Libri Società e cultura: argomenti d'interesse generale: Novità e Ultime Uscite

Società e cultura: argomenti d'interesse generale

Food obscura. Guida alle meraviglie gastronomiche del mondo

di Dylan Thuras, Cecily Wong

Libro: Copertina rigida

editore: Mondadori

anno edizione: 2022

pagine: 456

Nato dalle menti curiose che hanno creato il mondo di Atlas Obscura, Food Obscura è un immenso banchetto delle meraviglie. Dalla birra cilena fatta con la nebbia all'antica pasta filindeu della Sardegna fino ai piatti tradizionali degli Inuit dell'Artico, Food Obscura ci accompagna alla scoperta delle specialità culinarie dei sette continenti. Non mancano curiosità storiche e informazioni sui ristoranti, le tradizioni e i festival gastronomici più bizzarri del mondo. "Il principio guida di Atlas Obscura è che la meraviglia può sempre trovarsi dietro l'angolo: non solo in località remote e inesplorate, ma lungo la strada, giù per le scale, dentro un bagno pubblico dell'età vittoriana che oggi ospita una caffetteria londinese. Se il viaggio è un modo stupendo per cercare la meraviglia, in queste pagine scoprirete che le avventure non richiedono per forza un biglietto aereo per una meta esotica: i cibi di cui meravigliarsi sono ovunque."
38,00

I figli che non voglio

Libro: Copertina morbida

editore: Mondadori

anno edizione: 2022

pagine: 216

Inverno demografico: e davanti a noi si stendono pianure infeconde e ghiacciate da far impallidire Il Trono di Spade, nella mente risuonano echi di tragedie shakespeariane. In Italia non si fanno più figli, dove andrà a finire la nostra civiltà, ma soprattutto: chi pagherà le nostre pensioni? Ma che senso ha insistere a credere che l'unico modo per tenere in piedi il sistema sia procreare, anche laddove le donne - per la precisione una minoranza di donne quantificata dall'Istat nel 5 per cento - pur essendo nelle condizioni di fare figli, non li vuole? Rispetto al tema della maternità spesso vincono gli schematismi e le donne si trovano rappresentate o come vittime di un Paese in cui fare figli è un privilegio - la precarietà del lavoro, gli stipendi bassi, gli asili inaccessibili, lo stato sociale che non provvede come dovrebbe -, o come un manipolo di ciniche, superficiali, carrieriste e future pentite destinate a una vecchiaia solitaria e amareggiata dal rimpianto di non essersi riprodotte. Tra questi due poli ci sono le persone vere, a cui danno voce gli interventi raccolti in questo libro. Tante donne, ma anche alcuni uomini, che hanno raccolto la sfida lanciata da Simonetta Sciandivasci con lucidità e ironia sulle pagine dello "Specchio", inserto culturale della "Stampa", una sfida a interrogarsi sui motivi per cui si diventa genitori oppure no, a ragionare sulle diverse possibili fisionomie di una famiglia. C'è chi si dichiara fautrice dell'agnosticismo procreativo, perché diventare genitore è qualcosa di così intimo e personale da rendere impossibili posizioni di principio, chi insiste sulla necessità di rendere più semplice l'adozione per i genitori single, chi accusa il peso dei condizionamenti del passato e chi prova a sostenere le ragioni dell'incoscienza. Chi valuta il congelamento degli ovuli prima di intraprendere un percorso di transizione da donna a uomo, chi sostiene che i padri siano ben felici di non avere la parità genitoriale e chi patisce l'onnipotenza delle madri in caso di separazione. Ci sono donne che chiedono più rispetto per la scelta di non essere madri, uomini che provano a smontare i narcisismi, le fragilità, le contraddizioni dell'essere padre. E poi ci sono doti che attendono pazienti nei bauli, nonne e madri che attendono nipoti da figlie che con noncuranza varcano la soglia dei trentacinque anni... Una carrellata di interventi non ortodossi, pieni di intelligenza e senso critico, un vademecum fondamentale per chiunque sia interessato all'argomento. Un dibattito che ci fornisce ottimi strumenti per "smettere di pensare che l'inverno demografico sia una questione morale o economica: è, invece, una questione di prospettiva, che impone nuove lenti; è una questione di geografia politica e riorganizzazione del mondo secondo nuovi criteri".
18,00

