Il tuo browser non supporta JavaScript!

Società e cultura: argomenti d'interesse generale

L'uomo al centro. L'azienda secondo Olivetti L'azienda secondo Olivetti: cuore, cultura e comunicazione. Teorie e pratiche del modello adottato in tutto il mondo

di Romolo Paradiso

Libro: Copertina morbida

editore: Centro Doc. Giornalistica

anno edizione: 2020

pagine: 144

Modello Olivetti: i segreti di una visione illuminata dell'azienda che conquista ancora, dopo oltre settant'anni, imprenditori di successo in tutto il mondo. Passione, cultura, bellezza e innovazione coniugati al benessere sociale e culturale del lavoratore hanno rappresentato per Adriano Olivetti il paradigma irrinunciabile di un disegno organizzativo adottato tra gli altri da Apple, Johnson & Johnson, Ferrari, Ibm, Tod'S, Luxottica e moltissimi altri brand. Un modello basato su di una formula estremamente semplice ma straordinariamente efficace: tenere l'uomo al centro dell'impresa.
15,00

Fiabe e leggende irlandesi

Libro: Copertina morbida

editore: Controluce (Nardò)

anno edizione: 2020

pagine: 174

Fate, atmosfere oniriche, storie intrecciate allo scorrere delle stagioni e ai destini umani: il patrimonio di racconti tradizionali dell'antica Irlanda è straordinario sia per dimensione, sia per varietà di temi e personaggi. Tramandati oralmente per molti secoli e poi messi per iscritto dai monaci medievali, questi testi ci parlano con il linguaggio della fantasia e del mito. Gli "autori" sono coloro che, a cavallo tra fine Ottocento e inizio Novecento, hanno dato vita alla "Celtic Renaissance", ovvero alla rinascita della cultura e delle tradizioni celtico-irlandesi, in opposizione alla dominazione inglese. Le fiabe e leggende irlandesi raccolte in questo volume sono tratte dai principali cicli di racconti e comprendono sia fiabe nel senso classico del termine, sia racconti magici in cui l'elemento storico si mescola a motivi fiabeschi: il risultato è la mappa magica di un mondo popolato da giganti, folletti e streghe, giovani principi e principesse crudeli, animali parlanti, boschi incantati e acque miracolose, mantelli che catturano palle di fuoco e uova magiche. Arricchiscono il volume un saggio sulle fate a firma dell'antichista inglese Joseph Ritson, un repertorio delle raccolte di fiabe irlandesi fino a oggi pubblicate in Italia e una postfazione del curatore sull'ipotesi di un'origine genetica delle fate.
16,00

15 proposte per la giustizia sociale. Ispirate dal programma di azione di Anthony Atkinson

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 305

In Italia, come altrove, le disuguaglianze economiche, sociali e di riconoscimento - alte e spesso in crescita - hanno generato diffusa ingiustizia sociale. Paura, risentimento e rabbia sono cresciuti nelle fasce più vulnerabili della società dando vita a una dinamica autoritaria. Il Forum Disuguaglianze Diversità (ForumDD), che unisce le conoscenze del mondo della ricerca e di quello della cittadinanza attiva, ritiene che non ci sia nulla di inevitabile nelle disuguaglianze: se i poteri e le opportunità non vengono riequilibrati tra le persone è perché si è scelto di non farlo. Un'alternativa esiste, ed esistono le condizioni per trasformare i diffusi sentimenti di rabbia nella leva di una nuova stagione di emancipazione che accresca la giustizia sociale. Questo convincimento è all'origine della scelta di costruire le proposte per la giustizia sociale raccolte in questo Rapporto: proposte concrete e realizzabili, ispirate dall'analisi e dalle idee dell'economista britannico Anthony Atkinson. Il Rapporto si concentra soprattutto sulla disuguaglianza di ricchezza, perché questa riduce la capacità di reagire agli imprevisti, di rifiutare cattivi lavori, di tutelare il risparmio; impedisce alle persone di mettere in atto le proprie capacità imprenditoriali; le spinge a non prendersi cura dell'ambiente. Occorre quindi puntare l'attenzione su tre processi da cui dipendono la formazione e la distribuzione della ricchezza: il cambiamento tecnologico; la relazione fra lavoro e impresa; il passaggio generazionale. Lo scopo è quello di disegnare una strategia complessiva per invertire radicalmente le tendenze attuali e restituire così potere e opportunità alle persone. E solo con una simile azione radicale e comprensibile che si può davvero «cambiare».
26,00

