Collana Ricerche. Fondazione Craxi - Ultime novità

Marsilio: Ricerche. Fondazione Craxi

Il Mediterraneo attuale tra storia e politica

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2012

pagine: 350

Il rapporto fra il Mediterraneo e l'Europa occupa una crescente importanza nella riflessione e nell'analisi degli studiosi di storia e di politica internazionale. Un rapporto di stringente attualità che può essere compreso solo ricorrendo agli strumenti che la storiografia ci ha offerto, attraverso una visione di tempi lunghi che a sua volta pone domande e questioni più profonde sulle trasformazioni in atto. Da tali premesse nasce questa raccolta, frutto di un significativo sforzo di comprensione collettiva del Mediterraneo presente. I contributi dei singoli autori, nella loro specifica individualità, sono stati dibattuti in una vivace dialettica che, senza sintesi obbligate, conferisce una visione d'assieme a questo volume. Un primo momento di riflessione dei principali storici internazionalisti italiani sul tema del Mediterraneo, del suo passato e del suo futuro.
30,00

Bettino Craxi, il riformista e la sinistra italiana

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2011

pagine: 219

Il volume ricostruisce le tappe fondamentali del processo di affermazione e consolidamento della leadership di Bettino Craxi all'interno del Partito socialista italiano e, più in generale, nell'ambito dello scenario politico nazionale. Accanto all'analisi delle profonde modificazioni del tessuto ideale e della prosopografia del vertice socialista, il lavoro ripercorre le trasformazioni del sistema politico nell'ambito del quale Craxi muove le sue pedine: dalla parentesi dei governi di solidarietà nazionale della VII legislatura al reingresso dei socialisti negli esecutivi, dalla svolta democristiana del "preambolo" alla presidenza del "laico" Spadolini, fino alla diretta assunzione della responsabilità di guidare il governo del Paese. Un torno di tempo nel corso del quale la tradizione e le formule del riformismo socialista - largamente minoritario nella storia della sinistra italiana vengono riscoperte e rilanciate. Una rivoluzione culturale che si riflette altresì nel duro scontro con il Partito comunista. Un nuovo protagonismo, quello socialista, che scompagina le tessere di un mosaico faticosamente costruito, e che nelle intenzioni di Craxi è diretto a smarcare il PSI da una doppia subalternità, politica e culturale, nei confronti di Piazza del Gesù e Botteghe Oscure.
20,00

La pagina saltata della storia

di Gennaro Acquaviva, Antonio Badini

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2010

pagine: 189

A metà degli anni ottanta avvengono importanti cambiamenti sulla scena internazionale che toccano la sicurezza e la proiezione dell'Italia nel mondo. Si cominciano inoltre a intravedere i prodromi di una incipiente implosione dell'Unione Sovietica e del Patto di Varsavia. In molte delle vicende che raffigurano una situazione solo apparentemente prigioniera della contrapposizione Est-Ovest, gioca un ruolo importante la politica estera del Governo Craxi. Due stretti collaboratori di Bettino Craxi, Gennaro Acquaviva e Antonio Badini, hanno deciso in quest'opera di gettare nuova luce su fatti e atti sui quali la storiografia italiana ha taciuto. Eppure gran parte degli anni ottanta fu un periodo importante per la nostra diplomazia, che riuscì ad abolire il G5, avviò il processo di unificazione europea, tenne testa alle grossolane intimidazioni del Cremlino, indusse la Casa Bianca a un dialogo serrato e a installare la linea rossa con Palazzo Chigi, mise in rilievo l'inesorabile logoramento dell'impero sovietico e tentò, insieme a Giordania, Egitto, Algeria e Arabia Saudita, di restituire una speranza di pace giusta e duratura al tormentato scacchiere mediorientale.
18,00

Don Gianni Baget Bozzo. Vita, morte e profezie di un uomo-contro

di Andrea Camaiora

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2009

pagine: 141

A stretto contatto con alcune delle figure centrali della nostra storia contemporanea, da Tambroni a Craxi, da Berlusconi a Ratzinger, don Gianni Baget Bozzo è stato un autentico profeta dello scandalo. Un profeta "posseduto" da Dio, un intellettuale eretico che ha attraversato da interlocutore e ispiratore privilegiato del potere la Prima e la Seconda Repubblica servendo Cristo e la Chiesa in ciò che gli riusciva meglio: pensare. Dal 1994 fino alla sua recente scomparsa, Baget Bozzo ha svolto il ruolo di precettore dei giovani del centro destra, coloro i quali egli stesso aveva identificato come Berlusconi Generation. Dagli scontri di Genova del '60 alla battaglia contro il compromesso storico tra democratici cristiani e comunisti, dal travaglio della Chiesa tra Pio XII e Giovanni XXXIII fino al grande Pontefice polacco e al suo successore tedesco, don Gianni ha accompagnato le stagioni più difficili e importanti della recente storia d'Italia. L'incontro con Bettino Craxi, l'uomo del Concordato del 1984 capace di ingaggiare nel nome della libertà una battaglia a viso aperto con i comunisti, fu centrale nella vita di questo sacerdote consacrato alla politica. Convinto del valore dell'azione politica craxiana, sfidò la Chiesa candidandosi nelle file del Psi e subendo così una decennale sospensione a divinis. (Prefazione di Stefania Craxi e postfazione di Sandro Bondi)
13,00

