Sport e vita all'aperto

Pagine dal fronte

di Lorenzo Carpanè

Libro: Copertina morbida

editore: Alpine Studio

anno edizione: 2020

pagine: 240

A volte si parte per scelta, a volte si parte per ritrovare se stessi, a volte si parte perché si è costretti. Nel luglio del 1942 ha inizio la campagna di Russia, e gli eserciti di Italia e Germania cadono nella trappola dell'inverno russo, obbligando i pochi sopravvissuti ad una grande epopea, lunga migliaia di chilometri. Sandro, partigiano. Karl, soldato tedesco. Si ritrovano di fronte l'uno all'altro e decidono in un istante cosa vogliono essere. Da qui si dipana la storia di Sandro, raccontata seguendo il filo rosso del suo autentico diario di guerra, dal luglio del '42 al febbraio del '43, dal fronte russo al ritorno a casa, tra le amate montagne, e poi ancora oltre, passando dalla lotta per la Liberazione per arrivare al presente.
16,00

Alonso. Il corridore

di Veronica Vesco

Libro: Copertina morbida

editore: Kenness Publishing

anno edizione: 2020

pagine: 160

Alonso. Un astro, un'eccellenza, che purtroppo non riesce a scrollarsi di dosso l'ombra dell'eterno incompiuto. Un talento indiscusso che porta sulle spalle il peso gravoso di troppi luoghi comuni. Personalità difficile da gestire, pilota incapace di fare squadra, uomo controverso che mette zizzania. Invece Fernando è molto di più. È fiamma e passione, dedizione e ragione. È la struggente parabola di chi vive in preda al demone della sfida, dell'eroe mai sazio che combatte il destino, sempre pronto a rialzarsi e a reinventarsi per rincorrere nuove opportunità. È la storia di chi viene dal nulla e rischia tutto, di chi sa intraprendere strade diverse, in barba a quella principale che rimane sbarrata dal destino. È un personaggio condannato a un perpetuo confino, che sconta un'eccessiva dose di autenticità. Ironico e laconico, presuntuoso e orgoglioso. Scomodo come tutti quelli che osano, che non dosano le parole a favor di popolo. Iconico e indomabile, grandioso e inarrestabile, potente come coloro che ardono del sacro fuoco, come quei pochi che non si accontentano di un'esistenza vissuta in difesa. Così Fernando Alonso sceglie di calcare ogni palcoscenico, dalla Formula Uno a Indianapolis, da Le Mans alla Dakar; all'inseguimento di una Tripla Corona che potrà investirlo di un glorioso blasone, ma che sarà comunque meno prezioso rispetto a ciò che ha saputo trasmetterci fin ora: la pura emozione.
15,95

Ten (b-side). Storie di grunge basketball

di Davide Piasentini

Libro: Copertina morbida

editore: Kenness Publishing

anno edizione: 2020

Il grunge e la pallacanestro: il basket diventa espressione del proprio io più intimo, dei dissidi dell'anima e della voglia di riscatto. Talento, individualità, rabbia, dolore, distorsioni, esplosioni di luce, violenza, malinconia, solitudine, genio, follia e fiammate di pura poesia cestistica. Gilbert Arenas: gioca con lo "0" sulla schiena per dimostrare a tutti che si sbagliavano sul suo conto quando dicevano che avrebbe giocato zero minuti in NBA. Realizzatore come se ne sono visti pochi nella lega. Personalità pericolosamente sopra le righe. Jason Williams: lo chiamavano "White Chocolate" perchè era un bianco che giocava come un nero. Giocatore "cult" se ce n'è uno nella storia della NBA. I suoi passaggi immaginifici hanno illuminato i sogni degli appassionati. Vince Carter: un giocatore che ha rivoluzionato la storia del basket canadese e americano. Uno dei migliori schiacciatori che si siano mai visti. Un uomo a cui è stato dato il dono di volare. Baron Davis: point guard californiana con una visione di gioco pazzesca e uno stile unico. Fisicamente fortissimo, in grado di segnare e attaccare il ferro in qualsiasi modo. Una carriera falcidiata dagli infortuni che non gli ha impedito, però, di regalare agli innamorati del basket alcuni momenti iconici. Stephon Marbury: direttamente da Coney Island un giocatore che per tutta la sua carriera ha inseguito la felicità, personale e cestistica, trovandola solamente alla fine della sua storia nel campionato cinese. Aspettative tradite e demoni interiori alternati a lampi di meravigliosa pallacanestro.
14,95

