Il tuo browser non supporta JavaScript!

Sport e vita all'aperto

Fiat-Abarth. Reparto corse Rally

di Emanuele Sanfront

Libro: Copertina rigida

editore: NADA

anno edizione: 2019

pagine: 280

Dalla metà degli anni Sessanta sino alla fine dei Settanta, la Fiat è stata protagonista nel mondo dei rally vincendo nel 1977 il suo primo Campionato del mondo. Impegnata con una propria squadra ufficiale, supportata dall'Abarth, ha fatto correre modelli leggendari come le 124 e le 131 con al volante piloti di indiscusso carisma come, per citarne solo alcuni, Ceccato, Trombotto, Paganelli, Pinto, Bacchelli, Cambiaghi, Verini, Waldegard, Röhrl e Alen. Questa affascinante storia rivive in un volume ricco di immagini e aneddoti, a firma di Emanuele Sanfront, per anni giornalista e navigatore di rally.
50,00

In fuga. Il mio romanzo con gli eroi della bici

di Davide De Zan

Libro: Copertina morbida

editore: Piemme

anno edizione: 2019

pagine: 224

Una figura solitaria spunta dalla nebbia, mentre tutto intorno infuria una tormenta di neve. Sfreccia via veloce, e un attimo dopo la nebbia torna a inghiottirla. Appena alle sue spalle, ecco un gruppo di inseguitori. Sono fradici, semiassiderati, eppure vanno avanti, i muscoli tesi fin quasi a scoppiare, i volti contratti per l'enorme fatica. Ai lati della strada, le persone infagottate nei loro pesanti cappotti esplodono in un grido unanime di incitamento... Se esiste uno sport omerico, è senza dubbio il ciclismo: nessun'altra disciplina sa essere altrettanto epica e feroce, tragica e bella. È una magia fatta di passione e sacrificio, di gioia e dolore, di rabbia e amicizia: emozioni impossibili da illustrare con un'equazione. Per comprenderlo, lo devi raccontare: le battaglie più celebri e i duelli più agguerriti, ma anche i risvolti nascosti e gli inganni. Come ogni epica che si rispetti, anche il ciclismo ha i suoi eroi e i suoi antieroi, i suoi giovani valorosi caduti troppo presto, i suoi campioni colpiti dall'invidia degli dèi. Mario Cipollini, Fabio Casartelli, Lance Armstrong, Marco Pantani... Sono molti i protagonisti che hanno inciso il loro nome nella leggenda di questo sport. E hanno storie formidabili, buffe, dannate e commoventi da raccontare. Serviva solo un testimone privilegiato, uno che le ha viste e vissute in prima linea, come gli antichi bardi che seguivano i guerrieri sui campi di battaglia e ne immortalavano le gesta. Davide De Zan è uno così. E queste sono le storie memorabili che ha visto e vissuto. Gli atti di valore, le follie e le imprese dei moderni guerrieri a cavallo della bici.
9,90

Il giro automobilistico di Sicilia

di Salvatore Requirez

Libro: Copertina rigida

editore: NUOVA IPSA

anno edizione: 2019

pagine: 221

"Grazie al racconto di Salvatore Requirez è possibile, finalmente, ripercorrere la genesi e la gloriosa storia del Giro Automobilistico di Sicilia, manifestazione fortemente voluta dal genio di Vincenzo Florio, incastonata nella complessità dei vari momenti storici in cui i suoi diversi cicli videro la luce. Dalla storia particolareggiata resa dall'autore vediamo materializzarsi una manifestazione nelle sue varie edizioni consacrando lo spirito autentico di una competizione di raro fascino che ancora oggi riesce a conquistare ogni singolo partecipante per la molteplicità delle emozioni e delle personali percezioni sempre nuove e sempre coinvolgenti dettate da uno scenario impareggiabile quale quello siciliano. Sport cultura tradizione e contraddizione questo era e continua ad essere il Giro di Sicilia. Il merito del narratore è quello di aver saputo cogliere la vera anima di un ambizioso progetto di successo malgrado l'avvicendarsi dei vari periodi storici e che vedono nel plurisecolare scrigno di bellezze storiche, architettoniche, archeologiche, paesaggistiche la sua vera forza capace di lasciare a bocca aperta partecipanti provenienti da tutto il mondo..." Prefazioni di Nino Auccello e Angelo Pizzuto. Presentazione di Vincenzo Prestigiacomo.
39,00