Nerd wife. Se il vostro compagno è un nerd avete bisogno di questo libro

di Elena Comoglio

Libro: Copertina morbida

editore: ULTRA

anno edizione: 2020

pagine: 156

Facciamola semplice (si fa per dire): la nerdwife è un nuovo modello di femmina, nata in un vuoto evolutivo che si è allargato al fianco del modello di maschio chiamato nerd. Oggi, per la prima volta, il nuovo prototipo umano viene descritto in un libro. Che poi non è altro che il racconto esilarante di una strampalata storia d'amore fra una donna moderna, ironica e sicura (il più delle volte, almeno) e un nerd. Lei si innamora del suo cervello, lui della sua confusione, e insieme si evolvono in una coppia "qualcosa". Certo, quando lei deve far fronte a tutta la saga del Signore degli Anelli (di seguito, si intende), oppure è obbligata ad andare su Wikipedia per capire le battute di lui, la pazienza richiesta è un po' tan-tina. Ma lei ce la fa, e va avanti. Poi arrivano le regole per seguire le serie tv (una specie di protocollo militare), e qui il gioco si fa duro. Aggiungete poi il LEGO, Alexa e tutti gli assistenti vocali esistenti su questo pianeta, i rumori bianchi, gli ASMR e la stramaledetta connessione ultra veloce, e avrete una pallida idea di quello che la nerdwife deve gestire ogni giorno. Ma ce la fa. Anzi, ha raccolto un po' di consigli utili per chi, come lei, si trova a vivere una storia simile. La prima regola è sopravvivere/vendicarsi/fingersi morta. Poi c'è la regola bis: provare a capire perché lui si diverte tanto in quel mondo, e c'è il rischio che non abbia torto. Almeno non completamente. Il mondo nerd può sembrare incomprensibile, ma in realtà è solo un po' più strano del mondo normale. E poi si sa: nerd is the new chic!
14,00

Digital travel. Strumenti e strategie per gli operatori del turismo

di Anna Bruno

Libro: Copertina morbida

editore: FLACCOVIO DARIO

anno edizione: 2020

pagine: 303

Negli ultimi vent'anni il turismo ha vissuto una profonda trasformazione in quasi tutti i suoi ambiti. Agenzie di viaggio, tour operator, strutture ricettive, destinazioni e food & wine si sono trovati a dover competere con nuovi scenari. Se in apparenza il digitale sembra aver cannibalizzato il mercato turistico, nella sostanza rappresenta una vera opportunità per tutti gli operatori del settore. Serve allora un nuovo approccio e un cambio di prospettiva per cogliere le occasioni di crescita. Il mio obiettivo è quello di mostrarti gli strumenti di digital marketing e le accortezze da usare per diventare protagonista del settore. Per farlo ti presenterò i consigli degli esperti del settore turistico e ti mostrerò le storie di player di successo come Expedia, TripAdvisor, TheFork, Civitatis, Pitchup, Evaneos e Alidays e di destinazioni come Massachusetts (Stati Uniti), Norvegia e Irlanda. Sei un agente di viaggio bisognoso di una guida per riconvertire il tuo business dall'analogico al digitale? Sei un operatore dell'ospitalità che si trova a destreggiarsi tra OTA e disintermediazione? O ancora un addetto al settore enogastronomico desideroso di "essere trovato" in Internet o un manager che deve attrarre turisti e viaggiatori per incrementare la visibilità e la reputazione di destinazioni nuove o già consolidate? Queste pagine sono state scritte esattamente per te! Prefazione di Josep Ejarque.
29,00