Pirati, cannibali e guerre dello streaming. I media in trasformazione

di Amanda D. Lotz

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2022

pagine: 216

Molto di ciò che pensiamo di sapere su come internet abbia sconvolto le industrie dei media è errato. La pirateria non ha distrutto l'industria discografica, Netflix non sta uccidendo i film di Hollywood e l'informazione non ha alcuna intenzione di essere gratuita. In questo libro, Amanda Lotz ricostruisce ciò che è realmente accaduto allorché le industrie discografiche, della carta stampata, del cinema e della televisione si trovarono nell'epicentro del terremoto digitale. Le nuove tecnologie non hanno introdotto «nuovi media», spiega Lotz, hanno invece offerto a quelli esistenti nuovi strumenti per raggiungere le persone. Ad esempio, nel caso della musica registrata in mp3, poiché internet ha permesso inedite modalità per fruire e comprare musica, la principale fonte di reddito per l'industria discografica è passata dalla vendita diretta a quella su licenza. I fornitori di televisioni via cavo, ritenuti irrecuperabili dinosauri predigitali, sono diventati i principali provider di servizi internet. Le testate giornalistiche si sono impegnate a riformulare il proprio business di fronte al crollo di investimenti degli inserzionisti, mentre l'industria cinematografica ha diviso i suoi affari tra film che obbligano la gente ad andare al cinema e altri maggiormente adatti per lo streaming. Lotz esamina in dettaglio come e perché la diffusione di internet abbia rivoluzionato ogni settore. Le storie di trasformazione aziendale che racconta sono autentiche lezioni per sopravvivere e persino su come prosperare a fronte di cambiamenti tecnologici epocali.
21,00

Religion. New Age, Chaos Magick, Voodoo, Osho, I AM, Wicca, Damanhur, Thanateros, Ramtha, Opus Dei, Ashtar Sheran, Scientology e tanto altro sul mondo dei culti magici, delle scuole spirituali e delle psicosette

di Adam Kadmon

Libro: Copertina rigida

editore: Priuli & Verlucca

anno edizione: 2022

pagine: 304

Lo scrittore Adam Kadmon ci illustra luci ed ombre delle più potenti e diffuse religioni ufologiche, magiche, psicologiche talvolta accusate di plagiare alcuni adepti, ricordandoci al tempo stesso che le organizzazioni più pericolose non sono solo quelle di cui non si conosce l'esistenza ma anche quelle note, quando purtroppo al loro interno si formano e riescono a resistere fazioni deviate dedite a frodi, abusi e condizionamenti mentali che trasformano gli adepti in fantocci totalmente nelle loro mani. Come sempre il miglior modo di difendersi da una realtà tanto diffusa quanto insidiosa è studiarne e conoscerne ogni aspetto per imparare a valutare solo e sempre con il proprio giudizio. Ed è quanto l'autore insegna e consiglia con successo ai suoi tanti lettori da sempre.
18,50