Le leggende della Juventus. La magnifica ossessione di vincere

di Paolo Tomaselli

Libro: Copertina morbida

editore: DIARKOS

anno edizione: 2020

pagine: 292

Una società entrata nel mito, composta da giocatori leggendari, che ha scritto la storia del calcio italiano ed europeo, dalla panchina di Corso Re Umberto dove è nata fino al pallone business globale dei giorni nostri. Da Felice Borel fino al re Cristiano Ronaldo, quella juventina è una delle galassie più ricche di stelle del calcio mondiale. Anastasi il "Pelé bianco", il "Divin codino" di Baggio, le magie di Zizou Zidane, le volate della locomotiva Nedved, la classe aristocratica di Boniperti e Platini, passando per la potenza, l'eleganza e la tecnica di Charles, Sivori, Rossi, Scirea e Del Piero: gol, parate, giocate indimenticabili e tanti successi. Un viaggio alla ricerca dell'eccellenza, che abbraccia le diverse generazioni in nome di un'unica maglia bianconera e di un'unica, magnifica, ossessione: quella di vincere. Prefazione Roberto Beccantini.
17,00

Guida al kayak in Sardegna. Pagaiando nel cuore del Mediterraneo

di Telemaco Murgia

Libro: Copertina morbida

editore: Imago Multimedia

anno edizione: 2020

pagine: 118

Scogliere selvagge, insenature cristalline, falesie calcaree e foci di fiumi imperdibili. Circumnavigare la Sardegna in kayak è il modo migliore per innamorarsi dell'isola cuore del Mediterraneo, che lungo le coste e su alcuni laghi e torrenti dell'interno offre ecosistemi e ambienti ancora intatti da vivere in tutte le stagioni al ritmo della pagaia. Questa è la prima guida sul settore kayak dedicata alla Sardegna, che in 12 itinerari spettacolari consente al kayaker esperto e sempre attento di conoscere il litorale dell'isola in tutta la sua interezza. Si caratterizza per la veste grafica ricca di immagini, una sezione tecnica con mappe dettagliate e l'indicazione della logistica, della fruibilità e delle condizioni meteo per ogni itinerario.
15,00

Dalla point zone alla pack line defense. Un breve viaggio dal North Carolina alla Virginia, passando per il Wisconsin

di Raffaele Imbrogno

Libro: Copertina morbida

editore: Calzetti Mariucci

anno edizione: 2020

pagine: 184

Cosa distingue le due difese presentate in questo quaderno dell'allenatore di pallacanestro? Molte cose se leggiamo le righe, ma se riusciamo a sbirciare tra le righe stesse molte saranno le analogie, le assonanze che emergeranno. Ma l'invito di questi quaderni è proprio quello di andare alla ricerca di questi fiumi carsici che caratterizzano la storia tecnica della pallacanestro. Difese, attacchi scomparsi nelle sabbie dei deserti tecnici, riemergono davanti a noi in fresche oasi, con la stessa forza del loro primo apparire. Come nei quaderni precedenti, dedicati a due sistemi offensivi importanti: lo Swing Offense ed il Princeton Offense, anche quest'ultimo, dedicato a [oppure alle] due difese create da Dean Smith e Dick Bennet, due grandi allenatori proveniente da culture cestistiche diverse, da storie e luoghi distanti, va alla ricerca di quegli assiomi sempre validi nel tempo dove entrambi i sistemi difensivi convergono. Similitudini sostanziali che ricordano che poco si inventa sotto il sole, ma molto viene riadattato al cambiare dei tempi e dei protagonisti del gioco. E se tale adattamento produce effetti positivi, dimostra ampiamente la costante validità di quanto ideato anni prima.
20,00