Controculture italiane

Libro: Copertina morbida

editore: Cesati

anno edizione: 2020

pagine: 202

Può sembrare contraddittorio conferire una dimensione nazionale a movimenti transnazionali quali i movimenti del '68. Eppure, quei movimenti di protesta scelsero i loro bersagli a seconda del contesto geografico e assunsero connotazioni espressive riferite a immaginari locali, legati al contesto e alle tradizioni nazionali. Anche in Italia, il movimento di contestazione "importato" dagli USA e dalla Francia ha avuto un esprit particolare. La prima domanda cui risponde questo volume è se, come e dove questo spirito sia emerso e sia stato recepito. Una seconda problematica riguarda l'eredità del '68. Ci siamo chiesti quanto le generazioni successive siano state influenzate da quella cultura che aveva investito il pubblico e il privato, il sociale, il politico, e finanche l'etica e l'estetica. Le nuove forme di espressione emerse dal '68 hanno messo davvero in discussione le convenzioni artistiche? Le culture popolari affermatesi in quel clima, e le nuove avanguardie che le hanno costeggiate, hanno davvero sovvertito i codici, rivoluzionato il canone? In che modo si sono trasmessi l'insolenza, la sperimentazione, il nichilismo, l'edonismo e l'esotismo di quegli anni? Ha ancora un senso, a cinquant'anni da quell'esplosione emancipatrice, riconsiderare le controculture nate in Italia sulla scia del '68 e riflettere sulle loro eredità?
25,00

Cessate ogni comunicazione. Viva l'Italia!

di Anton Solarino

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Editore

anno edizione: 2020

pagine: 240

Un'opera postuma, un romanzo autobiografico in cui gli anni della guerra vengono raccontati e analizzati nelle loro incongruenze e nella loro follia. Un racconto umano un cui si riscopre la bellezza della condivisione del poco e il piacere di essere vivi.
16,00

Le discriminazioni fondate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere

Libro: Copertina morbida

editore: Pisa University Press

anno edizione: 2020

pagine: 330

Il Convegno i cui Atti sono raccolti in questo Volume ha costituito uno snodo cruciale nell'impegno dell'Università di Pisa per far crescere la riflessione scientifica e l'azione degli Atenei, rappresentati dalla Conferenza nazionale degli organismi di parità delle Università italiane, che è stata promotrice dell'iniziativa, intorno alle questioni LGBTQI+, alla complessità dell'identità di genere e alle misure concrete che gli Atenei sono chiamati a mettere in campo per offrire autentica cittadinanza a tutte le studenti in vario modo non conformi al paradigma eteronormativo. Proprio dalle giornate "Le discriminazioni fondate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere", delle quali il libro cerca di restituire la fecondità e la rilevanza dei risultati, è peraltro sfociata una mozione collettiva rivolta alla Conferenza dei Rettori grazie alla quale, con il lavoro incessante del Progetto indipendente Universitrans, si stanno oggi diffondendo negli Atenei italiani buone pratiche orientate alla piena tutela del diritto all'autodeterminazione di genere. Il volume raccoglie le relazioni presentate, che si intrecciano interdisciplinarmente affrontando il tema delle discriminazioni fondate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere, nella prospettiva filosofica, giuridica, sociologica, pedagogica, e riscostruendolo infine attraverso la voce delle soggettività trans, l'esperienza, il dato empirico e politico.
24,00

Il mito ariano. Saggio sulle origini del nazismo e dei nazionalismi

di Léon Poliakov

Libro: Copertina morbida

editore: Editori Riuniti Univ. Press

anno edizione: 2020

pagine: 460

In questo ampio saggio, uno dei più autorevoli storici dell'antisemitismo affronta il tema della formazione e dell'evoluzione del mito ariano, una delle fonti principali del razzismo. Nata all'inizio dell'Ottocento, in reazione all'emancipazione degli ebrei nell'Europa occidentale, l'idea di una "razza ariana" ha continuato nel XX secolo a giustificare le più violente persecuzioni razziste, culminate nella "soluzione finale" propugnata dai nazisti. Partendo dalle ricerche cinque-seicentesche sui "preadamiti" e dall'antropologia illuminista, l'autore ricostruisce le speculazioni genealogiche e biologiche alla base del mito ariano, illustrandone gli sviluppi e le implicazioni nelle diverse aree culturali.
25,00