Doppio standard. Donne e carriere scientifiche nell'Italia contemporanea

di Camilla Gaiaschi

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2022

pagine: 272

Doppio standard, che cosa vuol dire? Si usa quando si applicano criteri di valutazione diversi nei confronti di persone che si trovano nella stessa situazione o hanno le stesse caratteristiche. In ottica di genere, e guardando al mondo del lavoro, è il metro di giudizio - generalmente più severo - utilizzato nei confronti delle donne quando si tratta di valutarle. Che produce svantaggi nel reclutamento, nella promozione e nella retribuzione. Trucca la corsa. La rende più faticosa. Doppio Standard è il titolo di questo libro, che lascia ben poche ambiguità in merito ai risultati di almeno otto anni di ricerche sulle disuguaglianze di genere nel mondo del lavoro, della scienza e della ricerca. Un testo che, rivolgendosi ad esperte, esperti e non solo, restituisce il ricco dibattito internazionale sul tema per poi focalizzarsi sul nostro paese. Lo fa, da una parte, inquadrando l'Italia all'interno del contesto europeo in prospettiva comparata e, dall'altra, soffermandosi su quattro casi studio nei settori dell'accademia, delle scienze biologiche e delle carriere medico-chirurgiche. Dicono che la parità sia solo una questione di tempo. Ma è davvero così? Dati alla mano, l'autrice alza il velo sulle ragioni strutturali e sui meccanismi, spesso invisibili, alla base delle disuguaglianze di genere nel lavoro e nella scienza, sul loro continuo riprodursi, sulle resistenze che provocano e sui paradossi che le accompagnano.
30,00

Perennial. L'Italia che invecchia e che vuole ancora darsi da fare

di Ivan Pedretti

Libro: Copertina morbida

editore: Futura

anno edizione: 2022

pagine: 147

Sono i perennial, definizione coniata negli Stati Uniti, sdoganata in Italia dall'enciclopedia Treccani, con cui si indica chi, nonostante le tante primavere alle spalle, ha ancora voglia di imparare, conoscere, confrontarsi, fare e darsi da fare. In un Paese come l'Italia che invecchia velocemente e in cui non si fanno più figli, da cui i giovani scappano perché non c'è lavoro e quel poco che è rimasto è precario, sbaglia chi vede negli anziani una zavorra o una casta privilegiata adagiata su pensioni faraoniche. Il libro di Ivan Pedretti, segretario generale dello Spi-Cgil, passa al setaccio ogni angolo di questo mondo:16 milioni di persone con un'aspettativa di vita che fortunatamente continua ad allungarsi, i pensionati rappresentano quel collante fondamentale mato a unire le diverse generazioni. Lo fanno tenendo allenati il fisico e la mente, adottando stili di vita salubri, dedicandosi al volontariato, partecipando attivamente alle dinamiche delle comunità e dei territori di cui fanno parte. C'è però anche chi se la passa meno bene. Sono i 3,5 milioni di non autosufficienti che per non spegnersi hanno bisogno di cure costanti. Per non abbandonarli a se stessi, all'operato spesso sottopagato e poco tutelato di badanti o alle Rsa andate in tilt durante la pandemia, serve rivoluzionare il sistema sanitario e il welfare sociale del nostro Paese: attraverso servizi che siano più di prossimità, formando meglio il personale sociosanitario, sfruttando le soluzioni offerte dalla robotica, dalla telemedicina e dalla domotica.
16,00

Per l'abolizione della maternità surrogata

Libro: Copertina morbida

editore: Ortica Editrice

anno edizione: 2022

pagine: 268

La pratica della maternità surrogata è un crimine contro le donne e contro i figli, viola i diritti umani fondamentali favorendo la mercificazione del corpo femminile. Questa pratica nasce alla fine degli anni '70 negli Stati Uniti, dove il mercato riproduttivo, che calpesta i diritti umani delle donne rendendole "grembi a due gambe", è assicurato, gestito e promosso dall'industria della fertilità sempre più in espansione. Già agli inizi degli anni '80 molte femministe avevano compreso il rischio che si celava dietro la maternità surrogata sia per la donna che per i bambini nati da questa pratica: lo sfruttamento delle donne a fini riproduttivi, i rischi per la salute delle donne e i danni allo sviluppo dei bambini nati da maternità surrogata, consegnati a "genitori altri" con una separazione forzata dalla madre biologica. Viene qui sfatato il mito della "libera scelta" nella maternità surrogata: in un sistema dominato dagli uomini e dalla mercificazione, lo sfruttamento delle donne nella maternità surrogata, come nella prostituzione, è intrinsecamente dannoso: le donne ricche non scelgono di diventare madri surrogate o prostitute.
15,00

Questo è il ciclo. Dall'orgasmo alla luna: cicli naturali ed ecologia mestruale

di Anna Buzzoni

Libro: Copertina morbida

editore: Mimesis

anno edizione: 2022

pagine: 346

Aver perduto il contatto con i ritmi naturali ci porta a vivere in società inquinate e inquinanti e ad avere scarsa consapevolezza del nostro corpo. Si moltiplicano così i disturbi di cicli vitali come sonno, digestione o ciclo mestruale. Questi indeboliscono le nostre risposte alle sfide odierne, proprio ora che è a rischio la specie umana. Ma la soluzione esiste, ed è innata: il riappropriarsi dei ritmi naturali e della consapevolezza di ciò che qui viene definita la teoria della Matrice Ciclica. Con dati alla mano e risvolti pratici, l'autrice propone una lettura avvincente della ciclicità e del ciclo mestruale, svelando il ruolo vitale che esso può avere nel quotidiano e nei progetti personali o di lavoro e le cause più profonde di dolori e disturbi, specialmente in fase premestruale. Attraverso lo studio interdisciplinare dei cicli naturali, questo saggio ci introduce in maniera chiara ed efficace al disegno rigenerativo sottostante, un'alternativa concreta per prosperare in sinergia con l'ecosistema.
22,00

Tutte le ragazze avanti!

Libro: Copertina morbida

editore: ADD Editore

anno edizione: 2022

pagine: 206

Durante i concerti dei Bikini Kill, Kathleen Hannah urlava sempre dal palco: "Tutte le ragazze vengano avanti!". Solo dopo la band cominciava a suonare. Così, in un mondo abituato a escluderle, riservava alle ragazze un posto in prima fila da cui osservare lo spettacolo, ascoltare la musica, partecipare al concerto cantando la propria rabbia e la semplice gioia di esserci tutte. Ci siamo chiesti cosa significhi essere femminista, oggi, in Italia. Abbiamo trovato undici risposte di giovani intellettuali e artiste: essere guerriera fin da bambina come Giulia Gianni; sfidare i limiti imposti dalla società con l'obiettivo di essere libera come Lucia Brandoli, essere adulta dopo un'adolescenza passata in una provincia che ti immagina solo moglie e madre come Giulia Perona. Femminista è anche il modo di guardare e "leggere" le serie televisive come fa Marina Pierri o lo sguardo con cui si attraversa il mondo del lavoro, per essere emancipata come raccontano Giulia Cavaliere e Claudia Durastanti, che nel suo essere scrittrice riflette sulle storiche ondate del femminismo che si sono incrociate con le battaglie per i diritti umani. La storia di questo femminismo moderno passa anche attraverso il corpo, in quell'essere cicciona, lanciato contro le ragazze come uno stigma e annientato da Marta Corato e presente anche nelle parole di Giulia Blasi che invita ogni ragazza a riscoprire il proprio diritto a esistere, a essere intera. Filo conduttore del libro è la convinzione che le cose possano cambiare. Bisogna crederci ed essere attivista come Maria Marchese o come Marzia D'Amico che indica un mondo in cui essere sorella significa andare avanti tutte insieme, proprio come Giulia Sagramola disegna in copertina e nel suo contributo a fumetti. Questo libro è una lettera aperta a chi vuole confrontarsi con la parità di genere, i diritti umani, il mondo del lavoro e quello delle relazioni. Alle lettrici, ai lettori rivolgiamo le stesse domande che ci siamo fatte noi, per aggiungere alla nostra, la loro voce.
16,00