Ho visto la rivoluzione

di Lorenzo Fabiano

Libro: Copertina morbida

editore: ABSOLUTELY FREE

anno edizione: 2020

pagine: 240

È il 13 giugno del 1974, al Waldstadion di Francoforte si gioca Brasile-Jugoslavia, è lapartita inaugurale di un campionato del mondo già annunciato come il più bello di sempre. Sono i giorni che per l'universo calcistico segneranno il passaggio al futuro, larivoluzione industriale. Un confronto diretto tra conservatori, riformisti e radicali. I primi, tra cui noi italiani, fedeli all'ancien Règime, pensano che classe e talento siano ancorasufficienti per essere i migliori, e che a calcio si possa ancora giocare passeggiando sull'erba. Si accorgeranno presto che non è più così. I riformisti irrobustiscono laqualità con organizzazione e forza atletica. alla fine avranno ragione loro, i tedeschi. I forieri della rivoluzione, gli olandesi belli e impossibili, rimarranno a mani vuote, è vero,ma conquisteranno le simpatie del mondo intero: passeranno alla storia per aver messo la firma sul big-bang che cambierà per sempre il volto al calcio. Da quell'estate del 1974, nulla sarà più come prima. Prefazione di Roberto Beccantini.
15,00

La fatica più bella. Perché correre cambia la vita

di Gastone Breccia

Libro: Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2020

pagine: 256

La corsa sulle lunghe distanze è una disciplina dura. Richiede costanza, capacità di sopportare la fatica e superare soglie di sofferenza a cui la nostra vita sedentaria non ci prepara. Ma è l'attività più naturale che sia possibile praticare; un'attività nella quale milioni di anni di evoluzione della specie ci hanno reso imbattibili. E, soprattutto, la corsa ci rende felici. Non soltanto più magri e forti, più sani e soddisfatti: riesce a toccare qualcosa di misterioso, che ci avvicina alla nostra natura più profonda e ci fa sentire liberi. Se l'uomo è un perfect runner, la maratona è la distanza perfetta. Rappresenta infatti il giusto compromesso tra resistenza ed efficienza: mette alla prova la capacità fisica e mentale di 'tenere duro', ma consente di esprimere un gesto atletico efficace, limpido, 'bello'. Può essere un'avventura splendida o fallimentare; può lasciare stanchi e felici, o frastornati, svuotati e delusi. Non tutto dipende dal risultato. Come insegnano i filosofi orientali, la strada è più importante del traguardo, ed è il cammino a dare un senso alla meta.
11,00

La mia prima volta. In campo con la Juventus. Oltre 50 racconti di gioco e giocatori: una raccolta di emozioni bianconere

di Paolo Paoloni

Libro: Copertina rigida

editore: NFC Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 256

Da Stefano Tacconi, Totò Schillaci, Paolo Montero, Moreno Torricelli, Gino Stacchini, Claudio Prandelli, Max Pisu, Neri Marcorè, Claudio Gentile, Sergio e Alessio Secco l'immancabile "Fotografo storico della Juventus" Salvatore Giglio e tanti altri...
16,90

