dell'Europa. Democrazie e totalitarismi nel XX secolo

di Mark Mazower

Libro: Copertina morbida

editore: Garzanti Libri

anno edizione: 2019

pagine: 480

Una storia innovativa dell'Europa del Novecento, una ricostruzione di lungo periodo centrata sulle trasformazioni della società e sul rapporto tra le costruzioni ideologiche e le vicende politiche, che riesce a cogliere le ragioni di fondo di alcune scelte e le scansioni non apparenti della storia del secolo. A essere esaminati e discussi sono l'identità dell'Europa, il suo sistema di valori, i conflitti che l'hanno dilaniata, ma anche la combinazione di pace, libertà individuale e solidarietà sociale di cui godono oggi i suoi abitanti.
17,00

Amen. La parola che salva. Giugno 2019

Libro: Copertina morbida

editore: SAN PAOLO EDIZIONI

anno edizione: 2019

pagine: 640

3,90

La Repubblica inquieta. L'Italia della Costituzione. 1946-1948

di Giovanni De Luna

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 304

La storia dell'Italia repubblicana comincia nel caos. La fine della guerra ha lasciato dietro di sé un paese logorato e diviso, ma soprattutto ha fatto emergere le fratture di lungo periodo che il fascismo aveva oscurato a colpi di propaganda e di retorica nazionalista. Nel 1945 il paese è costretto a fare i conti con le profonde differenze che lo attraversano da nord a sud. C'è uno squilibrio economico, infrastrutturale e demografico, ma anche una forte contraddittorietà nel modo di reagire alla fine del conflitto: la guerra non è stata vissuta da tutti allo stesso modo. Chi si muove con energia, come gli operai del Nord, che dopo il rapporto con il Pci consolidato durante la guerra vogliono impadronirsi delle fabbriche, abita di fianco a chi torna da reduce e si ritrova improvvisamente senza riferimenti e senza lavoro. Dopo "La Resistenza perfetta", Giovanni De Luna sottopone i primi anni di vita della Repubblica italiana a un'indagine acuta e rigorosa. Cominciando con una domanda: è vero che la Resistenza aveva sostanzialmente fallito "l'occasione storica" di rinnovare profondamente le strutture portanti del paese? Per dipanare la complessità di questo periodo decisivo, De Luna costruisce una narrazione corale, fatta delle voci di una grande galleria di testimoni, a partire dalla storia personale di chi torna dalla guerra o va a cercare fortuna negli Stati Uniti, fino ai grandi scenari della politica, che hanno per protagonisti Alcide De Gasperi, Palmiro Togliatti, Ferruccio Parri e Pietro Nenni. E ci costringe a riflettere sulla nostra identità e sul nostro passato, spingendoci a fare i conti con uno dei capitoli più difficili, ma anche appassionanti, della nostra storia nazionale.
12,00

La patria europea

di Bruno Forte

Libro

editore: MORCELLIANA

anno edizione: 2019

7,00

Illusioni pericolose. Quando le religioi ci privano delle felicità

di Vitaly Malkine

Libro: Copertina rigida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 534

Viviamo in un'epoca paradossale. Gli straordinari progressi scientifici e tecnici degli ultimi decenni hanno rivoluzionato le nostre esistenze. Allo stesso tempo, sotto i nostri occhi c'è stato un folgorante ritorno alla babarie che ha minato alle basi dei nostri valori laici, la nostra eredità del periodo dei Lumi. Le religioni e le utopie sociali non sono altro che illusioni pericolose che costituiscono la peggiore maledizione per l'umanità ed attentano alla nostra libertà di espressione e di pensiero. Esse ci impongono dei criteri assoluti di Bene e Male ed una fede nell'Aldilà o in un Avvenire radioso. Il loro scopo è evidente: impedirci di vivere serenamente e privarci del nostro benessere quotidiano. Uomo o Dio? Ragione o fede? Piacere o ascesi? Vivere qui e adesso o aspettare la vita dopo la morte? Un libro accessibile a tutti, riccamente documentato, ma scritto in uno stile semplice e diretto.
20,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.