Cinque cerchi bordati di nero

di Richard Arconte

Libro: Copertina morbida

editore: Il Ciliegio

anno edizione: 2019

pagine: 298

Lo sport è gioco e passione ma richiede impegno e sacrificio. Ripercorrendo le carriere e le vicissitudini di grandi atleti dall'epoca dei moderni giochi olimpici, si riscoprono la spettacolarizzazione dello sport e il bisogno di ottenere risultati strepitosi. Si riscoprono protagonisti dotati uno spirito sportivo volto non tanto a onore e gloria ma a misurarsi con le proprie capacità, i limiti e gli errori. E risulta evidente che su tutto lo sport, anche quello non olimpico, grava un'ombra. Quella della morte.
16,00

Storia popolare del calcio

di Mickael Correia

Libro: Copertina morbida

editore: LEG Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 387

Pur tra molti aspetti controversi, il calcio continua a suscitare un incredibile entusiasmo popolare. Unisce ogni giorno milioni di giocatori e giocatrici che si danno alle gioie del pallone. Organizzato in società di quartiere o di paese o improvvisato sull'asfalto delle città e sui terreni di campagna, "colpire il cuoio" è un'esperienza quasi universale. Ed è proprio all'altro calcio, il meno mediatico, che si interessa quest'opera. Al contrario delle critiche radicali a questo sport, che descrivono senza mezzi termini il calcio come un nuovo "oppio del popolo" e guardano con superiorità i milioni di appassionati considerati una massa indistinta di alienati, questo libro invita alla scoperta di ciò che c'è di sovversivo nel calcio e di tutti coloro che ne hanno fatto un mezzo di emancipazione. Durante la storia e nei quattro angoli del mondo, il calcio è in effetti stato il crogiolo di resistenze all'ordine stabilito, patronale, coloniale, dittatoriale, patriarcale o tutti insieme. Ha anche fatto emergere nuovi modi di lottare, divertirsi, comunicare: in breve, di esistere. Viene dunque esplorato questo immenso campo di lotta che è il "pianeta calcio", da Manchester a Buenos Aires, da Dakar a Istanbul, da San Paolo al Cairo, da Torino a Gaza... Con una forza sinuosa e frammentaria, questa storia popolare del pallone passa anche la parola ai protagonisti dell'epopea, nelle tribune del Barça sotto il giogo del franchismo cosi come sui campi sudafricani durante il periodo oscuro dell'apartheid, nelle società operaie francesi nel periodo tra le due guerre, ma anche nelle comunità zapatiste del Chiapas negli anni 2000. Prefazione di Bruno Pizzul.
26,00

Tonici asciutti forti. Costruisci un corpo perfetto

di Micheal Matthews

Libro: Copertina morbida

editore: Elika

anno edizione: 2019

pagine: 432

Se volete diventare muscolosi, asciutti e forti in modo sano, veloce e senza sprecare soldi in inutili integratori, allora dovete leggere questo libro. All'interno di "Tonici asciutti forti" troverete: i 7 falsi miti ed errori comuni che finora vi hanno fatto sentire limitati, deboli e frustrati; i programmi nutrizionali per costruire muscoli, perdere grasso e rimanere in ottima salute senza rinunciare a ciò che più vi piace e senza arrivare alla fame o alla "dieta perenne"; un sistema di allenamento completo e mirato per costruire un petto scolpito, un dorso ampio, braccia forti e gambe potenti; una guida agli integratori per acquisti intelligenti; la chiave per sviluppare autodisciplina e forza di volontà necessarie a costruire il fisico dei vostri sogni (e apprezzarne il percorso!).
22,00