Una voce poco fa. Politica, comunicazione e media nella vicenda del Partito Socialista Italiano dal 1976 al 1994

di Stefano Rolando

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2009

pagine: 288

Si tratta di un'analisi di un fenomeno di anticipazione e innovazione nella cultura politica italiana. Le linee della comunicazione (interna, diretta ai cittadini e nel complesso rapporto con i media) del Partito Socialista Italiano nel corso della leadership di Bettino Craxi, dal 1976 all'epilogo e allo scioglimento del partito nel 1994. Venti anni di evoluzione del rapporto tra contenuti e strategie della politica e i profili di rappresentazione interna ed esterna, che danno vita a una esperienza serrata, appassionata, alla fine drammatica. Vari duelli al centro di una comunicazione politica orientata a combattere il blocco della democrazia italiana e a favorire la modernizzazione del paese. Quello a sinistra tra riformismo da una parte e comunismo, massimalismo e radicalismo dall'altra. Quello con la Democrazia Cristiana per affermare il principio dell'alternativa politica. Quello con poteri e soggetti di veto che hanno frenato la crescita del paese. Quello per lo schieramento europeista e atlantico dell'Italia nella linea di indipendenza e identità nazionale. Dalla formazione di un nuovo gruppo dirigente alla sua dispersione, in una crisi interna e del paese in cui il sistema dell'informazione, in un critico rapporto con questa storia politica, ha avuto un significativo ruolo.
29,00

Passione garibaldina

di Bettino Craxi

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2007

pagine: 108

La raccolta di scritti e discorsi nei quali il leader socialista rievoca la figura, il pensiero e le gesta dell'eroe dei due mondi. Una ricostruzione in cui si rivela l'ostinata ricerca delle origini nazionali e risorgimentali della tradizione socialista e riformista italiana, in contrapposizione con l'internazionalismo marxista e leninista. "Del suo Generale - scrive Arrigo Petacco nell'introduzione - Craxi conosceva tutti i dettagli della sua biografia avventurosa e ne raccoglieva i cimeli con la cura quasi maniacale del collezionista. Questo suo amore segreto diventò naturalmente di pubblico dominio col crescere della sua notorietà politica e lui, naturalmente, ne approfittò per rilanciare la figura di Garibaldi con pubblicazioni, convegni e celebrazioni risorgimentali coi quali cercava di ricordare agli italiani gli avvenimenti e le date storiche che l'Italia, cattolica o comunista, aveva da tempo cancellato dai calendari".
12,00

Jirí Pelikán. Un lungo viaggio nell'arcipelago socialista

di Francesco Caccamo

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2007

pagine: 134

Jiri Pelikan fu un testimone d'eccezione del Novecento. Attraverso un percorso complesso e a tratti tormentato, sperimentò in prima persona la resistenza antinazista nella natia Cecoslovacchia, la militanza comunista negli anni cupi dello stalinismo, la primavera di Praga; poi, dopo l'intervento delle forze del Patto di Varsavia e la normalizzazione, l'esilio in Italia, la polemica sempre più consapevole contro il socialismo reale e contro la politica di potenza dell'Urss, la pubblicazione della rivista in lingua ceca "Listy", l'appoggio al dissenso dell'Est, fino ai grandi rivolgimenti del 1989. Anche nella patria di adozione Pelikàn svolse un ruolo di rilievo, coltivando i rapporti con le varie componenti della sinistra italiana e passando dalla ricerca di una collaborazione con il PCI di Enrico Berlinguer allo sviluppo di un legame privilegiato con il PSI di Bettino Craxi. Proprio Craxi doveva dare un contributo determinante all'azione dell'esule ceco, promuovendo la sua elezione al Parlamento europeo e finanziando la pubblicazione di "Listy".
14,00

Pace nel Mediterraneo

di Bettino Craxi

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2006

pagine: 113

Con l'allargamento dell'Europa ad Est, l'italia - ma soprattutto il Sud rischia di diventare in Europa un'area marginale, a meno che non senta profondamente l'impulso naturale che la spinge a collegarsi con i popoli e i paesi della regione mediterranea, aspirando a diventarne punto di riferimento. Una vocazione antica, che l'intuizione di Bettino Craxi aveva nuovamente reso vitale, che si presenta ancora oggi nella sua attualità indicando prospettive d'avvenire, all'insegna della pace, del rispetto, dell'indipendenza e dei diritti dei popoli, del ruolo che l'Italia può svolgere in ogni campo della cooperazione economica, tecnica, culturale.
11,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento