Cesare Batacchi. Un innocente condannato all'ergastolo - Giuseppe Galzerano, Eugenio Ciacchi | GoodBook.it

Cesare Batacchi. Un innocente condannato all'ergastolo

Cesare Batacchi. Un innocente condannato all'ergastolo
titolo Cesare Batacchi. Un innocente condannato all'ergastolo
Autori ,
Collana Atti e memorie del popolo
Editore Galzerano
Formato Libro: Copertina morbida
Pagine 560
Pubblicazione 11/2021
ISBN 9788895637488
 
25,00
 

Scegli
La libreria di fiducia

Inserisci la città o il CAP della zona in cui risiedi
Una vicenda dimenticata e sconosciuta di malagiustizia nell'Italia forcaiola dell'Ottocento. Il macchinista teatrale Cesare Batacchi, anarchico fiorentino, è accusato di aver lanciato una bomba sul corteo monarchico che la sera del 18 novembre 1878, a Firenze, festeggia Umberto I scampato all'attentato di Passannante, avvenuto il giorno prima a Napoli. Al processo è condannato, innocente, all'ergastolo. Tre anni dopo, due accusatori, all'estero, ritrattano le accuse denunciando di essere stati manovrati dalla questura fiorentina. In un paese serio, che ha l'orgoglio di aver dato i natali a Cesare Beccaria, Batacchi sarebbe stato immediatamente scarcerato, invece continua a rimanere nel penitenziario di Volterra. Nel 1899 riprende la campagna per la liberazione o per la revisione del processo e il ministro di grazia e giustizia afferma che non lo libererà. Il Partito Socialista Italiano alle elezioni del 1900 lo candida alla Camera dei Deputati nei collegi di Torino e di Pietrasanta (Lu). Eletto deputato di Pietrasanta l'elezione è annullata. Di fronte alla crescente indignazione popolare il re concede la grazia reale, senza che Batacchi abbia firmato nessuna domanda di grazia.
 

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.