Il Mulino. Volume 520

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2022

Chi ha, chi non ha. Chi ha moltissimo, chi quasi nulla. La pandemia ha aperto ancora di più la forbice dei divari, ma i provvedimenti messi in campo si sono rivelati in molti casi palliativi. Per combattere le diseguaglianze e dare senso compiuto alla nostra democrazia, urgono invece politiche strutturali. Nel nuovo numero della rivista "il Mulino" gli squilibri vecchi e nuovi che segnano la società italiana. Hanno scritto per noi: Rossella Ghigi, Manuela Naldini, Chiara Saraceno, Andrea Brandolini, Massimo Baldini, Ugo Ascoli, Nazareno Panichella, Daniela Del Boca, Stefania Sabatinelli, Camilla Borgna, Emanuela Struffolino, Alessandro Rosina, Paola Bonizzoni, Valeria Cirillo, Matteo Lucchese, Mario Pianta, Marianna Filandri, Azzurra Rinaldi, Roberto Rizza, Giuseppe Costa, Michele Marra, Fabio Massimo Lo Verde, Laura Sartori, Sonia Paone, Raffaele Miniaci, Paola Valbonesi.
15,00

Dove ho la testa. L'agenda a tutta donna 2023

Libro: Copertina morbida

editore: All Around

anno edizione: 2022

pagine: 428

Terzo anno e consacrazione per "Dove ho la testa" il libro-agenda a tutta donna edizione 2023. Formula vincente non si cambia e dunque, ancora una volta, il progetto è interamente pensato e realizzato da donne. La squadra si arricchisce con l'ingresso di nuove protagoniste del mondo dell'informazione, dell'imprenditoria, della comunicazione e dell'arte. Confermate invece la curatrice, Marina Viola e l'ideatrice del progetto grafico, Claudia Giorgini. A illustrare le pagine dell'agenda l'esuberante è Clemy Striano, new entry per noi ma illustratrice nota al pubblico per le sue caricature di vip. Alma Maria Grandin, giornalista Tg 1 - Rai ci propone dodici ritratti di donne del 900 che sono state modello e ispirazione. Romina Nicoletti ci mette a disposizione la sua competenza nel mondo imprenditoriale. Tornano le pillole di moda con nuovi suggerimenti di Paola Cacianti, giornalista di cultura, costume e moda. Spazio anche al mondo del volontariato con Titti Andriani, presidente di AFRON, Ong che dal 2010 si occupa di salute oncologica per donne e bambini nei paesi africani.
25,00

Disabilità al lavoro. Il responsabile per l'inserimento lavorativo delle persone con disabilità

di Fabio Sacchi

Libro: Copertina morbida

editore: Studium

anno edizione: 2022

pagine: 464

In Italia le normative in materia di lavoro per le persone con disabilità si sono progressivamente rinnovate, cogliendo gli elementi distintivi del dibattito internazionale e nazionale in tema di diritti e di modelli di disabilità. Nell'ambito di questo percorso, si assiste alla comparsa di una nuova direttrice nelle politiche a sostegno del diritto al lavoro delle persone con disabilità: l'introduzione di figure professionali formate per supportarne l'inclusione lavorativa. Tra queste le Linee guida di riforma del collocamento mirato hanno individuato, anche richiamandosi a esperienze e studi nazionali e internazionali sul disability manager e il disability management, il responsabile dell'inserimento lavorativo. Le informazioni rispetto a questo professionista contenute nelle pagine del documento tracciano i confini del suo profilo professionale, ma questi appaiono ancora tenui e l'assenza di indicazioni chiaramente definite rispetto alle azioni di lavoro e a possibili strumenti con cui condurle, rischia di portare ad una figura depotenziata, incapace di agire concretamente per sostenere il processo di inclusione lavorativa delle persone con disabilità. Il volume ambisce colmare questa debolezza elaborando una chiara e unitaria proposta di profilo professionale, di percorso formativo ed un piano di lavoro operativo per il responsabile dell'inserimento lavorativo.
39,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.