Fascette oneste. Se gli editori potessero dire la verità

Libro: Copertina morbida

editore: Italo Svevo (Roma)

anno edizione: 2020

pagine: 90

Una placida domenica di settembre il mondo editoriale è stato investito da un'onda anomala: un twit mi ha suggerito l'idea balzana di immaginare cosa direbbero le fascette promozionali dei libri se, invece di essere roboanti promesse di marketing, fossero sincere descrizioni del contenuto dell'opera. Per qualche settimana in tanti si sono divertiti a giocare: questo libro («Il capolavoro che tutti aspettavamo!») raccoglie le migliori #fascetteoneste.
10,00

Una rivincita di Ivan Bellini

di Pietro Gessi

Libro: Copertina morbida

editore: PENDRAGON

anno edizione: 2020

pagine: 298

Sono trascorsi dieci anni dalla fine della Seconda guerra mondiale: il maresciallo capo Ivan Bellini, bolognese, li ha passati a dare la caccia, insieme alla sua fidata squadra, ai criminali fascisti, cercando di aggirare la cosiddetta "amnistia Togliatti". Per questo, subisce la punizione degli alti ranghi che lo accusano di insubordinazione: dalla grande caserma che dirige nel centro di Bologna, viene così trasferito a Filo d'Argenta, nella bassa ferrarese. Tuttavia, quella che dovrebbe essere una punizione si rivela tutt'altro: i tre giovani carabinieri della piccola caserma sono competenti, svegli e simpatici; il paese, a stragrande maggioranza comunista, lo accoglie con calore e, infine, da scapolo impenitente, si fidanza con Anna, giovane e avvenente vedova. Ma Bellini è un uomo d'azione e la nuova situazione in cui si trova non fa che rafforzare i suoi propositi di rivalsa nei confronti dei superiori corrotti. Riuscirà il maresciallo nel suo intento?
15,00

La pace fredda. È davvero finita la guerra in Bosnia Erzegovina?

di Luca Leone, Andrea Cortesi

Libro

editore: Infinito Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 172

"La pace è fredda perché la guerra è ancora calda. Basta esaminare l'apartheid ancora dominante nel sistema scolastico o il rifiuto di una memoria non dico condivisa ma almeno solidale e rispettosa. Basta osservare il disinteresse delle autorità alla richiesta di giustizia che ancora si leva dalle donne sopravvissute allo stupro. Con la giustizia non si fanno soldi e non si ottiene consenso: col clientelarismo e la corruzione sì". (Riccardo Noury) Nel novembre del 1995 gli Accordi di Dayton hanno fermato la guerra in Bosnia Erzegovina, ma non hanno costruito una vera pace. Un quarto di secolo dopo la fine del conflitto del 1992-1995 uno scrittore, un cooperante e una film-maker sono andati alla ricerca dei testimoni del conflitto, le stesse persone che, dopo la firma degli accordi di pace, si sono rimboccate le maniche per cercare di ricostruire un Paese che invece è diventato prigioniero di nazionalismi, corruzione, povertà e odi instillati a tavolino, in una società duramente messa alla prova da lutti e abbandono. Jovan Divjak, Pero Sudar, Amor Masovi?, Stasa Zajovi?, Bakira Hase?i?, Kanita Fo?ak, Jacob Finci, Dervo Sejdi? e tanti altri testimoni raccontano senza nulla tacere la guerra, il ritorno alla pace, le difficoltà, le speranze e le delusioni della Bosnia Erzegovina, ma anche della Serbia, di oggi. Da Sarajevo a Bratunac, via Belgrado, da Visegrad a Srebrenica, le voci dei protagonisti si rincorrono, superando le appartenenze culturali, per raccontare le tragedie individuali e familiari. Un quarto di secolo dopo, la Bosnia Erzegovina ha ancora attaccato alle caviglie il peso incalcolabile del conflitto, che la sta facendo sprofondare sempre più in basso. Sul presente e sul futuro si addensano nere nubi. Eppure, stando a sentire i protagonisti di questo lavoro, c'è ancora qualcosa che instilla una speranza di cambiamento nei bosniaco-erzegovesi. Prefazione di Riccardo Noury. Introduzione di Michele Buono. Postfazione di Giorgio Graziani.
18,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.