Felici di correre. Come allenarsi, vincere e divertirsi fino a 100 anni

di Daniele Vecchioni

Libro

editore: Sperling & Kupfer

anno edizione: 2019

pagine: 224

In esclusiva per i lettori di questo libro l'accesso gratuito a contenuti extra online. Con il suo "Correre naturale", Daniele Vecchioni ha aperto nuove prospettive sulla corsa, scardinando falsi miti, spiegando le cause all'origine degli infortuni e insegnando come «ristrutturare» il corpo in modo che possa sviluppare il suo pieno potenziale. Un approccio seguito da migliaia di runner perché i miglioramenti che si ottengono nella tecnica e nelle performance hanno anche immediati effetti collaterali sul benessere fisico e mentale. In questo libro Daniele affronta un tema fondamentale per ogni tipo di corridore: l'allenamento. C'è chi inizia da zero, chi corre per perdere peso, chi per combattere lo stress, chi prepara maratone o ultramaratone, chi ha dovuto smettere per qualche problema fisico e vorrebbe ricominciare. Grazie al metodo Correre naturale® e a un test di autovalutazione, potrete capire esattamente il vostro livello di condizione fisica e, in base ai vostri obiettivi, apprendere le tecniche, gli strumenti e i metodi per rivoluzionare in meglio la vostra corsa e i vostri allenamenti. Un kit che in poche settimane cambierà il vostro rendimento e le vostre sensazioni, regalandovi miglioramenti costanti e duraturi.
16,90

Juventus. Storia di una passione italiana. Dalle origini ai giorni nostri

di Aldo Agosti, Giovanni De Luna

Libro: Copertina rigida

editore: UTET

anno edizione: 2019

pagine: 365

Nell'autunno del 1897 un gruppo di allievi del liceo Massimo d'Azeglio di Torino, uno dei più prestigiosi del capoluogo piemontese, si riunisce nell'officina dei fratelli Canfari per fondare una società sportiva studentesca. Al centro del progetto, un gioco da poco importato dall'Inghilterra: il football. Da quei ragazzi in camicia bianca e pantaloncini neri che rincorrevano un pallone cucito da un calzolaio con avanzi di suole, nasceva la Juventus. In oltre cento anni di storia, la bacheca della "Vecchia signora" si è riempita di trofei, decine di campioni si sono avvicendati sul campo da gioco, tracciando l'evoluzione della squadra più amata e, allo stesso tempo, più odiata d'Italia. A guardarli con lo sguardo dello storico, tuttavia, gli annali juventini non raccontano semplicemente le vicende sportive, i cicli vittoriosi e le cocenti delusioni. Dietro quelle coppe, negli spazi tra le foto delle formazioni ufficiali, emerge potente la storia di una città e di un intero Paese: l'arrivo della prima guerra mondiale, che portò quei ragazzi che fondarono la squadra dai campi da gioco alle trincee sul fronte austriaco; l'avvento del regime fascista e le leggi razziali che costrinsero alle dimissioni dai vertici societari tutti i dirigenti ebrei; e poi, naturalmente, il rapporto con la famiglia Agnelli, la Fiat, il boom del dopoguerra e i cambiamenti del tessuto sociale che l'emigrazione di massa da sud verso nord portò a Torino e a tutta l'Italia. Su questo sfondo storico si stagliano i trofei del trio magico Charles-Sívori-Boniperti, la bicicletta iconica di Parola, la tragedia dell'Heysel, i successi sotto la guida di Trapattoni, le magie di leroi Platini, fino al "neocalcio", allo scandalo Calciopoli, alla Serie B e alla rinascita. Aldo Agosti e Giovanni De Luna, storici italiani e accaniti tifosi bianconeri, rileggono la storia del club con rigore e passione, perché la costruzione dello stile Juventus, l'evoluzione del modello imprenditoriale e del rapporto con il potere e con la società circostante possono raccontare da una nuova prospettiva i cambiamenti di oltre un secolo di storia del nostro Paese.
20,00

I francesi della juve

di Paolo Bertinetti, Alberto Rossetto

Libro: Copertina morbida

editore: Neos Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 144

Il calcio, la Juventus, Torino, la Francia: venti ritratti di giocatori francesi e i contributi di tredici autorevoli commentatori raccontano del rapporto particolare, continuativo, empatico e appassionante che ha legato fra loro queste realtà.
14,00

L'ombra del Cervino. Vita e imprese di Edward Whymper

di Ian Smith

Libro: Copertina morbida

editore: Hoepli

anno edizione: 2019

pagine: 480

Edward Whymper è stato il leggendario alpinista inglese dell'epoca vittoriana. Conquistato il Cervino (1863), ha conosciuto successi e disfatte, tragedie e glorie. L'ombra del Cervino ci accompagna appunto nella vita di un uomo tormentato dalle sue idiosincrasie (era insonne, poco paziente, facilmente irritabile, inflessibile, determinato, ma anche molto generoso e leale), nonché frustrato dal sogno mai coronato di poter far parte dell'élite vittoriana che, invece, pur apprezzandolo molto, non gli farà mai sconti sulle sue origini non nobili. Come un grande condottiero romantico dell'Ottocento ha lasciato dietro di sé tracce indelebili, che oggi sono riscontrabili attraverso numerosi toponimi a lui dedicati in tutto il mondo.
27,90

I grandi eroi della montagna. Uomini e donne che si sono distinti sulle vette più alte del mondo, superando i limiti umani

di Pietro Garanzini, Rossella Monaco

Libro: Copertina morbida

editore: Newton Compton Editori

anno edizione: 2019

pagine: 282

Il rapporto dell'uomo con la montagna è antichissimo. La montagna, spesso ostile e pericolosa, l'ha protetto dai pericoli, gli ha permesso di cogliere il mondo dall'alto, nel suo insieme, di guardare il cielo e sentirsi più vicino all'infinito. È il luogo in cui l'uomo ritrova sé stesso, spingendosi oltre i propri limiti, nella solitudine delle cime, pur in mezzo ai compagni di cordata. Questo libro è un mosaico di storie di eroi che si sono distinti sulle vette più alte del mondo, realizzando imprese eroiche, salvataggi rischiosi, portando un po' delle proprie vite sulle montagne che hanno scalato. Uomini e donne che sono rimasti nella storia dell'alpinismo mondiale, di differenti nazionalità ed età, con vissuti e sostrati culturali e sociali anche molto diversi tra loro. Un viaggio indimenticabile alla scoperta di ogni eroe, eccezionale, forte, e capace al tempo stesso di guardare alle proprie fragilità, per superarle con consapevolezza e coraggio.
9,90

Un calcio al razzismo. 20 lezioni contro l'odio

di Adam Smulevich, Massimiliano Castellani

Libro: Copertina morbida

editore: GIUNTINA

anno edizione: 2019

pagine: 102

Il calcio, il gioco più bello del mondo, subisce sempre più l'insidioso veleno del razzismo. Una minaccia che ha origine nei drammi che hanno attraversato la società europea nel secolo scorso e che ancora pulsa nel ricordo di quelle ferite. C'è infatti un filo che collega i maestri danubiani della Serie A epurati dal regime fascista in quanto ebrei agli ignobili attacchi contro campioni di oggi come Koulibaly e Lukaku. È quello che cerca di spiegare questo libro, in un percorso con diversi inediti, che spazia da Giorgio Bassani alle colte citazioni di Lilian Thuram, dal ruolo salvifico di questo sport per i reduci dai lager all'abominio di chi oggi propaga odio nelle curve. Fu una schedina, quella mitica del Totocalcio, il sogno di riscatto del giornalista Massimo Della Pergola quando si trovava ancora in un campo di internamento in Svizzera. E fu un pallone che rotolava nel segno di una "Stella Azzurra" a ridare ad Alberto Mieli, sopravvissuto ad Auschwitz, la forza di restare in vita. Memorie un po' sbiadite, che hanno invece molto da insegnarci. C'è un gioco da salvare. E la cura potrà essere solo una buona dose di consapevolezza.
10,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.