90 anni di «Giallo» italiano

90 anni di «Giallo» italiano
15,00
 

Scegli
La libreria di fiducia

Inserisci la città o il CAP della zona in cui risiedi
Del fatto che siano proprio 90 siamo sicuri. Non che in precedenza (persino nell'Ottocento!) mancassero nella nostra scena letteraria i romanzi "polizieschi" o "giudiziari" basati su indagini di organi pubblici o di privati investigatori, ché anzi questi erano numerosi: solo che non si chiamavano "gialli" bensì, appunto, "polizieschi" o "giudiziari": quel che mancava era, giustappunto, il nome. Questo fu inventato da un editore giovane e rampante, Arnoldo Mondadori, nel 1929 quando, in settembre, uscirono nelle librerie i primi quattro "Libri gialli". Rimarrà, forse, per sempre un segreto se il battesimo della nuova categoria di romanzi apparsa in quell'autunno fosse un'idea del tutto originale dell'editore, ma di certo la decisione fu sua, di Arnoldo, e ognuno vede quanto di successo. Nel 1931 Casa Mondadori decise che era proprio ora che nella collana comparisse un autore italiano, per cui il primo Libro giallo nazionale fu commissionato dall'editore ad Alessandro Varaldo, che era sì da tempo in casa Mondadori, ma a tutt'altri generi intento ed abituato; e nacque "Il sette bello". Nato dunque nel 1931, quella del giallo italiano è una lunga storia di oltre novant'anni.
 

Libri dello stesso autore

Chi ha cercato questo ha cercato anche...