Ten (a-side). Storie di grunge basketball

di Davide Piasentini

Libro: Copertina morbida

editore: Kenness Publishing

anno edizione: 2020

Il grunge e la pallacanestro: il basket diventa espressione del proprio io più intimo, dei dissidi dell'anima e della voglia di riscatto. Talento, individualità, rabbia, dolore, distorsioni, esplosioni di luce, violenza, malinconia, solitudine, genio, follia e fiammate di pura poesia cestistica. Latrell Sprewell ("Spree") è la perfetta sintesi di assoluto talento e autodistruzione cronica. Ai tempi di Golden State strangolò l'allenatore PJ Carlesimo, rovinandosi la carriera. Ci sono voluti tanti anni prima di ricostruirsi un'immagine. Salvo poi gettarla nuovamente al vento. Shawn Kemp ("The Reign Man") è stato la bandiera dei Seattle SuperSonics assieme a Gary Payton negli anni Novanta. Un giocatore dall'atletismo animalesco, che ha lottato contro problemi extra cestistici per tutta la vita. Jason Kidd è uno dei migliori playmaker di sempre. Visionario e con un carattere difficile, Kidd ha portato due volte alle NBA Finals una franchigia perdente, da anni dimenticata, come i New Jersey Nets. Mike Bibby ha vissuto all'ombra del padre per tutta la vita, ma alla fine è riuscito a ritagliarsi un posto privilegiato nella NBA giocando in una delle migliori squadre della storia recente, i Sacramento Kings di Coach Rick Adelman. Steve Francis ("Stevie Franchise") è una point guard che saltava talmente in alto da potersi 'sedere' sul ferro! Esplosivo e complicato, ha decisamente lasciato un segno indelebile nel suo passaggio nella lega.
14,95

Swinging football. Storia e aneddoti della Coppa Rimet 1966

di Christian Cesarini

Libro: Copertina morbida

editore: Kenness Publishing

anno edizione: 2020

Successe di tutto. Mai in un mondiale vi furono insieme tanti fatti unici e irripetibili: la Corea del Nord ai quarti di finale e quasi in semifinale, la spy-story della coppa Rimet rubata e ritrovata da un cagnolino a passeggio, l'Africa che boicotta la competizione, le sudamericane che parlano di "furto del secolo"; ma soprattutto una tripletta in finale, il gol fantasma più famoso della storia e l'Inghilterra Campione del mondo per la prima e unica volta nella sua storia. Un anno, il 1966, in cui sarebbe stato bello esserci, per vivere la magia della Swinging London e capire perché il mondiale inglese fu il capostipite delle manifestazioni che conosciamo oggi e che ogni quattro anni catalizzano e appassionano milioni di persone in tutto il mondo. Un omaggio agli "inventori" del Beautiful Game e un viaggio nel tempo in stadi leggendari, in un clima eccentrico e inebriante, scandito da canzoni meravigliose, racconti inediti, aneddoti, mitici campioni e tante curiosità (non solamente calcistiche), grazie alle quali l'Inghilterra e soprattutto Londra si elevarono, in ogni campo, a ombelico del mondo. Prefazione di Roberto Gotta.
14,95

Le ragazze che fecero l'impresa. La generazione d'oro del tennis italiano

di Lucia Resta

Libro: Copertina morbida

editore: ULTRA

anno edizione: 2020

pagine: 240

"Le ragazze che fecero l'impresa" racconta l'epopea della generazione d'oro del tennis italiano, dai quattro incredibili trionfi della squadra azzurra ottenuti in Fed Cup al Roland Garros conquistato da Francesca Schiavone, dal Career Grand Slam di Sara Errani e Roberta Vinci in doppio agli US Open di Flavia Pennetta. Attraverso ricordi, numeri ed emozioni, viene ripercorsa la scalata alla classifica WTA da parte di queste straordinarie giocatrici, tutte nate negli anni Ottanta, che hanno dimostrato che per raggiungere grandi risultati nel tennis non servono per forza i muscoli, ma si può fare la differenza con l'intelligenza, la classe, la grinta e la creatività. Dopo aver ricordato cosa c'è stato prima di loro, verranno rivissuti in ordine cronologico tutti i successi ottenuti dall'inizio del nuovo millennio fino al 2015, l'anno dell'apoteosi, con la finale di uno Slam tutta italiana. Ma c'è anche spazio per il racconto dei rapporti di amicizia nati tra queste giocatrici quando erano adolescenti e fortificatisi nonostante la rivalità sportiva sui grandi palcoscenici del tennis mondiale, nonché per analizzare il ruolo fondamentale ricoperto dal capitano Corrado Barazzutti. E non manca uno sguardo al futuro, che sembra pronto a riservarci altre grandi soddisfazioni.
16,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.